Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 24/1/2014 ore 18:46

    La Rai per il 14^ Giorno della Memoria

    Commenti 0

    La Rai per il Giorno della Memoria

    Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
    ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

    – La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

    Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
    E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

    Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
    E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

    – Vai allo speciale di Rai.tv >>


    A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
    :

    Un’ampia copertura informativa degli eventi legati al “Giorno della Memoria” sarà assicurata da Rainews24, da Tg1, Tg2, Tg3, dai Tgr e dai Grr.

    – Vai allo speciale di RaiNews  >>


    Rai1

    Lunedì 27 gennaio UnoMattina, La Vita in Diretta e Porta a Porta dedicheranno spazi particolari al ricordo della Shoah. Alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione  deportazione degli ebrei dell’isola di Rodi.
    Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
    A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

    Rai2
    Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
    Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaia di ebrei dalla violenza nazista. Alle 11:00 “I fatti vostri” aprirà la puntata con un’intervista al signor Enrico Vanzini, che durante la seconda guerra mondiale fu prigioniero nel campo tedesco di Dachau.
    Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

    Rai3
    Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
    Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
    Anche Agorà, Pane quotidiano e Geo dedicheranno spazi particolari al tema. Alle 13:10 (e in replica alle 20:30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
    Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

    Rai5
    La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
    Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
    La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
    Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
    Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
    La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

    Rai Educational
    Rai Educational dedica l’intero palinsesto di Rai Storia e Rai Scuola al Giorno della Memoria con approfondimenti e documentari in ricordo delle vittime della Shoah.
    Su RaiStoria il 27 gennaio alle alle 15:30 andrà in onda “Mille papaveri rossi” importante testimonianza filmata rilasciata al regista Daniele Segre da Giuliana Fiorentino Tedeschi, deportata nel lager nazista di Auschwitz/Birkenau. Alle 17:00 uno speciale dedicato alle vittime della Shoah con interviste a Lia Levi, Elio Toaff, Pietro Tarracina, Nedo Fiano e Romeo Rubino Salmoni, tratte dalle Teche Rai. Alle 20:30 la replica de “Il Tempo e la storia” con “Viaggio verso i lager”. Alle 21:15 il documentario “I bambini di Bullenhuser Damm“. Alle 22:15 il film “La Tregua” di Francesco Rosi, tratto dall’omonimo romanzo di Primo Levi del 1963.

    Anche i canali specializzati Rai Premium e Rai Movie il 27 gennaio si occuperanno della ricorrenza, rispettivamente alle ore 21:00 con il film “Mi ricordo di Anna Frank” e alle 23:00 con “Adam resurrected”.

    Radio3
    Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
    Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

    Rai Junior
    Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
    Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

    – Segui le dirette in streaming su Rai.tv >>

  • 23/1/2014 ore 19:39

    L’Olocausto raccontato ai ragazzi

    Commenti 0

    olocausto336Che cos’è la Giornata della Memoria? Cosa significa la parola Shoah? E perché è importante la Giornata della Memoria?

    Per non dimenticare quanto è successo in uno dei capitoli più terribili della storia del Novecento, vi presentiamo uno speciale diretto ai più giovani ma anche ai loro genitori e ai docenti delle scuole elementari e medie.

    Brevi ma efficaci contributi video e non solo per ragionare e stimolare discussioni e approfondimenti in famiglia come in classe.

    Luisa Mattia, storica autrice de “La Melevisione” e brillante scrittrice per ragazzi, ci spiega quale è il modo migliore per insegnare ai ragazzi a riflettere sul Giorno della Memoria, e ci consiglia libri freschi di stampa e libri storici che affrontano il delicato tema.

    Diversi sono le pubblicazioni e le storie che narrano in vario modo quei terribili anni: “Un sacchetto di biglie”, “L’amico ritrovato”, “Il bambino con il pigiama a righe”, tanto per citarne alcuni; e per i giovanissimi “La portinaia di Apollonia”, “Il mestolo di Adele”, “Che cos’è l’antisemitismo” e tanti altri. Andate sul sito e troverete consigli di libri e film!

    All’interno dello Speciale “Giorno della Memoria spiegato ai ragazzi” potrete trovare anche la scrittrice Nadia Terranova che legge “Bruno, il bambino che imparò a volare”!

    Per non dimenticare.

    Vai al sito

  • BR_blogDomenica 26 gennaio in prima serata su Rai1 parte “Braccialetti rossi“, la serie tv in 6 puntate diretta da Giacomo Campiotti e prodotta da Palomar e Rai Fiction.

    La serie, che si avvale del sostegno di Apulia Film Commission, è la riproposizione della serie catalana campione di ascolti POLSERES VERMELLES creata da Albert Espinosa e Pau Freixas e prodotta da Filmax Entertainment per TV 3 Televisio de Catalunya, i cui i diritti di remake per gli Stati Uniti sono stati acquistati da Steven Spielberg.

    Guarda le clip in anteprima della serie tv>>

    Braccialetti rossi“, girata in Puglia, è una storia di amicizia, valori e vita, una favola moderna sulla forza della condivisione, che ha per protagonisti sei ragazzi che il destino fa incontrare all’interno di un ospedale e che formano un gruppo: ragazzi che ridono, giocano, piangono e si emozionano, come solo i giovani sanno fare.

    LEO (Carmine Buschini) è il Leader, forte, coraggioso, sempre pronto a dare sostegno agli altri. Ma anche sensibile, delicato, sotto la sua scorza di duro.
    VALE (Brando Pacitto) è il Vice-Leader, più riflessivo e calmo, più attento alle piccole cose, alle sfumature, ai bisogni anche inespressi degli altri.
    CRIS (Aurora Ruffino) è la Ragazza, in ogni gruppo di amici ce n’è almeno una, e lei – che è confusa e in cerca di se stessa – grazie agli altri troverà il coraggio per reagire, e alla fine lasciarsi andare e innamorarsi.
    DAVIDE (Mirko Trovato), il Bello, è il meno affascinato dal gruppo che si sta formando: non vede l’ora di andarsene da lì, è sfrontato, aggressivo, ma i cambiamenti sono vicini e le prove che lo attendono lo faranno maturare.
    TONI (Pio Luigi Piscicelli), il Furbo, è quello che tiene tutti su di morale anche nei momenti più difficili. E’ un ragazzo speciale e gli altri ben presto se ne accorgeranno.
    ROCCO (Lorenzo Guidi) è l’Imprescindibile, così fondamentale che senza di lui il gruppo smetterebbe di esistere, e presto scopriremo il perché. Tutti loro troveranno nel gruppo dei veri amici, come non ne hanno mai avuti.

    Guarda l’intervista ai sei ragazzi protagonisti>>

    BR_blog2

    Questi sono i BRACCIALETTI ROSSI: con la loro intelligenza, fantasia e ironia, con il loro amore per la vita ci faranno entrare in un mondo reale e favoloso, duro, avventuroso, e commovente – proprio come è la vita.

    L’amicizia, la volontà di sopravvivere, il coraggio e la voglia di superare se stessi sono alcuni dei temi di questa serie che unisce il grande romanzo di formazione, la commedia agrodolce del quotidiano e le fresche venature del “teen drama”.

    La ricca colonna sonora della serie si compone di 9 canzoni inedite firmate da Niccolò Agliardi, anche supervisore dei brani editi della fiction, che si alternano a 5 successi già noti al grande pubblico di artisti italiani del calibro di Laura Pausini, Tiziano Ferro, Emma Marrone, Vasco Rossi, Emis Killa.
    I 9 brani sono nati sul set e devono la loro unicità emotiva e musicale al forte legame creatosi tra i testi delle canzoni, i giovani attori e le storie raccontate.
    Le musiche originali di commento sono di Stefano Lentini.

    Il video ufficiale della colonna sonora proposta da Niccolò Agliardi & The Hills>>

    Nel cast troviamo tra gli altri: Laura Chiatti, Michela Cescon, Carlotta Natoli, Giampaolo Morelli, Giorgio Colangeli, Ignazio Oliva, Simonetta Solder, Federica De Cola, Andrea Tidona, Vittorio Viviani, Lele Vannoli, Carmelo Galati, Niccolò Senni, Francesca Valtorta.

    Guarda l’intervista al regista e al cast>>

    Scopri il sito di BRACCIALETTI ROSSI>>

  • 21/1/2014 ore 15:24

    Su Rai2 c’è un Boss in incognito

    Commenti 0

    Boss_bBoss in incognito” è il nome del nuovo format che segna il ritorno su Rai2, da lunedì 27 gennaio alle 21:05, di Costantino della Gherardesca.

    – Vai al sito e guarda i promo >>

    Il conduttore, dopo aver guidato l’avventura asiatica di Pechino Express, questa volta si cala nelle vesti di narratore per la versione nostrana del programma inglese, campione di ascolti, “Undercover Boss“: un reality-game che mette a confronto il “boss” di una fabbrica con i suoi dipendenti. In ognuna delle quattro puntate previste, infatti, il capo di una importante realtà imprenditoriale camufferà il proprio aspetto, assumerà un nome fittizio e passerà “dall’altra parte“, fingendo di essere un disoccupato protagonista di un documentario sul tema del reinserimento lavorativo in fabbrica e, per questo, sarà costretto a lavorare per una settimana a contatto con i propri dipendenti, prendendo ordini da loro e ricoprendo, di volta, in volta diverse mansioni. Quali saranno le reazioni degli ignari colleghi quando scopriranno, alla fine, che la persona con cui hanno lavorato, a cui hanno dato ordini, con cui hanno scherzato o a cui hanno confessato le proprie insofferenze lavorative è proprio il loro capo?

    Dietro le quinte, il nostro Costantino racconterà l’esperienza del “boss”, sottolineando con la sua verve pungente il rapporto instauratosi tra boss e dipendenti.

    Protagonista della prima puntata è David Hassan, proprietario di un’importante realtà nel campo dell’abbigliamento romana che vuole capire come ottimizzare ogni particolare della filiera produttiva della sua azienda e per questo ha deciso di andare sotto copertura per scoprire come lavorano i suoi dipendenti. Nel corso della puntata vedremo Hassan nelle vesti di magazziniere, autista delle consegne, operaio e persino commesso.

  • 20/1/2014 ore 18:42

    Rai in ricordo del Maestro Claudio Abbado

    Commenti 0

    abbado-claudio-morte-rumorIl grande maestro e direttore d’orchestra Claudio Abbado si è spento a Bologna alle 8.30 di  lunedì 20  gennaio.

    Rai.tv rende omaggio al grande artista ricordando i passi della sua carriera.

    Guarda lo speciale di Rai.tv >>

    Lunedì 20 gennaio:

    Rai1 ricorderà il Maestro  nel programma  “Porta a Porta”   che dedicherà alla figura del grande direttore d’orchestra l’anteprima della durata di 20 minuti.

    Rai3 alle 20.05 trasmetterà uno “Speciale Che tempo che fa” tratto dalle tante partecipazioni del Maestro alla trasmissione.

    Rai5 alle 21.15 saranno trasmesse la Sinfonia n.6  in fa maggiore op. 68 “Pastorale” (dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma) e la Sinfonia n.9  in re minore op. 125 (dall’Auditorium della Filarmonica di Berlino) di Beethoven, eseguite dai Berliner Philarmoniker diretti da Claudio Abbado.

    Radio3 Suite proporrà alle 22:50, la seconda parte del concerto registrato a Ferrara il 12 aprile 2013. In programma  il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in do maggiore op. 15 di Ludwig van Beethoven, al pianoforte Martha Argerich, musicista che da sempre ha accompagnato la sua attività a quella del grande direttore d’orchestra. Dopo il concerto verrà proposta la recente intervista con Helmut Failoni; quindi personalità, fra cui Mario Brunello, Andrea Lucchesini, Lorenza Borrani, Mario Martone, Alessio Allegrini, Alessandro Carbonare, Ernesto Schiavi e Massimo Biscardi, ricorderanno il Maestro.

    Su Radio1 sono in preparazione servizi e interventi in “Zapping 2.0Claudio Abbado,Ferrara 2010ore 19:40-21:00 e in “Prima di tutto” di martedì 21ore 6:00-9:00.

    Martedì 21 gennaio:

    All’1.35 il programma “Prima della Prima” trasmetterà l’opera “Simon Boccanegra” dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, diretta dal maestro. Dalle ore 7:00 e alle ore 16:50 e giovedì 23 alle ore 7:00 verrà trasmessa la Sinfonia n.5 in do minore op.67 di Beethoven, nell’esecuzione dei Berliner Philarmoniker, diretti da Claudio Abbado.

    Il concerto del Mattino di Radio3 ricorderà Claudio Abbado, con l’esecuzione della Sinfonia n. 3 in la minore op 56 “Scozzese” di Felix Mendelssohn-Bartholdy eseguita dalla Mahler Chamber Orchestra lo scorso 12 aprile 2013 al Teatro Comunale di Ferrara.

    Giovedì 23 alle 21.15 sarà trasmessa l’opera “Così fan tutte” di Mozart, diretta da Claudio Abbado, dal Teatro Comunale di Ferrara, che sarà riproposta alle 10.00 di domenica 26.

    La Barcaccia di Radio3 dedicherà l’intera settimana al ricordo di Claudio Abbado con interventi tratti dalla sua vasta discografia dedicata all’opera.

    Sabato 25 alle 11:20 “puntata speciale Abbado” di Momus  di Radio3 con Sandro Cappelletto.

    blog rai morto-claudio-abbadoL’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e il suo Direttore principale Juraj Valcuha si uniscono al cordoglio per la perdita del Maestro Claudio Abbado, che fin dagli esordi della sua carriera aveva collaborato con le compagini sinfoniche della Rai, dedicandogli il concerto di questa settimana, in programma giovedì 23 alle 20.30 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, trasmesso in diretta su Radio3 e in streaming audio-video sul sito www.osn.rai.it e replicato venerdì 24 gennaio, sempre alle 20.30. Protagonista il pianista russo Arcadi Volodos, reduce dai recenti successi al Festival di Salisburgo, al Musikverein di Vienna, alla Philharmonie di Berlino e da una trionfale tournée con il Gewandhaus di Lipsia. In programma il Concerto n. 1 in si bemolle minore op. 23 per pianoforte e orchestra di Pëtr Il’ic Cajkovskij, stroncato sul nascere dal grande pianista Nikolaj Rubinštein ma successivamente divenuta una delle più celebri pagine del repertorio pianistico.