Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 30/4/2013 ore 8:00

    Primo Maggio: la musica per il Nuovo Mondo

    Commenti 1

    primomaggio_blogIl tradizionale concerto organizzato da CGIL, CISL e UIL a Piazza San Giovanni a Roma per la Festa dei Lavoratori, trasmesso in Tv da Rai3 e in streaming web su Rai.tv, è stato segnato, quest’anno, dal tema “Musica per il nuovo mondo. Spazi, radici, frontiere”. Il tema indica, nelle parole dell’organizzatore Marco Godano la possibilità della musica di “riuscire a creare dei nuovi spazi in determinati momenti storici“.

    Sul palco di Piazza San Giovanni sono attesi, quest’anno, alcuni tra i nomi più gettonati della scena musicale italiana: Elio e le storie tese, Max Gazzè, Cristiano De Andrè, I Ministri, Africa Unite, Marta sui Tubi, Motel Connection, Enzo Avitabile e i bottari, Management del dolore post operatorio e Marco Notari. Padrona di casa è stata l’attrice Geppi Cucciari.

    I primi ad esibirsi sul palco sono sei gruppi selezionati tramite il contest 1M Festival che hanno l’onore di aprirono l’anteprima del concerto. Tra le sei band è attivo un televoto che porterà alla proclamazione del vincitore del contest

    – Guarda l’esibizione dei Crifiu>>
    – Guarda l’esibizione degli Aeguana Way>>
    – Guarda l’esibizione degli Almamediterranea>>
    – Guarda l’esibizione de Le Metamorfosi>>
    – Guarda l’esibizione di Honeybird and The Birdies>>
    – Guarda l’esibizione dei Toromeccanica>>

    Vincitori del contest sono stati i Crifiu.

    Il “concertone” vero e proprio inizia con l’annuncio dell’arrivo sul palco del musicista napoletano Enzo Avitabile, primo tra i big attesi nella giornata. Avitabile, accompagnato dall’ensemble I Bottari riscalda la piazza con il ritmo della tarantella
    – Guarda l’esibizione di Enzo Avitabile>>

    A San Giovanni non è solo la festa della musica, ma si parla anche di lavoro, di precari, di giovani. Per questo sale sul palco, accompagnata dall’attrice Emanuela Grimalda, la ricercatrice Allegra Via che racconta la sua storia di ricercatrice precaria
    – Guarda l’intervento di Allegra Via e Emanuela Grimalda>>

    E’ poi il turno degli Africa Unite, che si presentano sul palco riproponendo la loro storica formazione
    – Guarda l’esibizione degli Africa Unite>>

    Dal palco di Sanremo a quello di San Giovanni arrivano i Marta sui Tubi che eseguono, tra gli altri brani, “Dispari” e “Vorrei
    – Guarda l’esibizione dei Marta sui Tubi>>

    Geppi Cucciari annuncia poi la rock-band milanese de I Ministri. Il gruppo esegue alcuni dei suoi pezzi più celebri e la folla sembra apprezzare
    – Guarda l’esibizione de I Ministri>>

    Continua l’excursus sul mondo del lavoro: l’operatrice di call center in cassa integrazione Marina Chimenti racconta il suo lavoro, aiutata dallo scrittore Paolo Nori
    – Guarda l’intervento di Marina Chimenti e Paolo Nori>>

    Entrano quindi in scena i torinesi Motel Connection, progetto curato da Samuel, voce dei Subsonica, che fanno ballare la piazza con il loro set elettronico
    – Guarda l’esibizione dei Motel Connection>>

    E’ ora il momento di uno dei giovani rivelatisi all’ultimo Sanremo: il cantautore salentino Renzo Rubino che canta, tra gli altri brani, proprio la sua “Amami uomo“, premiata dalla critica all’ultimo Festival
    – Guarda l’esibizione di Renzo Rubino>>

    Nel frattempo, dietro le quinte, Geppi Cucciari intervista i segretari delle tre organizzazioni sindacali che tradizionalmente organizzano il concerto: Susanna Camusso per la CGIL, Raffaele Bonanni per la CISL e Luigi Angeletti per la UIL
    – Guarda l’intervista>>

    Entra in scena Marco Notari, cantautore indipendente che ha all’attivo già diversi album di successo
    – Guarda l’esibizione di Marco Notari>>

    Subito dopo tocca ai Management del dolore post-operatorio che chiudono la prima parte del concerto
    – Guarda l’esibizione dei Management del dolore post-operatorio>>

    La serata è aperta dal violoncellista Giovanni Sollima che ha portato in Piazza San Giovanni, per la prima volta, 100 violoncellisti che hanno eseguito una versione per archi dell’Inno di Mameli, e un medley di famose arie d’opera
    – Guarda l’esibizione>>

    E’ il momento della “Nazionale Italiana del Rock”, diretta dal compositore Vittorio Cosma, e che vede, tra gli altri, Enzo Avitabile (sax), Boosta dei Subsonica (tastiere), Fabrizio Bosso (tromba), Stefano Di Battista (sax), Andrea Mariano dei Negramaro (tastiere e sintetizzatori), Federico Poggipollini (chitarra) e Maurizio Solieri (chitarra). I musicisti omaggiano in chiave rock alcuni successi del prog italiano
    – Guarda l’esibizione>>

    Viene chiamata sul palco la giovane imprenditrice Arianna Occhipinti. La ragazza, laureata in economia a Milano, ha deciso di tornare nella natìa Sicilia per coltivare vigne da vino. Il racconto è completato dallo scrittore Flavio Soriga e da dieci giovani agricoltori romani
    – Guarda l’intervento di Arianna Occhipinti>>

    Entra in scena uno degli ospiti più attesi della serata: il compositore Nicola Piovani. Il musicista, al pianoforte, accompagnato da Giovanni Sollima, Fabrizio Bosso e dalla voce di Tosca esegue alcune delle sue melodie più celebri
    – Guarda l’esibizione di Nicola Piovani>>

    Tocca ora a Daniele Silvestri, che entra in scena insieme ai ragazzi di Radio Caos, una radio fatta da ragazzi non udenti per non udenti. Alla fine dell’esibizione il cantautore chiede al pubblico di usare il gesto della lingua dei segni per esprimere un applauso
    – Guarda l’esibizione di Daniele Silvestri>>

    Dopo qualche minuto di attesa, sale sul palco Max Gazzè. Il cantautore e bassista esegue alcuni dei pezzi più celebri del suo repertorio e canta in coppia con Niccolò FabiVento d’estate
    – Guarda l’esibizione di Max Gazzè>>

    E’ il momento di una nuova testimonianza dal “Paese reale”. Parla l’insegnante Giuseppina Grasselli che spiega come bambini nati in Italia, figli di genitori stranieri, debbano aspettare il compimento della maggiore età per essere definiti italiani a tutti gli effetti, pur frequentando scuole italiane e parlando correntemente la nostra lingua
    – Guarda l’intervento di Giuseppina Grasselli>>

    Sono quindi chiamati sul palco Elio e le Storie Tese. Il gruppo infiamma la piazza eseguendo “La canzone mononota” e altri grandi successi come “Born to be Abramo“. Quando sul palco arriva Eugenio Finardi, ‘gli Elii’ intonano “Complesso del Primo Maggio“, brano pensato apposta per la manifestazione
    – Guarda l’esibizione di Elio e le Storie Tese>>

    Vittorio Cosma torna con la sua super-band, questa volta per tributare i grandi cantautori: Lucio Dalla, Francesco De Gregori e Adriano Celentano. A cantare si alternano, tra gli altri, Federico Zampaglione, Erica Mou, Elio, Colapesce, Appino, Cosmo e Ensi
    – Guarda l’esibizione>>

    Conclude la diretta-fiume l’estro di Vinicio Capossela, che si presenta sul palco insieme a La Banda della Posta e conclude la sua esibizione con “un pezzo da ballo”
    – Guarda l’esibizione di Vinicio Capossela>>

  • Commenti

    Un commento

    WP_Modern_Notepad
    • non vedo l’ora di ascoltare dal vivo i negramaro con il loro ultimo singolo! in classifica su itunes!

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.