Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 22/9/2014 ore 23:19

    Pechino Express: la quarta tappa

    Commenti 0

    Si è appena conclusa su Rai 2 la quarta tappa di Pechino Express. Le otto coppie in gara sono partite da Yamethin e hanno percorso ben 477 Km alla volta della meravigliosa Shwedagon Pagoda nella città di Yangon, l’antica capitale del Myanmar. Quella di stasera è stata la quarta e ultima tappa in territorio birmano: dalla prossima puntata i viaggiatori dovranno continuare la loro avventura ai confini dell’Asia attraversando la Malesia.

    La prova del Gong

    La prova del Gong

    La tappa si rivela insidiosa fin dall’inizio. Per “alleggerire” il carico dei viaggiatori, Costantino rivela che le coppie dovranno utilizzare zaini più piccoli e per questo saranno costretti ad abbandonare ciò che ritengono superfluo. Ma c’è un ma… con la prova del “Gong” un viaggiatore per coppia deve provare a centrare con una fionda un gong posizionato a qualche metro da lui. Se ci riesce, può scegliere un oggetto o un vestito rimasto negli zaini grandi di un’altra coppia in gara e rubarlo! I più bersagliati dai furti sono i #Coinquilini che a causa della “cattiveria” suscitata negli animi dei loro competitori sono costretti, inoltre, a retrocedere di un posto in classifica

     – Guarda la misione “Il gong della cattiveria”>>

     

     

    Finita la prova tutte le coppie si lanciano alla ricerca di un passaggio, per percorrere i 136Km che li separano da Thar Ga Ya, dove potranno qualificarsi per la Prova Immunità. Il viaggio è ricco di insidie: alcuni mezzi sono troppo lenti, altri troppo veloci, cercando di cambiare mezzo Angelina, addirittura si lancia da un camion finendo con la faccia nel fango. Tra le coppie, i più fortunati risultano essere gli #Sposini e i #Fratelli, che grazie ad un passaggio diretto, superando pioggia e fango, raggiungono per primi il traguardo qualificandosi così di diritto alla prova-immunità Le due coppie, per prepararsi alla prova, avranno diritto a trascorrere la notte in un resort a Than Ga Ya, mentre gli altri viaggiatori dovranno fermarsi e trovare un alloggio per la notte

    – Guarda la clip “In viaggio verso il traguardo della prova immunità”>>

    Clementino durante la prova-immunità

    Clementino durante la prova-immunità

    Passata la notte, arriva il giorno della prova-immunità che riprende un classico format di “Pechino Express”, con il quale si era epicamente confrontato lo stesso Costantino durante la prima edizione del programma: i viaggiatori dovranno riempire un vassoio con dei frutti, passare attraverso alcuni ostacoli e approdare a un ponte basculante, ai cui lati si trovano dei simpatici elefanti ben felici di vedersi servire della frutta fresca. Con quel poco di frutta che rimarrà loro dovranno superare nuovi ostacoli e arrivare alla cesta della loro squadra. Solo allora il loro compagno potrà partire e ripetere il percorso. La prova durerà 15 minuti, al termine dei quali la coppia con la cesta più piena avrà vinto la gara. La prova è un vero duello Napoli-Napoli: con i due fratelli PaoloClementino che rivolgono ai pachidermi simpatici epiteti in dialetto e, dall’altra parte, lo sposino Emiliano che gli risponde per le rime. La Pina napoletana non è, ma è lo stesso energica e divertente ed usa con gli elefanti una tattica tutta particolare: insultarli e spostare di peso la loro proboscide. Al termine della gara il responso è nelle braccia della bilancia: la prova-immunità della quarta tappa di #Pechinoexpress è vinta dalla coppia dei #Fratelli che così si qualificano di diritto alla quinta tappa.

    – Guarda la prova immunità>>

    Il nuovo look dei #Coinquilini

    Il nuovo look dei #Coinquilini

    La gara riparte con una buona notizia: ai viaggiatori è donata una somma in danaro che potranno spendere dopo lo stop alla gara per ricomprare gli oggetti sottratti durante la prima prova. I primi a trovare un passaggio sono gli #Sposini, seguiti dalle #Cougar e dai #Coreografi. Dopo un testa a testa tra #Coinquilini e #Cattive, queste trovano un passaggio e ripartono, lasciando l’altra coppia a fronteggiare le #Immigrate. Gli #Eterosessuali intanto sono in netto svantaggio, sono gli ultimi a ripartire. Allo stop, come promesso, arriva il momento dello shopping! I #Coinquilini decidono di investire i loro soldi in una pettinatura alla moda, mentre gli #Etero si recano al mercato a ricomprare tutto, i #Fratelli, i quali spendono i loro soldi in souvenir per i familiari e in cosmetici per Eva. Il parrucchiere è anche la meta delle #Cattive, che rimediano una messa in piega gratis! Tutte le coppie trovano una sistemazione, ma i più fortunati sono i #Coreografi e i #Coinquilini, che rimediano anche un passaggio per il giorno successivo.

    – Guarda la clip “Il piacere dello shopping”>>

    All’alba tutte le coppie ripartono alla volta di Yangon, dalle strade disagiate di campagna si arriva alle trafficate arterie di accesso alla metropoli, l’unica in tutta la Birmania, e al dedalo di strade del mercato della città dove i viaggiatori devono compiere una missione molto difficile: mangiare quattro spuntini locali: noodles, zampe di gallina, grilli fritti e cervello di maiale. Per tutti i noodles sono facili da ingurgitare ma molti concorrenti hanno un vero rifiuto per i grilli, tanto da sentirsi male e vomitare.

    – Guarda la missione “Street food al mercato di Yangon”>>

    Le #Cougar assaggiano il cervello di maiale

    Le #Cougar assaggiano il cervello di maiale

    Costantino attende i viaggiatori al monastero di Miang Aung. I nostri viaggiatori dovranno raggiungere le monache nella loro stanza di lettura. Ognuna di loro legge ad alta voce il proprio mantra: sono 100, tra queste alcune alternano alle preghiere una frase in italiano. I viaggiatori dovranno comprendere correttamente la frase, scriverla su una lavagnetta e portarla ad una monaca che darà loro indicazioni per raggiungere il traguardo finale: i più veloci si aggiungeranno ai #Fratelli e staccheranno il biglietto per la prossima tappa, ma riuscire a decifrare le parole delle monache e trovare un passaggio alla volta della Shwedagon Pagoda (la meta finale) non è per nulla semplice.

    – Guarda la missione al tempio di Miang Aung>>

    Una volta giunte alla meta le coppie scoprono la classifica finale. I più rapidi sono stati gli #Sposini, dietro di loro si classificano: le #Cougar, i #Coreografi e le #Cattive, le ultime due arrivate sono le #Immigrate e gli #Eterosessuali, i #Coinquilini, nonostante la penalità iniziale, sono salvi. La decisione, ora, è tutta nelle mani della coppia prima classificata. Pina ed Emiliano, dopo un rapido consulto, decidono di eliminare la coppia che ritengono più forte, ovvero quella degli #Eterosessuali . La loro ultima speranza è nella busta nera che rivela, però, che questa tappa è una tappa eliminatoria. I due accettano di buon grado la sconfitta, lasciando il gioco in maniera molto poetica citando un passo della poesia If di Rudyard Kipling

    – Guarda il momento dell’eliminazione>>

    Finisce così l’avventura in Myanmar di Pechino Express, appuntamento a lunedì prossimo alle 21:10 su Rai2 per proseguire il viaggio attraverso le strade della Malesia

    – Anticipazione: “Nella quinta tappa di Pechino Express”>>

  • FuoriProgrammaUn sedicente professor Migliaccio annuncia dai microfoni di Radio1 che “il 24 settembre alle 8.30 si aprirà la caccia al vegano“. Lo strumento utilizzato sarà l’arpione mentre “fettine di prosciutto saranno utilizzate per frustare i malcapitati“. È uno degli spot realizzati da Fiorello e Baldini per annunciare la ripresa di Fuori programma, lo show che andrà in onda su Radio1 da mercoledì 24 settembre alle 8.30 e in replica alle 13.30 con un’edizione  flash alle 18.50.
    Ascolta l’anteprima di oggi

     

    Sigla di Jovanotti, che lancia la “Radio mamma”, il nuovo claim della rete diretta da Flavio Mucciante. Il controcanto ironico all’informazione istituzionale, che domani e martedì avrà un’anteprima di “prove tecniche di trasmissione” con l’intervento dei due conduttori, dopo il Gr1 delle 8.00.

    Fuori programma è un varietà che nasce ogni giorno dall’improvvisazione di Fiorello e Baldini, lo studio-regia è il dehor di un bar di Roma nord, il cast è composto da personaggi della vita reale, “scoperti” dai due showmen, il sottofondo sono i rumori della città che si sveglia. Tutto ripreso e trasmesso con il solo ausilio di uno smartphone. “Il programma più moderno della radio italiana – ribadisce il direttore di rete Flavio Muccianteun modello produttivo, che è già nel futuro, flessibile ed efficace per il genere di trasmissione più difficile da realizzare: il varietà con musica live“.

    In arrivo molte sorprese e nuovi personaggi, tra i quali la presidente della Camera Laura Boldrini e l’atteso ritorno di alcuni dei protagonisti delle imitazioni di Fiorello: il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis con sindrome da acquisto compulsivo di qualsiasi cosa, compresa l’intera isola di Capri per andare in vacanza; il cardinale Tarcisio Bertone, impegnato a dirigere il traffico con tanto di navigatore satellitare nella sua “umile dimora romana”;  Beppe Bergomi, che si rivolge ossessivamente ad un collega di telecronache, identificandolo in qualsiasi altro interlocutore,  e l’immancabile nonna di Matteo Renzi, che recrimina contro il nipote, reo di non andarla mai a trovare ma pronta a difenderlo con decisione da qualsiasi attacco, come quando la trovarono a spaccare uno ad uno i cd di Piero Pelù, dopo la requisitoria del rocker dal palco del Primo Maggio.

    Visita il sito

    Ascolta gli extra della scorsa stagione

     

     

  • candidato_blog_336 Martedì 23 settembre, alle 23:50 circa su Rai 3, in chiusura della puntata di Ballarò, partirà “Il candidato – Zucca presidente”, la prima serie in Italia che tratta il tema della politica, tanto da essere stata definita la “House of cards” italiana, sebbene si discosti dal modello americano per la lettura in chiave satirica e il format del tutto originale e innovativo.
    “Il candidato” racconta l’esilarante corsa alla presidenza del consiglio di Piero Zucca (interpretato da Filippo Timi), un ex postino dall’animo candido e il basso quoziente intellettivo, che si trova per caso a vincere le primarie di un importante partito italiano e a intraprendere una carriera politica senza alcuna esperienza nel settore.

    Guarda il trailer de “Il candidato” presentato alla fine della prima puntata di Ballarò >>

     

    In 20 puntate da 5 minuti l’una, seguiremo i ‘progressi’ dell’ingenuo Zucca, guidato nella sua scalata al successo da un team di spregiudicati esperti della comunicazione (Lunetta Savino, Bebo Storti, Antonio Catania, Christian Ginepro, Marina Rocco, Flavio Furno), convinti che un candidato si possa fabbricare e vendere come se fosse un qualsiasi prodotto di consumo. Certo Zucca è un caso disperato e ha un’incredibile predisposizione a fare la cosa sbagliata al momento sbagliato. L’astuzia degli esperti che lo accompagnano, però, è pari solo al loro cinismo e in ogni puntata troveranno il modo di volgere a loro vantaggio anche i disastri più indifendibili.

    La serie è stata presentata in questi giorni al Roma Fiction Fest, dove abbiamo incontrato alcuni dei protagonisti che ai microfoni di Rai.tv hanno tracciato il profilo dei loro personaggi.

    Guarda l’intervista a Filippo Timi >>

     

    Nel cast, tra gli altri, Bebo Storti interpreta Alfredo Calligaris, il dirigente di partito che sostiene la candidatura di Zucca, un ‘trafficone’ che conosce bene il mondo della politica perché è passato da un partito all’altro cercando sempre di restare a galla, anche grazie a una notevole dose di ipocrisia e pelo sullo stomaco. Lunetta Savino invece è Bianca De Mojana, il capo staff della campagna di comunicazione di Piero Zucca, che considera il candidato un vero inetto, ma, essendo molto ambiziosa, cinica e spregiudicata, accetta la sfida: trasformare l’ex postino in un politico credibile, o, soprattutto vendibile.

    1410508495063BIANCA-DE-MOJANA_Lunetta-Savino_260Guarda l’intervista a Lunetta Savino e Bebo Storti >>

     

    1410508581715ALFREDO-CALLEGARIS_Bebo-Storti_260Guarda le schede dei personaggi >>

    Tratto dal format francese di grande successo, “Hénaut Président!” di Michel Muller, “Il Candidato”, diretto da Ludovico Bessegato (già ideatore della web serie “Kubrick – Una storia porno”), è prodotto dalla CROSS Productions di Rosario Rinaldo in collaborazione con RaiFiction. Dopo la positiva esperienza di “Una Grande Famiglia – 20 anni prima”, anche “Il Candidato” punta ad avere come destinazione sia il piccolo schermo che il web. L’adattamento italiano è curato dagli autori de La Buoncostume, i giovani sceneggiatori: Carlo Bassetti, Fabrizio Luisi, Simone Laudiero, Pier Mauro Tamburini.

    Il format
    Ogni puntata è ambientata interamente in una location ed è raccontata attraverso un solo punto macchina, di lunghezza focale variabile. Una scelta stilistica molto netta, che tende a mettere al centro del racconto i personaggi, il dialogo e i tempi degli attori. Il frequente cambio di location tra le diverse puntate permette, tuttavia, di diversificare facilmente ambienti e situazioni.

     

    Guarda il promo >>

    Vai al sito ufficiale >>