Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 20/2/2013 ore 14:29

    Pinocchio di Enzo d’Alò

    Commenti 0

    Pronti, attenti…via!  Sbarca sul grande schermo dal 21 febbraio l’attesissimo film “Pinocchio”, firmato Enzo d’Alò, maestro dell’animazione made in Italy e già regista di film d’animazione di successo come “La freccia Azzurra” e “La Gabbianella e il Gatto” (e che per la tv ha diretto vari episodi della Pimpa e della serie Pipì, Pupù e Rosmarina). Il libro di Collodi – il terzo più letto al mondo – rivive al cinema più coloratissimo e trascinante che mai grazie a personaggi e ambientazioni targati dal fumettista e illustratore Lorenzo Mattotti e dalle musiche di Lucio Dalla, anche voce del personaggio del Pescatore Verde.

    Il film,  realizzato in collaborazione con Rai Fiction, presenta un Pinocchio “ipercinetico”, “più solare e positivo” (le parole sono del regista) ma piuttosto fedele all’originale collodiano, fantasioso e complesso quanto basta, e, soprattutto, ancora attuale. Rai Junior ha preparato per voi uno speciale, e ve lo regala prima della visione del film.

    Ai nostri microfoni, la voce di Lucignolo, interpretato da Paolo Ruffini, anche detto “Paolino” perché alla fine “anche lui – ci rivela l’attore – è rimasto un po’ bambino”. Un “Lucignolo” che, fuori dalla scena, appare particolarmente saggio, dandovi – come un bravo fratello maggiore – dei consigli per farvi trascinare dal piacere di una storia senza tempo e di un film per bimbi ma anche per “bimbi grandi”.

    Seguono le interviste ai due complici truffaldini della storia di Collodi, il gatto e la volpe, a cui hanno regalato le voci Maurizio Micheli (il gatto) e Maricla Affatato (la volpe): “due matti in libertà”, con il primo che è un “pazzo scatenato” che “sbaglia e non sa parlare” e la seconda che è la prima volpe femmina dello schermo, furba e accattivante al tempo stesso. Infine Mino (Geppetto)  e Gabriele Caprio (Pinocchio), padre e figlio anche nella vita, che in questa intervista realizzata vicini vicini ci regalano parole piene di tenerezza “Nell’ultima scena – io e mio papà abbiamo doppiato abbracciati, per rendere le scene più credibili” ci racconta il piccolo Gabriele, sbarazzino e pestifero sullo schermo quanto timido nella vita.

    Il rapporto padre/figlio nel film di D’Alò è centrale: “Geppetto – ha detto D’Alò – è un padre che si costruisce il figlio. E succede spesso di caricare figli di responsabilità che non devono avere”.

    Rai Junior vi regala un assaggio presentandovi alcune clip e foto del film, in bilico fra tradizione e novità, movimento e colore. E che va visto senza dubbio insieme con tutte le persone a cui volete bene!

    Guarda l’intervento di Enzo d’Alò

    Guarda le foto

    Guarda le interviste

    Guarda il sito

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.