Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 29/1/2013 ore 10:15

    Social Tv di Uno Mattina

    Commenti 0

    Franco Di Mare  ha incontrato, in diretta web, sulla Social TV di Uno Mattina, i giornalisti Mario Ajello e Marco Mele.

    Rivedi il video dell’incontro>>

    Elezioni  -Il grande freddo: la campagna si fa in tv
    Metti una mattina a Saxa Rubra; candidati assonnati che si trascinano da una palazzina all’altra; scorte che si scontrano sui viali; telecamere che intercettano volti più o meno noti nei giardinetti. “Piazze piene, urne vuote” diceva Pietro nenni. Oggi lo hanno preso in parola. In piazza c’è solo Grillo. E tutto il resto è noto… Per Uno Mattina Social Tv , il 29 gennaio a partire dalle ore 16.00 in diretta streaming, Franco Di Mare ha incontrato Mario Ajello de Il Messaggero e Marco Mele de Il Sole 24Ore.

    Uno Mattina Social Tv è il nuovo format web per dialogare direttamente con gli ospiti del tradizionale programma di Rai Uno e per ricevere, in tempo reale, una informazione di servizio ritagliata su misura dell’utente. Durante la diretta web puoi commentare la puntata con gli altri utenti, porre domande agli ospiti e agli esperti in video, esprimere il tuo gradimento e conoscere quello della rete, usufruire di contenuti extra correlati al programma.

    Esegui il check-in gratuito col tuo profilo Facebook, Twitter o MyRai.tv e inviaci le tue domande accedendo alla Social Tv (potete iniziare ad inviare le vostre domande dalle 15.45)

    Entrare nella Social Tv di Uno Mattina e partecipare all’incontro esclusivo, è semplice e gratuito.
    Tutto ciò che serve è un account facebook, twitter o semplicemente una registrazione al portale Rai.Tv (cliccando in alto a destra su ‘My RaiTv’).

    Durante la videochat si potrà effettuare il check-in online alla Rai.tv Social direttamente sul web.

    In alternativa, se preferisci interagire tramite tablet, potrai scaricare l’applicazione Rai.tv disponibile su iOS e Android e collegarti alla sezione “Social Tv”.
    Inoltre la Social Tv è disponibile anche su smartphone iOS, sempre all’interno dell’app Rai.tv

    Scarica l’applicazione Rai.tv e fai check-in:

    – Applicazione Rai.tv su tablet e smartphone iOs
    – Applicazione Raitv su tablet Android

    NB: Per visualizzare l’evento, clicca su MENU e scegli la voce EVENTI SOCIAL TV all’interno dell’app Rai.tv

    Rivedi il video dell’incontro>>
    Rivedi i video di Uno Mattina >>
    Vai al sito di Uno Mattina >>

  • Sarà Enrico Mentana l’ospite della prima puntata di Rai Boh, il nuovo programma d’intrattenimento di Rai2, condotto da Francesco Facchinetti,  in onda alle 23.40, da martedì 29 gennaio.

    Guarda in anteprima la sigla di Rai Boh >>

    In ogni puntata, un noto personaggio televisivo avrà il compito di aiutare conduttore  e  telespettatori a comprendere la tv, sia dal punto di vista di chi la produce sia da quello di chi la guarda.

    Rai Boh rappresenta la difficoltà del conduttore stesso di capire qualcosa di televisione e mette in scena ironicamente una finta richiesta della rete per un programma che Francesco non sa come realizzare.

    Facchinetti accompagnerà l’ospite in un viaggio semiserio all’interno del mondo della tv, sperando di uscirne con le idee un po’ più chiare su come si possa ancora fare televisione, cercando di preparare una sorta di vademecum televisivo.

    In studio, l’ospite attraverserà da protagonista una serie di passaggi obbligatori, in ognuno dei quali sarà chiamato a esprimere in maniera più o meno seria pareri, opinioni e gusti televisivi.

    – Guarda in anteprima alcuni sketch di Rai Boh >>

    Tanti anche gli spazi all’interno dei quali l’ospite sarà protagonista assoluto. In “La stanza dei bottoni”, dove i bottoni sono quelli del telecomando, Francesco Facchinetti inviterà l’ospite a comporre il proprio personalissimo palinsesto settimanale chiedendogli di scegliere tra le offerte televisive giornaliere e scoprire così i suoi gusti da telespettatore.

    Spazio poi a “L’intervista di Mamma Rai”: Il conduttore, non sentendosi ancora pronto per intervistare l’ospite, delegherà questo compito all’unica “entità” al di sopra di tutti, ovvero Mamma Rai, impersonata da Nicoletta Orsomando, storica annunciatrice del servizio pubblico.

    – Guarda la fotogallery esclusiva di Rai Boh >>

    Arriva poi il momento del “Conduttore ideale” dove Francesco, con l’aiuto dell’ospite, cercherà di scoprire come è fatto il presentatore ideale o, meglio, di quali parti si compone. L’ospite verrà invitato a scegliere la testa di un certo conduttore, il corpo di un altro e così via. Ogni pezzo verrà montato su un manichino, fino a ottenere una sorta di “Frankestein” del perfetto padrone di casa televisivo.

    In chiusura di puntata ci sarà “L’esame di Francesco”, una prova per verificare cosa il nostro conduttore abbia imparato dalla “lezione” del giorno.

    Faranno parte del cast anche Carlo Giuseppe Gabardini “Il Paranoicomico”, Massimo Bagnato “Il Gossipparo” e Desy Luccini “La presidentessa delle vallette”.

    Rai Boh, vi rende anche protagonisti del programma, come? Ti senti un giornalista d’assalto? Inviaci il tuo video >>

  • 29 gennaio 2013, 20.30, Rai1. In Coppa Italia è già ora di verdetti: nel match di ritorno tra Lazio e Juventus, dopo il pareggio dell’andata a Torino, si decide la prima finalista del torneo. Per i biancocelesti, vincitori nel 2009, è un’occasione imperdibile per giocarsi nuovamente sul terreno di casa il trofeo nazionale. Anche per gli uomini di Conte l’obiettivo è quello di tornare a Roma il 26 maggio per cancellare la sconfitta dello scorso anno contro il Napoli.

     

    Nel match di andata – a lungo dominato dai bianconeri – la Lazio è riuscita con un colpo di coda a riportare il risultato in parità e, quindi, parte con i favori del pronostico. I campioni d’Italia, da parte loro, possono contare su un organico che, seppur falcidiato da importanti infortuni, ha tutte le carte in regola per conquistare la vittoria in trasferta, risultato che – insieme a un pareggio con reti – consentirebbe alla Juventus di accedere alla finale.

     

    Rivedi tutti i match della competizione >>

    La Fotogallery delle semifinali d’andata>>

    Guarda il calendario completo degli incontri >>

     

    Per conoscere la seconda finalista bisognerà attendere il 17 aprile, quando a Milano l’Inter di Stramaccioni tenterà di ribaltare il 2-1 dell’andata contro la Roma di Zeman. Il fattore campo può essere determinante in questa partita, ma i precedenti ricchi di gol e di ribaltamenti di fronte tra le due squadre, uniti all’impossibilità di prevedere quali potranno essere le formazioni tra quasi tre mesi, rendono ancora del tutto aperto il verdetto.

     

    Tra giallorossi già si inizia a sognare una finale da brividi, tutta capitolina, contro la Lazio

     

    VAI AL SITO DELLA TIM CUP >>

  • 25/1/2013 ore 16:52

    La Rai per il Giorno della Memoria

    Commenti 7

    Il Giorno della memoriaDomenica 27 gennaio sarà celebrata per la 13^ volta la Giornata della Memoria, istituita con una legge del 20 luglio 2000 per “ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

    Il 27 gennaio 1945 i soldati dell’Armata Rossa abbattevano i cancelli di Auschwitz e liberavano i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista. Le truppe liberatrici, entrando nel campo di Auschwitz-Birkenau, scoprirono e svelarono al mondo intero il più atroce orrore della storia dell’umanità: la Shoah. Dalla fine degli anni ’30 al 1945 in Europa furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei.

    A proposito del genocidio del popolo ebraico, ne “I sommersi e i salvati” Primo Levi ha scritto:
    E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire“.
    Lo scopo di questa data simbolica è dunque quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere.

    Il 20 e 21 gennaio scorsi ha avuto luogo il Viaggio della Memoria a Cracovia, Birkenau e Auschwitz con la partecipazione dei ministri Francesco Profumo e Paola Severino, del presidente dell’Ucei Renzo Gattegna, del presidente della Rai Anna Maria Tarantola, di alcuni sopravvissuti alla deportazione e di circa 130 studenti delle scuole superiori di tutta Italia che si sono distinti nella realizzazione di attività e progetti dedicati al ricordo dell’Olocausto.

    – Guarda il servizio tratto dal Tg1 del 21/01/2013 >>

    La Rai ricorda anche quest’anno uno dei periodi più tragici della nostra storia offrendo nei suoi palinsesti inchieste, approfondimenti, speciali, documentari, spettacoli, film e fiction dedicati all’argomento. Un grande impegno del Servizio Pubblico in una ideale ’staffetta’ che vede impegnate testate, reti e web.

    Di seguito gli appuntamenti principali:

    TG, GR e TGR
    In tutte le edizioni di Tg e Gr si approfondiranno i temi legati alla giornata della memoria.
    Interamente dedicato alla tragedia dell’Olocausto sarà il Tg2 Storie di sabato 26 alle 24.30, con testimonianze toccanti ma anche servizi curiosi come quello dedicato ad una scuola elementare di Maccarese (Roma) che ha fatto della Shoah materia di insegnamento, perché i bambini possano apprendere fin da piccoli cosa è successo in quei terribili anni.
    Anche la TGR garantirà adeguata copertura informativa in tutte le edizioni regionali. In particolare, la TGR del Trentino si occuperà di un progetto, ideato da alcune classi di studenti e sostenuto dal Comune, che coinvolgerà tutta la città di Trento: verrà tracciata per le vie della città una linea di gesso che circoscriverà l’area di 175 ettari del campo di Auschwitz – Birkenau.

    Rai News

    Domenica 27 gennaio, Rainews 24 scandirà tutte le ore della giornata  con il ricordo di quanto accadde dando vita ad una programmazione speciale: allo scoccare di ogni ora, dalla mezzanotte del 27 alla mezzanotte del 28, Rainews manderà in onda interviste e testimonianze di sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti, spezzoni di film celebri e documentari dell’epoca.

    Rai1La vita è bella

    Domenica 27 gennaio, alle ore 21.30, la rete ammiraglia trasmetterà il capolavoro di e con Roberto BenigniLa vita è bella” (vai alla scheda del film), vincitore di tre premi Oscar: miglior film straniero, miglior attore protagonista e migliore colonna sonora (firmata da Nicola Piovani). La commovente e poetica storia, ambientata in un campo di concentramento, di un padre che durante la prigionia, per proteggerlo dall’orrore, fa credere al figlioletto che la vita al campo è un gioco a premi con un carro armato in palio.

    – Guarda la diretta di Rai1 in web streaming >>

    Rai2

    Irena SendlerLunedì 28 gennaio alle 21.00, “Voyager” racconterà la vicenda di Irena Sendler, una coraggiosa donna polacca che durante la Seconda Guerra Mondiale riuscì a salvare 2500 bambini ebrei, facendoli fuggire con uno stratagemma dal ghetto di Varsavia. Roberto Giacobbo incontrerà proprio uno di questi bambini, sopravvissuti al dramma della Shoah, mentre una docufiction di qualità cinematografica ricostruirà la vera storia di questa eroina, sconosciuta al grande pubblico.

    – Guarda la diretta di Rai2 in web streaming >>

    Rai3

    Sabato 26 gennaio, alle ore 23.30, andrà in onda in 1^ visione Rai “La Pianista Bambina” (Hiding in the Spotlight), un documentario di Flaminia Lubin liberamente ispirato all’omonimo best-seller di Greg Dawson (pubblicato in Italia da Piemme, 2010), che ha raccolto e raccontato le testimonianze della madre, Zhanna, sopravvissuta all’Olocausto.Vento di primavera Zhanna e sua sorella Frina, due talenti musicali, affrontano l’anti-semitismo e la guerra, sopravvivendo grazie alla musica che le nasconde e le protegge…
    Lunedì 28 gennaio
    , alle 21.05, un’altra prima visione Rai: “Vento di primavera(La rafle), di Rose Bosch, con Jean Reno, Melanie Laurent e Gad Elmaleh. Un commovente e spettacolare film girato con scrupoloso impegno documentaristico, che racconta il rastrellamento degli ebrei francesi del 16 luglio 1942, durante l’occupazione tedesca. Dei 13151 ebrei rastrellati, Solo 25 ne usciranno vivi, nessuno tra i 4051 bambini.

    Martedì 29 gennaio dalle 10.55 il Tg3 seguirà la diretta dal Quirinale della celebrazione del Giorno della Memoria, alla presenza del Presidente Giorgio Napolitano, di istituzioni e rappresentanti delle comunità ebraiche.

    Giovedì 31 gennaio alle 12.45, infine, puntata speciale di “Le storie – Diario Italiano” in cui il conduttore Corrado Augias affronterà il tema del fenomeno negazionista, di chi nega cioè l’evidenza dell’Olocausto.Auschwitz

    – Guarda la diretta di Rai3 in web streaming >>

    Rai5

    Domenica 27 gennaio alle 21.15 Rai5 trasmette il documentario “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (Italia 2010). Scritto e diretto da Roberto Olla e Mario Marazziti, prodotto da RaiCinema e dalla Anthos di Maite Carpio, racconta la storia di una giornata molto particolare: un grande pellegrinaggio interreligioso nel campo di sterminio nazista, un simbolo centrale per il mondo, centrale per la memoria dell’Europa.
    – Guarda il promo >>

    – Guarda la diretta di Rai5 in web streaming >>

    Rai Movie

    Rai Movie ricorda le vittime della Shoah con una rassegna di 11 film in onda domenica 27 gennaio a partire dalle 06.30. Da “Il diario di Anna Frank” a “La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler”, 24 ore di programmazione per non dimenticare l’Olocausto.
    – Guarda il promo e l’elenco dei film >>

    – Guarda la diretta di RaiMovie in web streaming >>

    Perlasca - Luca ZingarettiRai Premium

    Sabato 26 gennaio alle 21.10 verrà riproposta la fiction “Perlasca, un eroe italiano”, con Luca Zinagaretti, che racconta la storia dell’uomo che, nell’inverno tra il 1944 e il 1945, riuscì da solo a sottrarre alla deportazione nei lager nazisti migliaia di ungheresi di religione ebraica simulando di essere un Console spagnolo.

    – Guarda la diretta di Rai Premium in web streaming >>


    Rai Storia

    Il canale 54 del digitale terrestre venerdì 25 alle 23.00 propone “76847 Giuliana Tedeschi”, la testimonianza di una deportata nel lager nazista di Auschwitz/Birkenau che nell’inverno del 1998 ha rilasciato al regista Daniele Segre una intensa testimonianza filmata, di grande importanza per la memoria della Shoah.
    Sabato 26 gennaio in prima serata “La strada di Levi”, il lungo viaggio attraverso l’Europa, che lo scrittore intraprese dopo la liberazione dal campo di sterminio di Auschwitz, nel gennaio ’45, per tornare a casa, rivissuto dai due autori del documentario, Davide Ferrario e Marco Belpoliti, sessant’anni dopo. A precedere “La strada di Levi”, alle 20.00,Fatti” presenta un dossier sul processo del 1976 ai responsabili dell’unico campo di sterminio italiano, “la Risiera di San Sabba di Trieste”, processo il cui banco degli imputati resterà però per sempre vuoto.
    Domenica 27 dalle 9.00 alle 15.00, Giornata Particolare con Paolo Mieli sul tema della Memoria, durante la quale il giornalista e storico introdurrà e commenterà alcuni tra i più interessanti filmati custoditi nel prezioso archivio della Teche Rai e da lui selezionati.
    Infine, alle 23.00, “Scrittori per un anno” trasmette lo spettacolo di Moni OvadiaIl canto del popolo ebraico massacrato”, tratto dal poema dello scrittore ebreo Yitzhak Katzenelson, morto ad Auschwitz. Nelle parole del regista, “la voce di un morituro, uno fra centinaia di migliaia di morituri, atrocemente consapevoli del suo destino singolo e del destino del suo popolo”. Uno spettacolo realizzato con la regia di Felice Cappa nel 2009 dal Binario 21 della stazione di Milano, da dove venivano deportati gli ebrei italiani diretti ai campi di sterminio e da dove fu deportata anche Liliana Segre, unica spettatrice e testimone di una delle pagine più aberranti della nostra storia.

    – Guarda la speciale dedicato al Giorno della Memoria sul portale di Rai Educational >>

    – Guarda la diretta di Rai Storia in web streaming >>

    Radio3 - Primo LeviRadio Rai

    Anche Radio1, Radio2, Radio3 e le WebRadio hanno predisposto una programmazione speciale che si snoderà per tutta la settimana e che culminerà in Speciali in onda il 27 gennaio.
    In particolare, come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una trasmissione in una città italiana in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà lo storico Liceo Massimo D’Azeglio di Torino (qui hanno studiato Primo Levi e Leone Ginzburg, qui ha insegnato Cesare Pavese) a ospitare la diretta condotta da Marino Sinibaldi dall’Aula Magna del liceo domenica 27 gennaio dalle ore 19.00 alle 21.30.
    Tra gli ospiti, gli storici Anna Bravo, Alberto Cavaglion, Fabio Levi, il regista Daniele Segre, il critico letterario e storico delle idee Carlo Ossola, lo scrittore Andrea Bajani, oltre a testimoni e a rappresentanti della Comunità ebraica torinese.

    – Consulta sul sito tutte le iniziative di Radio3 dedicate alla ricorrenza e scarica i materiali >>

    Rai Junior

    Anche Rai Junior celebra il Giorno della memoria con uno speciale indirizzato ai più piccoli: le storie della Shoah raccontate dai loro coetanei, attraverso una serie di cortometraggi realizzati dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori e le impressioni degli studenti che hanno avuto l’occasione di visitare Auschwitz. Inoltre a testimonianza di Lia Levi, autrice di numerosi libri per ragazzi sulla Shoah e la vita dei bambini ai tempi delle leggi razziali in Italia, un’intervista al giornalista Gad Lerner e, per chi volesse approfondire l’argomento, tanti consigli di lettura.

    – Vai allo speciale di Junior >>

  • 25/1/2013 ore 15:57

    Pazze di me

    Commenti 0

    Il 24 gennaio è uscito nelle sale “Pazze di me”, la nuova commedia di Fausto Brizzi, autore pluripremiato di film che hanno ottenuto grande successo di pubblico e spesso anche di critica, come “Notte prima degli esami” e “Maschi contro femmine”.

    L’intervista con Fausto Brizzi – Guarda il video>>

    Protagonista del film è Francesco Mandelli, noto per essere uno dei due Soliti idioti.

    L’intervista con Francesco Mandelli – Guarda il video>>

    Accanto a lui un cast quasi tutto al femminile dove spicca un’attrice e showgirl che raramente si è cimentata con il cinema: Loretta Goggi.

    L’intervista con Loretta Goggi – Guarda il video>>

    Accanto a lei, un’altra grande interprete del nostro teatro, Lucia Poli, e poi Chiara Francini, Claudia Zanella, Marina Rocco, Valeria Bilello, Margherita Vicario e Paola Minaccioni, che interpretano gli altri ruoli femminili più importanti nella storia.

    L’intervista con Paola Minaccioni – Guarda il video>>

    L’intervista con Claudia Zanella – Guarda il video>>

    L’intervista con Chiara Francini – Guarda il video>>

    L’intervista con Valeria Bilello – Guarda il video>>

    Il film di Fausto Brizzi, prodotto da Wildside in collaborazione con Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution, è stato presentato alla stampa alla Casa del Cinema di Roma e proiettato in anteprima al Teatro Sistina.

    Guarda il video della conferenza stampa>>

    Guarda il video dell’anteprima>>

    La storia affronta in chiave brillante l’eterno tema del conflitto tra universo maschile e femminile. Andrea, unico maschio in un’ingombrante famiglia tutta al femminile (sono sette: mamma, tre sorelle, nonna, badante e cane, rigorosamente femmina), ha finalmente incontrato Giulia, la donna della sua vita.

    Guarda il trailer>>

    Poiché nessuna delle precedenti fidanzate è mai sopravvissuta al deflagrante impatto con le invadenti e devastanti femmine, al povero Andrea sembra che l’unico modo per sopravvivere sia quello di mentirle e spacciarsi per orfano. Ma le sette mine vaganti sono in agguato e l’inganno cade presto. Comincia così per il malcapitato Andrea un buffo percorso ad ostacoli per salvare la sua relazione.

    Guarda la clip>>

    Fino a quando resisterà la povera Giulia?

    Vai a Rai Cinema Channel>>

    Vai al sito di Rai Cinema>>