Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  •  width=Arriva in Italia giovedì 7 marzo alle 21.05 su Rai2 un format televisivo di successo mondiale, ‘The Voice of Italy’.

    Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante, Noemi e Piero Pelù, tutti insieme e uno contro l’altro, sono i quattro coach delle squadre, veri e propri capitani-allenatori con la missione di trovare la più bella voce in Italia.

    – Guarda il promo del programma >>

    The Voice of Italy’, parte giovedì 7 marzo in prima serata su Rai2, conduttore Fabio Troiano con la V-Reporter Carolina Di Domenico.

    L’aspetto, l’età, il look, il pubblico: nulla di questo conta, all’inizio. Conta solo la voce. E alla fine ne resterà soltanto una, quella che nella serata del 30 maggio sarà la trionfatrice di “The Voice of Italy”.

    Guarda le fotogallery esclusive di “The Voice of Italy” >>

    Come si svolge “The Voice”?

    Un debutto “al buio”, perché la prima fase del programma è quella delle blind audition delle quali, oltre alle voci “sconosciute”, sono protagonisti i quattro coach, grandi nomi della musica italiana e non solo: Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante, Noemi, Piero Pelù.

    Nessuno di loro, nelle prime quattro puntate, vede i candidati: seduti di spalle, devono ascoltare solo la voce per scegliere ciascuno sedici cantanti tra tutti quelli che salgono sul palco. Così ogni coach si crea la propria squadra.

    Le esibizioni sono tutte, rigorosamente, dal vivo: i cantanti, accompagnati dalla band di “The Voice of Italy”, propongono brani italiani e internazionali di successo. Ogni coach li ascolta e, se ciò che sente gli piace, schiaccia il pulsanteI want you.’

    Solo a questo punto la sedia si gira, mettendolo faccia a faccia con il “suo” cantante. Ma può anche succedere che più coach scelgano la stessa voce: in questo caso è il cantante in gara a scegliere con chi andare. Un’eventualità che costringe i coach a “battersi” per conquistare la preferenza. Se, invece, nessuno schiaccia ‘I want you’, al cantante purtroppo non resta che tornare a casa.

    Le dichiarazioni dei giudici di “The Voice of Italy”:

    “E’ interessante questa trasmissione – ha dichiarato Cocciante – perché si riparte dalla voce e io credo che fosse arrivato il momento di tornare a dire che la voce è la cosa più importante”. “Queste blind audition – ha detto Piero Pelù – sono una delle più grosse bastardate che la tv abbia mai creato. Ma quello che avranno qui questi ragazzi è, al di là del contratto discografico, la possibilità di crescere artisticamente, di essere aiutati in modo disinteressato per diventare dei grandi interpreti”.

    Sull’importanza della voce pone l’accento anche Noemi, contrapponendola alla tendenza dominante per cui la tv “spesso è focalizzata sull’immagine quando, invece, la musica è fatta da voci che colpiscono”. “E’ un programma molto diverso da me – ha dichiarato Raffaella Carrà -, ma anche diverso dagli altri. Sta agli altri talent come il Sanremo di Fazio sta ai precedenti: seppur con gli stessi criteri, ha fatto un Festival diversissimo. Le regole sono quelle, l’esibizione, il voto, un vincitore, ma dipende come le interpreti”.

    All’attore Fabio Troiano, all’esordio come conduttore, il compito di raccontare  tutte le emozioni delle blind audition: l’attesa del cantante prima di entrare sul palco nel massimo silenzio, l’ansia e la trepidazione di familiari e amici riuniti nella ‘family room’ per seguire la performance, la gioia del trionfo o la delusione della sconfitta dopo la decisione dei coach.

    La V-reporter Carolina Di Domenico è, invece, la “voce” del web e interagisce con i fan sul sito ufficiale www.thevoiceofitaly.rai.it e sulle piattaforme dei social network ufficiali di ‘The Voice of Italy’ Facebook e Twitter

    Guarda tutti i video contenuti extra  di “The Voice of Italy” >>

    Alle quattro puntate delle ‘blind audition’ seguiranno:

    3 puntate ‘Battle – duelli’:
    Ogni coach sceglierà due artisti della propria squadra da far duellare su una canzone. Nella fase di preparazione dei cantanti Raffaella Carrà sarà affiancata da Gianni Morandi in qualità di special coach, Riccardo Cocciante dai Modà, Noemi da Mario Biondi e Piero Pelù da Cristiano Godano dei Marlene Kuntz; al termine di ogni battle sarà il coach stesso a decidere il cantante da premiare e portare ai live.

    6 puntate ‘Live’ con televoto:
    Gli otto cantanti finalisti di ciascuna squadra, oltre a cantare da solisti, avranno la possibilità di esibirsi in veri e propri concerti con il coach e con ospiti nazionali e internazionali e le loro performance saranno rese più spettacolari anche dal corpo di ballo di The Voice of Italy.

    Nella serata finale del 30 maggio a ciascun coach rimarrà una sola voce e sarà il pubblico da casa con il televoto a decretare il vincitore assoluto.

    Segui in streaming ‘The Voice of Italy’, Rai2 il giovedì sera, 21:05 >>

  • Commenti

    3 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Tania scrive:

      Ho visto la prima puntata ieri sera – fantastico – bravi – complimenti. Mi sono divertita molto

    • Noemi … hai detto “ma che animale sei” stasera ad un concorrente … ma ti sei resa conto della figurs barbina che hai fatto? che tristezza!

    • Bene cocciante pelu’ e noemi ma raffaella Spazio ai nuovi e basta arricchire sempre gli stessi.scusate lo sfogo

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.