Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 10/1/2013 ore 15:55

    Abbado e Girone celebrano Verdi in diretta web

    Commenti 0

    Venerdì 11 gennaio alle 20.30, per celebrare i 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai esegue nell’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino un concerto dedicato al grande compositore. È una meditazione sul tema del potere quella che propone il direttore d’orchestra Roberto Abbado, con una scelta di arie, duetti e brani sinfonici dalle opere di Verdi. Accanto a lui l’attore Remo Girone, che recita brani di Shakespeare e altri autori, anch’essi attinenti al potere.

    Il concerto è trasmesso in collegamento diretto su
    Radio 3 per il programma “Radio 3 Suite” e in streaming audio-video su
    www.lamusicadiraitre.rai.it e su www.osn.rai.it, e in differita su Rai5 venerdì 11 gennaio alle 22.15.

     

    – Guarda la diretta video alle 20.30 su La Musica di Raitre >>

    – Ascolta la diretta radiofonica alle 20.30 su Radio3 >>

    – Guarda la differita del concerto, a partire dalle 22.15, su Rai5 >>

     

    “Certi personaggi verdiani – dice Girone – ricordano molto il boss mafioso Tano Cariddi della Piovra. Cariddi è un uomo che per il potere ha fatto il vuoto intorno a sé, trovandosi alla fine privo di qualcuno per cui fare qualcosa”. E l’incontro tra l’individuo e il potere, sia esso politico o religioso, è uno dei temi più cari a Verdi, che ne ha fatto il perno della drammaturgia di alcune delle sue opere più celebri. Un potere la cui brama può portare alla rovina, conducendo al ricatto o al delitto, e che comunque è sempre fonte di profonda solitudine.

    – Il sito dell’Orchestra Sinfonica Nazionale >>

     

    Protagonisti del concerto, intitolato “Verdi e il potere”, anche alcuni dei maggiori interpreti verdiani di oggi: il soprano Nkosazana Dimande, che propone l’aria “O patria mia” e, insieme al baritono Dario Solari, il duetto “Rivedrai le foreste imbalsamate”, dall’Aida; Dario Solari canta anche la grande aria dal Macbeth “Pietà, rispetto, amore” e, insieme al basso Dmitrij Beloselskij, il duetto dal Don Carlo “Restate!”. Beloselskij è impegnato poi nell’aria dall’Attila “Mentre gonfiarsi l’alma”, e in quella di Filippo II, dal Don Carlo, “Ella giammai m’amò”; con il basso Aleksej Tanowitskij poi, sempre dal Don Carlo, propone il duetto di Filippo con il Grande Inquisitore. Il programma della serata è completato dal Preludio dei Masnadieri, da quello dell’Aida, dal Ballo della Regina dal Don Carlo, dai Ballabili del Macbeth e dell’Otello.

    – Leggi il programma di sala completo >>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.