Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 15/5/2013 ore 14:06

    Porta a Porta racconta in TV le vostre storie

    Commenti 0

    A Voi la parola
    Storie di difficoltà quotidiane, storie di chi fatica a trovare lavoro, pagare il mutuo, le spese di casa o arrivare a fine mese, ma anche storie di “speranza”, di chi ce l’ha fatta, di idee che si sono trasformate in realtà concrete, di chi è andato controcorrente e ha realizzato un sogno.

     

    Sono tanti gli utenti del sito portaaporta.rai.it che contattano quotidianamente la redazione del programma attraverso i social network facebook e twitter per commentare le vicende di cronaca, l’attualità e la politica.

    In molti raccontano le proprie storie e per questo Porta a Porta sta cercando di dare al proprio pubblico un giusto spazio all’interno delle puntate televisive.

     

    Sono stati invitati Edoardo, Francesco e Villy, dei ragazzi ventenni che in misura diversa si stanno confrontando con un mondo del lavoro sempre più ristretto e competitivo, e che hanno trovato delle risposte molto differenti tra loro.

    + La storia di Edoardo Scarpellini
    + Edoardo Scarpellini, imprenditore milanese
    + L’intervento di Edoardo Scarpellini
    + L’intervento di Francesco Tropeano
    + Villy De Luca, avvocato, vive e lavora a Londra

     

    La puntata del 1 maggio 2013 è stata la prima in cui Porta a Porta ha ospitato in studio non i politici, ma la gente comune: persone che hanno perso il lavoro, che lo cercano o che faticano a conservarlo, e anche persone che sono riuscite a concretizzare brillanti idee di successo.

    + “Signori politici, ora parliamo noi” – Porta a Porta del 1/5/2013

     

    Nella puntata di domani 16 maggio 2013 parteciperanno Francesca e Andrea, una giovane coppia che ha deciso di “mollare tutto e andare via“, e Giuseppe, un piccolo imprenditore sardo che vive sulla sua pelle e quella della sua famiglia, il peso di un sistema bancario e di imposizione fiscale sempre più pressante.

     

    Proprio per questo siete tutti invitati a partecipare, a dire la vostra, a raccontare il vostro quotidiano con la certezza di essere ascoltati e di avere la possibilità di portare in televisione la vostra parola. Porta a Porta continuerà a dare spazio alle vostre storie e a tenervi aggiornati su quelle raccontate finora.

    + [link] “A voi la parola”, partecipa anche tu

     

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.