Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 2/10/2014 ore 19:12

    Ballando con le stelle riparte il 4 ottobre

    Commenti 0

    ballando-blogBallando con le Stelle la trasmissione di Rai1 condotta da Milly Carlucci festeggia quest’anno l’importante traguardo della decima edizione confermandosi uno degli appuntamenti più attesi e seguiti dal pubblico televisivo.

    “Nata” nel gennaio  del  2005, Ballando con le stelle  è stata la prima trasmissione interamente dedicata alla danza sportiva che ha cercato di trasmettere al pubblico l’interesse per una disciplina seducente e piena di fascino come il ballo  di coppia  alla base della quale, però, ci sono delle regole ferree da imparare se si vogliono ottenere buoni risultati, proprio come avviene  in tutte le altre discipline sportive.

    Questo programma è stato ed è un’occasione, per i telespettatori, per comprendere come il ballo di coppia oltre ad essere un sano momento di svago per chi desidera praticarlo è anche un mezzo che permette di prendere coscienza con il proprio corpo, la propria gestualità  e per capire che la sua magia non si riduce al solo  movimento  ma può diventare anche un modo “silenzioso” attraverso il quale è possibile  comunicare infiniti messaggi: corteggiamento, seduzione e passione.

    Guarda l’anteprima di Ballando con le stelle  10>>

    Per festeggiare degnamente il suo decimo “compleanno” Ballando con le Stelle  si presenta ai nastri di partenza con un cast di concorrenti formato da grandi nomi provenienti dal mondo del cinema , del teatro, della televisione, dello sport e della moda che balleranno in coppia con maestri che sono delle vere stelle della danza  per apprendere   le regole di una disciplina  per loro inusuale .

    Le coppie che  ogni settimana si contenderanno la possibilità di proseguire la gara  per raggiungere la meta finale sono:

    Giorgio Albertazzi – Elena Coniglio >>

    Teo Teocoli – Natalia Titova >>

    milly-paolo-focus

    Milly Carlucci e Paolo Belli

    Marisa Laurito – Stefano Oradei >>

    Katherine Kelly Lang – Simone Di Pasquale >>

    Giulio Berruti – Samanta Togni >>

    Giorgia Surina – Maykel Fonts >>

    Andrew Howe – Sara Di Vaira >>

    Dayane Mello – Samuel Peron >>

    Valerio Aspromonte -Ekaterina Vaganova >>

    Giusy Versace – Raimondo Todaro >>

    Vincent Candela – Erelle Niane >>

    Enzo Miccio – Alessandra Tripoli >>

    Joe Maska – Vera Kinnunen >>

     

    A giudicare le performance dei concorrenti  in gara sarà una giuria molto severa capitanata da Carolyn Smith e composta da Guillermo Mariotto, Ivan Zazzaroni, Fabio Canino e Rafael Amargo a cui spetterà il compito di valutare, settimana dopo settimana,  il lavoro fatto dai concorrenti in sala prove per  migliorare la  loro tecnica.

    Il verdetto finale toccherà, comunque, al pubblico che segue da casa la trasmissione che, attraverso il Televoto decreterà, di volta in volta, la coppia eliminata attraverso i numeri :  894001 da telefono fisso, e  4754755 da telefono mobile.

    1-comunityOgni sabato, inoltre, è prevista la presenza di   un personaggio famoso che sarà protagonista dello  spazio “Ballerino per una notte”  nel quale dovrà sottoporsi in un vero e proprio “tour de force” imparando  in poche ore, una coreografia da eseguire durante la diretta del programma.  La sua esibizione verrà valutata dalla giuria presente in studio ed il punteggio ottenuto servirà a migliorare la classifica di una delle coppie in gara.

    Per la decima edizione di Ballando con le Stelle c’è una grandiosa novità! Nasce la Community ufficiale. Ora potrai interagire esprimendo la tua opinione e dimostrando quanto sei appassionato di Ballando con le Stelle!
    Registrati su www.ballando.rai.it troverai contenuti esclusivi, potrai rispondere alle domande e metterti alla prova per diventare SUPERFAN!

    Martina Stoessel

    Martina Stoessel (Foto Ansa)

    Martina Stoessel, la celebre Violetta del piccolo schermo, sarà il primo “Ballerino per una notte”

    Tutti i momenti musicali di ogni singola puntata saranno affidati a Paolo Belli e alla sua Big Band, e accompagneranno, dal vivo, l’esibizione dei ballerini al ritmo di brani arrangiati secondo gli stili  musicali di ogni singola gara.

    La raffinata scenografia, curata da Mimma Aliffi,  pensata come un teatro ottocentesco dove predominano i colori rosso e oro, sarà la fastosa cornice che ogni sabato sera accoglierà  i concorrenti avvolgendoli, idealmente, in un caldo abbraccio mentre volteggiano sulla scena vestiti con gli eleganti abiti creati per loro dalla costumista  Federica Boldrini e assolutamente in tema con i balli eseguiti.

  • 2/10/2014 ore 18:45

    1924-2014, 90 anni di Radio Rai

    Commenti 0

    90 anni RadioEra la sera del 6 ottobre 1924 e per la prima volta la radio entrava nelle case degli italiani. In pieno regime fascista, in un’Italia ancora agraria e povera, solo pochi decenni dopo l’Unità del Paese, va in onda la prima trasmissione radiofonica. La voce è quella di Ines Viviani Donarelli. Il primo programma è composto da musica operistica, un bollettino meteorologico e notizie di borsa.

    Da allora la radio non ha mai smesso di raccontare il Paese e novanta anni dopo è ancora protagonista. Come riassumere allora questi novanta anni di storia, della radio e non solo? Con una piccola antologia di ascolti che attraversano i decenni e i generi che la radio ha praticato: programmi, radiocronache, eventi storici e sportivi, sigle, conduttori e giornalisti che hanno fatto la storia del mezzo.

    E con un gruppo di iniziative che Lunedì 6 ottobre le reti di Radio Rai ospiteranno nel corso dell’intera giornata:

    – alle 10.45 Speciale Gr su Radio1
    – alle 18.00 Speciale Caterpillar su Radio2
    – alle 21.00 Serata evento su Radio3

    Per rendere omaggio al prestigioso anniversario, da giugno 2014 tutte le reti di RadioRai inoltre hanno rievocato questi 90 anni di storia con una serie di clip, un percorso sonoro che ha riprodotto le voci e i momenti più significativi, le pagine più belle della radiofonia, sul filo dei ricordi, delle emozioni, delle voci e dei grandi avvenimenti del passato.

    Dai primissimi esordi del mezzo, segnati dalla voce di Guglielmo Marconi che commenta il primo segnale radio del 12 dicembre 1895 agli eventi più vicini a noi, la radio ha raccontato l’Italia in ogni sua declinazione: nell’antologia sonora proposta, si passa così dal primo annuncio radiofonico dell’Uri alle imitazioni di Fiorello a VivaRadio2; dai concerti e dagli sceneggiati anni Trenta ai primi esperimenti di interazione col pubblico attraverso le telefonate degli ascoltatori in diretta; dalla radiocronaca dello storico incontro di pugilato Benvenuti-Griffith dal Madison Square Garden di New York del 1967 ai Mondiali di calcio dell’82 per finire con i Mondiali del 2014; dalle “interviste impossibili” fino all’intrattenimento musicale che ha fatto storia con programmi come Bandiera Gialla, Hit Parade, Supersonic.

    Le clip sono ora riproposte su queste pagine. Buon Ascolto!

    LA RADIO RACCONTA L’ITALIA
    Gli ascolti sonori proposti da Radio Rai

    I 90 ANNI DELLA RADIO
    I riascolti sonori proposti da Radio1

    PEZZI DA 90
    I riascolti sonori proposti da Radio2

    90 PER 3
    I riascolti sonori proposti da Radio3

    LA STORIA DELLA RADIO
    Il sito Rai che ripercorre la storia del mezzo radiofonico, dalla sua nascita ai giorni nostri

     

  • 2/10/2014 ore 17:08

    Rai3: Serata per Lampedusa

    Commenti 0

    lampedusa_blog_fiori2E’ passato un anno da quel tragico naufragio al largo di Lampedusa che costò la vita a 366 migranti accertati cui si sono aggiunti decine di dispersi. A un anno di distanza da quell’evento che scosse le coscienze di tutti, Rai3 dedica alla strage di Lampedusa l’intera serata di venerdì 3 ottobre.

     

    Per ricordare e riflettere. Sarà Agorà ad aprire la prima serata, alle 21:05, con uno speciale che non solo ricostruirà quelle ore e la terribile contabilità di quelle morti ma tenterà di comprendere come la condizione di tanti esseri umani che lasciano i loro paesi di origine ha le sue radici nei conflitti, nelle povertà, nelle catastrofi climatiche. Tra gli ospiti di Gerardo Greco ci saranno lo scrittore Erri De Luca e l’inviato de “L’Espresso” Fabrizio Gatti che a quei viaggi spesso senza speranza fino alle coste del Mediterraneo ha dedicato durissimi reportage. Durante la trasmissione sono previsti collegamenti con Lampedusa condotti dall’inviata Irene Benassi che, nella zona del porto, accanto ai relitti dei barconi, darà voce a ospiti e testimoni presenti sull’isola in occasione dell’anniversario della tragedia.

     

    come_il_peso_dellacqua_locA seguire, alle 22:20, il film documento Come il peso dell’acqua, un programma di Giuseppe Battiston, Stefano Liberti Marco Paolini e Andrea Segre, con Gladys Yeboah Adomako, Nasreen Tah, Semhar Hagos e due narratori d’eccezione, Giuseppe Battiston e Marco Paolini.

     

    come_il_peso_dellacqua_2B

    Giuseppe Battison in “Come il peso dell’acqua”

    La soggettiva di un sommozzatore scivola nel blu profondo del mare, si avvicina alla sagoma di un peschereccio di legno adagiato sul fondo. Si avvicina piano, lento come i movimenti nell’acqua, lento come quando hai paura. Continua lento il respiro subacqueo, l’ossigeno scorre attraverso i tubi, le bolle di anidride carbonica galleggiano nelle profondità e la sola ombra di uno di quei corpi fa chiudere gli occhi.
    Giuseppe Battiston è dentro a una grande stanza vuota. Inizia a pensare. Sentiamo la sua voce. Si chiede perché lui ora non ha il coraggio di guardare anche se per tanti anni aveva saputo? Perché quei corpi gli fanno paura? Si muove nella grande stanza vuota e il panico lentamente si trasforma in necessità. Ha bisogno di capire. Da qui inizia il suo viaggio di conoscenza, incontro, dubbio.

    La voce di Giuseppe Battiston accompagna il racconto di tre donne, Gladys, Nasreen e Semhar, e del loro difficile viaggio dal paese d’origine alle coste italiane. Il racconto delle tre donne segue tre filoni di racconto: la memoria del viaggio, l’attraversata del mare, la loro vita oggi.

     – Guarda i primi 5 minuti del film in anteprima>>

     

    come_il_peso_dellacqua_1B

    Marco Paolini in “Come il peso dell’acqua”

    Gli interventi di Marco Paolini aiuteranno lo spettatore, e Battiston stesso, a capire le direzioni, i flussi e le barriere delle migrazioni verso l’Europa. Marco Paolini, con la sua arte tra studio e scoperta, fornisce altri strumenti di comprensione disegnando su quattro grandi mappe geografiche che Battiston poi appende alle pareti della sua stanza.

    Mentre le donne raccontano, la stanza di Giuseppe Battiston va riempiendosi di oggetti, parole e simboli che incontriamo nelle loro storie: alla fine è attorniato dagli oggetti, i segni, le parole, le mappe, i ricordi della sua nuova conoscenza.

     

     

    Andrea-Segre

    Andrea Segre, regista di “Come il peso dell’acqua”

    Come il peso dell’acqua, attraverso le storie di tre donne e lo sguardo di due grandi narratori civili, cerca di fornire uno strumento di conoscenza in più sul fenomeno delle nuove migrazioni in cui il nostro paese è fortemente e drammaticamente coinvolto.

    Per oltre dieci anni si sono concentrati tutti gli nostri sforzi economici, politici e militari a tentare di chiudere la frontiera mediterranea con lo scopo unico di “ridurre il numero di sbarchi”, fermare e contenere.


     

     

     

    – A un anno dalla tragedia di Lampedusa >>

    – Rai3 Serata evento su Lampedusa >>

    – Guardo lo Speciale su Marco Paolini di Rai.Tv >>

     – Segui la diretta streaming venerdì 3 ottobre dalle 21:05 su Rai3 >>