Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • festival-rumorsCostruire il palinsesto ideale, la sequenza perfetta di programmi per i quali valga la pena di tenere accesa la televisione per tre giorni consecutivi.

    È questo il principale obiettivo della seconda edizione del Festival della Tv e dei Nuovi Media, che si tiene a Dogliani dal 3 al 5 maggio 2013.

    Un Festival accessibile e gratuito che porterà in piazza Umberto I i grandi temi della comunicazione contemporanea multipiattaforma, attraverso una combinazione di incontri dedicati all’attualità, all’approfondimento, all’inchiesta, alla cultura e all’intrattenimento.

    Federica Mariani, direttore artistico della rassegna: “A Dogliani si confronteranno i vertici dei principali broadcast nazionali, parleranno i protagonisti di carriere televisive immense e si racconteranno gli inventori di reti minuscole che da un monolocale di Partinico provano a mettere in crisi la criminalità organizzata. Proveremo insomma a costruire il palinsesto ideale, la sequenza perfetta di programmi per i quali valga ancora la pena di accendere la televisione”.

    Rai.tv,  Media Partner della manifestazione, trasmetterà in streaming tutti gli eventi.

    – Segui in diretta streaming, tutti gli eventi >>

    programma-ok-dogliani

    In tutto sono 63 personaggi che si alterneranno. Si parte venerdì mattina con il mestiere di doppiatori (Il doppiaggio in diretta: Law&Order, Scandal e I Borgia) con Gino La Monica e Olivia Manescalchi, voci italiane di attori come Dustin Hoffman, Jack Nicholson, Chris Nolt e Kerry Washington.

    Poi spazio allo sport, con protagonista la Juventus e il suo presidente Andrea Agnelli, che spiegherà Bianconeri a colori: la Juventus nell’era dei Nuovi Media, insieme con Evelina Christillin, Fabio Caressa e Maurizio Crosetti di Repubblica.

    Nel pomeriggio dopo Lucia Annunziata sui Nativi digitali al voto, ecco il direttore de La Stampa Mario Calabresi discutere con Luciana Littizzetto, Linus e Carlo Antonelli di Radio e tv: andata e ritorno.

    Subito dopo uno degli eventi del Festival: il dibattito a tre voci sul futuro della tv che metterà attorno allo stesso tavolo Luigi Gubitosi, direttore generale Rai, Fabio Vaccarono di Google Italia e Andrea Zappia, Ad di Sky Italia moderati ancora da Calabresi.

    Spazio poi a Massimo Gramellini, vicedirettore de La Stampa che chiacchiererà con Alessandra Comazzi, critica tv.

    Fra gli appuntamenti della kermesse più attesi quello con Pippo Baudo, un monumento della tv italiana che si racconterà con Fabrizio Del Noce sabato pomeriggio.

    Poi, il giorno dopo, Piero Chiambretti con Storia dell’Italia e degli italiani, un viaggio attraverso vent’anni di carriera e la cabarettista Geppi Cucciari. Chiuderà la rassegna il dibattito ‘Un orizzonte per il nostro Paese’ con Carlo De Benedetti, presidente dell’Espresso intervistato da Stefano Folli, editorialista del Sole 24 ore e Lilli Gruber, conduttrice di Otto e mezzo su La7.

    E di politica si parlerà anche nel giorno d’esordio quando, Giovanni Minoli, intervisterà il sindaco di Firenze Matteo Renzi, il volto emergente della politica italiana» secondo il format collaudato del faccia a faccia.

    Roberto Saviano la sorpresa finale del secondo “Festival della tv e dei nuovi media”. L’autore di “Gomorra ” e di “ZeroZeroZero” ha accettato l’invito degli organizzatori e arriverà nella piccola capitale delle Langhe sabato all’ora di cena, subito dopo la “lectio magistralis” di Ezio Mauro, direttore di Repubblica, su “I giornali nell’era di Internet”. Saviano parlerà per un’ora dal palco di piazza Umberto I della sua carriera di scrittore ma anche della vita da ostaggio cui l’ha costretto il coraggio della denuncia.

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.