Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 17/1/2013 ore 18:42

    Parte LEADER con Lucia Annunziata

    Commenti 12

    LEADER è il titolo della nuova trasmissione condotta da Lucia Annunziata, che andrà in onda in prima serata da venerdì 18 gennaio, alle 21:05,  su Rai3.

    Il nuovo format della giornalista metterà a confronto i leader della politica con i cittadini, in diretta da Piazza Montecitorio.

    Guarda il promo di LEADER >>

    Il format è quello della ‘town hall’, nato Oltreoceano, che mette i protagonisti della politica davanti ad un’assemblea di cittadini, per rispondere direttamente alle loro domande.

    Nella prima puntata, ospite il candidato premier Antonio Ingroia, leader di Rivoluzione Civile, accompagnato da alcuni componenti della sua “squadra” come Sandro Ruotolo, Ilaria Cucchi, Giovanni Favia, Franco La Torre, Flavio Lotti, Saverio Lodato, Sandra Amurri.

    Saranno cittadini, imprenditori, medici, lavoratori, rappresentanti della società civile e giornalisti, insieme a Lucia Annunziata, a rivolgere domande a Ingroia e alla sua squadra.

    “La società civile la portiamo noi”, spiega Lucia Annunziata, “scegliendo le persone che riteniamo più interessanti. Non è il popolo, non è la gente, sono i cittadini che rivolgono le domande ai politici”.

    Segui Leader su Twitter >>
    Segui Leader su Facebook >>

  • Commenti

    12 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Rinaldo SARTORE scrive:

      …Solidarietà a Bersani e tutta la mia ammirazione per il migliore del popolo PD. Non è una mia opinione ma lo hanno stabilito le primarie! Figuriamoci gli altri…
      Siete voi gli IMPRESENTABILI.
      Rai delenda est.

    • Francesca scrive:

      La sua presenza non trasmette alla gente sicuramente un messaggio di collaborazione tanto che il Suo commento fatto alla elezione del Papa assai povero come povero e il Suo cuore, ancora una voce negativa che trasmette alle persone attrito fra ogni essere umano.

    • Francesco scrive:

      Buongiorno come possiamo noi cittadini semplici Ascoltare politici es. Casini che ogni giorno continuano a costare oltre il l’auto compenso scorte privilegi ed altro. Proporrei un semplice test che passeggìno come un comune cittadino per le vie di roma ( periferiche) senza scorta Sara ‘ il popolo a decidere chi merita di rappresentarci . Come si fa. A regalare. Faraoniche liquidazioni a dirigenti pubblici o privati che hanno portato al fallimento le stesse aziende qui ci sono piccoli imprenditori che si sono suicidati che hanno perso tutto che hanno messo in gioco i loro risparmi . È molto semplice fare progetti con i soldi dei cittadini sicuri di percepire comunque lauti compensi (Mps) premiamo chi merita e consentite i di cacciare chi causa disastri ma senza liquidazioni . Complimenti per la trasmissione Proponete a politici che hanno radici di oltr trent’anni di passare una giornata come un semplice cittadinio E viceversa Grazie

    • Povera Annunziata, non è di grande sostegno alla sinistra, credo che è solamente nociva; sinistra distanziiatevi altrimenti perdete

    • Alberto scrive:

      Volevo esprimere il mio totale dissenso per la puntata di alcuni giorni fa. Una gestione inopportuna, dove si è permesso di attaccare ed offendere pesantemente l’ospite, candidato Ingroia, senza proferire parola verso chi attaccava. Vorrei capire come mai sono stati invitati due sindaci della Valsusa, a favore del TAV, e nessuno di quelli contrari, che avrebbero potuto fare domande più sensate dei vostri ospiti. Speravo in una trasmissione diversa dalle altre, quasi guazzabuglio, ed invece sbagliavo.
      Peccato, per voi e per i telespettatori.

    • augusto scrive:

      I giornalisti fanno sempre domande trabocchetto

    • Ritengo che anche tra gli invitati alle trasmissioni televisive è ora che si faccia un po’ di ordine: non mi pare il caso di invitare persone condannate; inoltre qualche regola bisogna pur darla o abbiamo paura di essere definiti autoritari o non democratici. Chi non rispetta le regole durante la trasmissione non può/non deve partecipare ,Le regole sono molto semplici non si interrompe chi ha la parola, non si insulta o non si usano termini diffamatori o se li si usa con documentazione citata e visualizzabile.
      Se Berluscono è stato condannato in primo grado a 4 anni di carcere dirlo non e diffamare ma e ricordare una sentenza,si appellabile ancora, ma comunque una sentenza.

    • Ieri sera da italiano mi sono vergognato. Che l’annunziata fosse una di parte lo si è sempre saputo, ma che scendesse così in basso dal fare una trasmissione così vergognosa non me lo sarei mai aspettato. Un merito l’ha avuto: se prima ero deciso di votare PD, come sempre, adesso dopo aver visto quale persona pulita è Ingroia e aver constatato l’ingenuità per essere caduto nel tranello tesogli dall’annunziata ho deciso che voterò e farò votare per INGROIA.
      Ma com’è possibile invitare personaggi di quel tipo che ci si vergogna persino a salutarli? Vergogna annunziata

    • UNA BRUTTISSIMA TRASMISSIONE..... scrive:

      Gentilissima Lucia Annunziata, dopo aver visto la prima puntata del Suo nuovo programma, “Leader”, con Ingroia, mi chiedo se Lei abbia dato solo un saggio di insipienza professionale (a volte può succedere) o se la trasmissione sia stata ben concertata prima, per mero opportunismo di una ben individuabile parte politica. La quale, partita come lepre, ora ha il passo di lumaca o addirittura di gambero. elettoralmente parlando. Devo dire che è stato veramente vergognoso quel “mascalzone” diretto ad Ingroia, da parte di un Suo collega, Sallusti, che da anni compie mascalzonate giornalistiche, per cui è stato condannato più volte in sede penale. Di fronte ad un fatto così sgradevole e gratuito nei confronti del leader di “Rivoluzione civile”, Lei è stata completamente ferma, anzi giustificando il molestatore, affermando che ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni. Verissimo ma non libertà di offendere e di ricevere da Lei un imprimatur di libero pensatore. E qui è il dolo, perché Lei era molto ben consapevole di ospitare un provocatore di professione (a tempo perso giornalista e che tipo di giornalismo!). Anche la scelta degli ospiti è apparsa subito come messa su con meticolosità, da pensare inevitabilmente che la trasmissione avesse una finalità, diversa da quella di fornire una corretta informazione. Vorrei subito chiarire che non mi aspettavo ospiti addomesticati alle ragioni del Dott. Ingroia. Quindi, avversari sì, ma di spessore. Il discorso vale anche per la giornalista de “La Repubblica” Napoli, Conchita Sannino, che tanto era la sua goduria nell’attaccare Ingroia, che quasi ansimava e accavallava le parole, fino a commettere l’errore un pò grossolano sulla composizione della Corte Costituzionale. Anche in questo caso, io credo che la scelta della Sannino non sia stata fatta a caso, tenendo conto che “La Repubblica” Napoli conduce, sin dall’inizio del suo insediamento, una virulenta battaglia contro il sindaco de Magistris per conto di un preciso schieramento politico (la mancata lepre suddetta). Ma alla fine, la trasmissione, come era negli auspici, non ha dato gli esiti sperati. Infatti, sentendomi immediatamente dopo essa con amici e parenti, è rimasta in tutti l’impressione profonda del viso onesto ed aperto di Ingroia e di tutta quella bella gente, che lo circondava. Ma ciò non mi soddisfa del tutto e non mi fa accantonare l’impressione del Suo senso di inadeguatezza e l’accidia ed il nervosismo di qualche Suo ospite. Poiché sono una contribuente RAI e non amo che i miei soldi vengano usati per campagne politiche mirate per questo o per quel soggetto, se Lei è stata solo nervosa o preda di quella inadeguatezza già citata, per amore di giustizia e chiarezza e trasparenza, dovrebbe ripetere la trasmissione, guidarla e dosarla con maggiore oculatezza.
      Saluti
      Aurelia del Vecchio Napoli

    • gennaro scrive:

      Lucia, non scusarti per le cose che non sono andate bene. La puntata è stata fantastica, reale, vicina alla vita quotidiana. La perfezione televisiva allontana, prende per il culo il popolo. Sei stata bravissima, l’atmosfera è quella giusta, un po lerner dei primi momenti e un po moderna. Complimenti, Ingroia contro le persone normali: idea stupenda. Portaci anche il molliccio Bersani.

    • Il solito divano elettorale dove chi grida piu forte pensa di avere ragione. Non cambia niente, sono dovuto andare via dall’Italia per potermi creare un futuro e penso non potro’ tornare ancora per molto.

    • Roberto scrive:

      Ho visto il programma, ma non ho visto la conduttrice. Sembrava un pollaio

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.