Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 23/10/2014 ore 8:00

    “Un giorno in Pretura” da sabato 25 su Rai3

    Commenti 0

    Un giorno in preturaParte sabato 25 ottobre, intorno alla mezzanotte su Rai3, la nuova stagione di “Un giorno in pretura“, lo storico programma di Roberta Petrelluzzi.

    – Guarda il promo >>

    La trasmissione, nata nel 1988, ripropone i processi di maggiore interesse pubblico tenutisi nelle corti di giustizia italiane, fornendo così un grande affresco della realtà del nostro paese. Alle immagini registrate nell’aula della Corte d’Assise, che costituiscono il corpo centrale della trasmissione, vengono affiancate ricostruzioni filmate dei fatti e contributi audiovisivi inediti realizzati da reparti specializzati di Polizia e Carabinieri.
    Tra i grandi cicli andati in onda recentemente ricordiamo Calciopoli, il Giallo di Avetrana, Stefano Cucchi, la Clinica Santa Rita di Milano e il processo a Fabrizio Corona.

    – Rivedi on-line le puntate della trasmissione >>

    Anche quest’anno tanti i temi che verranno affrontati: dalle vicende dell’infermiere Angelo Stazzi, che aprono la stagione, alla tratta delle prostitute rumene a Ferrara, al mondo degradato della droga nella provincia italiana.
    Casi di cronaca, ma anche Cold Case, come l’omicidio del sociologo e giornalista Mauro Rostagno, ucciso in Sicilia a 46 anni in un agguato mafioso. Una storia tutta italiana: più di vent’anni per arrivare ad una sentenza di primo grado.

    Sabato 25, nella prima puntata della nuova serie, dal titolo “Verità sepolte”, si comincia con il processo che vede imputato Angelo Stazzi con l’accusa di omicidio volontario presso la Corte d’Assise di Roma presieduta dalla Dott.ssa Evelina Canale. La vicenda è quella della scomparsa di Maria Teresa Dell’Unto, avvenuta una mattina di marzo del 2001 a Tragliatella, in provincia di Roma. Fin da subito i tre figli e il secondo marito della donna non riescono a spiegarsi questo allontanamento. Si indaga sull’ambiente dell’Ospedale Gemelli, dove la donna lavorava come ausiliaria, ma senza giungere a nulla. Il caso viene archiviato fino a quando, nel 2008, grazie a dei fondi speciali per i “casi freddi”, il fascicolo viene riaperto. E intercettando un infermiere del Gemelli, Angelo Stazzi, vecchio amico della donna, gli inquirenti giungono in possesso di importanti indizi che sembrano incastrarlo quale responsabile della scomparsa di Maria Teresa.

    – Guarda “Un giorno in pretura” in live streaming sabato alle 24:00 >>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.