Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • “Quanto manca”, il varietà di seconda serata di Rai2

      quanto_manca_blogA partire da lunedì 20 ottobre prende il via il nuovo varietà condotto da Katia Follesa, con Nicola Savino e Rocco Tanica. In seconda serata su Rai2

    • Torna Amore Criminale, da lunedì su Rai3

      Amore criminale“Amore Criminale” torna su Rai3, tutti i lunedì in 1^ serata a partire dal 20 ottobre. A condurre questa 15^ edizione sarà ancora una volta l’attrice Barbara De Rossi. Tra le novità, la presenza di Veronica De Laurentiis

    • Impazienti: Tortora e Bertolino insieme su Rai2

      impazienti_4blogTorna la coppia comica formata da Max Tortora ed Enrico Bertolino, protagonisti della corsia di un ospedale nella nuova sketch-com, in onda da lunedì 20 ottobre alle 21:00, dal lunedì al venerdì su Rai2

    • Radio3, oggi la Giornata ProGrammatica

      Giornata ProGrammaticaDopo il successo della scorsa edizione torna la maratona dei programmi di Radio3 con le scuole d’Italia per valorizzare la nostra lingua. Tema di quest’anno, la punteggiatura

    • Al via il “Festival internazionale del film di Roma”

      Romacinemafest_2014_blogLa nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma si svolgerà dal 16 al 25 ottobre 2014 all’Auditorium Parco della Musica. La Rai darà ampia copertura agli eventi del festival attraverso i principali media di comunicazione: tv, radio, web e social network

  • 3/3/2014 ore 17:28

    Un saluto al “Maestro di Vho”

    Commenti 0

    CIPI336Nello speciale “Questo l’ho letto io”, lo speciale dedicato alle videorecenzioni dei piccoli lettori, non potevano non far capolino due libri del “maestro di Vho”, Mario Lodi, che si è spento ieri a Drizzona, vicino a Piadena, a 92 anni, dopo una vita dedicata alla scuola e ai bambini.
    Cipì (edito nel 1961), la storia di un uccellino combina guai che sulla strada della crescita si imbatte in tante peripezie, è diventato un vero e proprio besteller.

    E la piccola Gaia ce lo consiglia semplicemente “perché è molto divertente” . Guarda il video

    Con il suggerimento di Gaia ricordiamo così Mario Lodi,  insegnante, scrittore,pedagogista, infaticabile creatore di storie, che ha messo la sua firma su moltissimi titoli come “I Quaderni di Piadena”, “Il paese sbagliato”, “La mongolfiera”, “La città sottosopra”, “Il drago del vulcano e altre storie”, “Il Paese sbagliato”, soltanto per citarne alcuni.
    Classe ’22, innovatore della scuola italiana già dal dopoguerra, attento alla sensibilità dei ragazzi posti al centro di ogni attività educativa (e con cui ha pubblicato anche alcuni testi, tra cui lo stesso Cipì), Mario Lodi lascia una preziosa eredità narrativa e intellettuale, che ha segnato la strada di una autentica cultura dell’infanzia che mette al centro il bambino, il suo vissuto, la sua sensibilità.

    E di cui si trovano tracce in libri come “C’è speranza se questo accade a Vho”, “Cominciare dal bambino”, “Il Paese Sbagliato”, “La scuola e i diritti del bambino”.

    Un impegno infaticabile nell’educazione che lo ha visto protagonista e partecipe nel pensare alle pratiche educative grazie anche all’Associazione Culturale Casa delle Arti e del Gioco, che lui stesso ha fondato nel 1990 come luogo di sperimentazione della creatività e dei nuovi linguaggi,e diventata nel tempo anche punto di riferimento per molti insegnanti.

    Cosa pensava di fare da grande, il “maestro di Vho?”: “Volevo fare il falegname, vivere in una segheria tra trance e pialle, sgorbie e lime. Il mio modello era Geppetto, l’artigiano di Collodi. Sì, volevo essere come Geppetto con Pinocchio”, disse Mario Lodi.

    Un rapporto diretto con la materia del creare, già nei suoi sogni di bambino, dove la motivazione affettiva era evidentemente alla base dello stesso atto creativo.

    Lo sviluppo dell’intelligenza e dell’inventiva del bambino – dirà Lodi, “da grande” – passano attraverso la conoscenza profonda della vita stessa del bambino, della sua realtà più prossima, e ogni processo educativo matura grazie all’interiorizzazione di una esperienza intellettuale come emotiva.
    Frugare fra le pieghe della realtà di un bambino, essere continuamente aperti al dialogo, ragionare intorno a parole chiave come Cooperazione e Solidarietà: nel documentario di Vittorio de Seta dedicato all’indagine del mondo della scuola in Italia (anno 1979), Mario Lodi parla dell’esperienza scolastica che deve essere vissuta dal bambino come “impegno interessato”, utile a soddisfare l’esigenza motoria, sociale, di conoscenza dello stesso.

    “Premio Unicef 2005 Dalla parte dei bambini” “per aver dedicato tutta la sua vita ai diritti dei bambini perché avessero la migliore scuola possibile”, Mario Lodi ha continuato ad essere attivo fino alla fine dei suoi giorni.

    Un secondo titolo firmato Lodi che spunta nel nostro speciale “Questo l’ho letto io” è il “mistero del cane”.
    Perché consigliarlo? Lasciamo ovviamente la parole ad una piccola lettrice, e con il suo libro salutiamo il “maestro di Vho”, anche autore di “La tv a capotavola”….

     

  • dalla-rumor-blogE’ dedicata a Lucio Dalla la nuova puntata di “Unici”, in onda martedì 4 marzo alle 21.10 su Rai2.

    Dopo le puntate dedicate a Mina, Roberto Bolle, Francesco Guccini ed Andrea Bocelli, Rai2 con

    Unici – Lucio Dalla… A modo mio” rende omaggio alla musica, alla poesia e all’arte dell’indimenticabile cantautore italiano, proprio il giorno in cui avrebbe festeggiato il suo 71° compleanno.

    Artista straordinario e multiforme che ha lasciato un patrimonio di canzoni diventate pietre miliari della musica italiana, Lucio Dalla è stato un vero e autentico innovatore, capace di cambiare strada continuamente per andare dove il suo talento lo avrebbe condotto.

    E sono appunto le tante facce e le strade di Lucio raccontate da  Giorgio  Verdelli nel programma, attraverso le grandi canzoni, i  luoghi del cuore ed i suoi amici, perché Lucio Dalla è stato clarinettista e talent scout, genio incompreso e superstar popolare, marinaio ed attore, bolognese doc ma anche napoletano, pugliese e siciliano.

    Unici” racconta l’ironia, la creatività ma anche la fede dell’artista, un credente “a modo suo” che scriveva canzoni persino in chiesa.

    Nel programma sono presenti numerose testimonianze. A partire da quella di Francesco De Gregori, che per la prima volta dalla scomparsa di Dalla ricorda in tv l’amico e collega, e raccontando la lunga collaborazione artistica, che ha portato alla realizzato di dischi e tour come “Banana Republic”.

    - Francesco De Gregori parla dell’amico di sempre Lucio Dalla >>
    Tra gli interventi anche quelli di  Renato Zero, Ron, Luca  Carboni, Pupi Avati, Piera degli Esposti, Gaetano Curreri, Samuele Bersani, Federico Zampaglione,Vincenzo Salemme, Marco Mengoni, Gigi D’Alessio, Attilio Fontana, Mauro Malavasi, Marco Alemanno e il teologo Vito Mancuso, tra documenti d’epoca, concerti, filmati, foto e registrazioni inedite.

    - Guarda la Fotogallery  di “Unici – Lucio Dalla… A modo mio” >>

    Tra le curiosità una conversazione tra Lucio Dalla e Federico Fellini sulla musica e la grande passione sportiva narrata da Dan Peterson e da alcuni ex membri della Virtus Basket di Bologna.