Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 1/12/2012 ore 13:42

    The Future of the Music, The Music of the Future

    Commenti 0

    Alla seconda edizione di Medimex, la fiera musicale internazionale di Bari, si è tenuto un convegno  dal titolo ‘The Future of the Music, The Music of the Future’.

    L’industria musicale a livello mondiale si è trovata negli ultimi anni a fronteggiare un cambiamento epocale, derivante dalla rivoluzione digitale che ha introdotto nuovi modelli di business e un’offerta musicale sempre ampia e diversificata.

    Le imprese discografiche da Record Company si sono trasformate in Music Entertainment Company con una gestione sempre più completa del prodotto musicale e dell’artista.

    L’evoluzione in atto consente oggi al consumatore di poter accedere alla propria musica attraverso device sempre più interconnessi tra loro. Un momento di dialogo e confronto per analizzare le prospettive e la crescita del mercato della musica digitale.

    Guarda tutti i video di Medimex 2012 >>

    Durante il convegno Caterina Caselli, Presidente della Sugar, ha dichiarato. ”La crisi l’abbiamo subita. Per ripartire – ha spiegato Caterina Caselli – è necessario che la musica non sia gratis. In dieci anni, abbiamo avuto un calo del 75 per cento del mercato. Questo vuol dire che il restante 25 per cento è il mercato che ci resta, praticamente un mercato nicchia, e di conseguenza non ci sono così sufficienti ricavi da investire in ricerca e sviluppo. Il mercato italiano era un lago ed è diventato una pozzanghera”.  La Caselli ha evidenzia in modo particolare che far musica di qualità costa, e immediatamente nel momento in cui si esce con un progetto, questo è già nei siti illegali e viene sottratto quando ancora non si è recuperato il costi dell’investimento.  Il futuro? Si deve difendere il nostro prodotto musicale, e si deve esistere in quanto italiani e in quanto fornitori di qualità.

    Guarda una parte dell’intervento di Caterina Caselli >>

    Enzo Mazza: Presidente Fimi-Confindustria, Federazione Industria Musicale Italiana, ha parlato dell’attuale situazione del mercato e di come sono cambiati gli interlocutori. “Il mercato del digitale rappresenta il 40 per cento dell’intero mercato della musica nel nostro paese – ha spiegato Enzo Mazza –  siamo di fronte ad una svolta perché anche il paese si sta digitalizzando, abbiamo un’agenda digitale, si sta facendo uno sforzo per cablare il nostro paese e siamo all’alba della telefonia mobile di quarta generazione. Tutto questo significa che abbiamo un’opportunità enorme per diffondere la musica”. Enzo Mazza ha parlato anche della piattaforma Spotify, che aprirà in Italia nei prossimi mesi,  è un  servizio musicale on demand che offre lo streaming di una selezione di brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti. Un modello che consente alle aziende di recuperare una parte dei  ricavi, condividendo dei contenuti in maniera legale.

    Guarda l’intervista ad  Enzo Mazza >>

    Giordano Sangiorgi: Presidente Audio Coop, ha espresso le sue idee dichiarando: “Internet con i grandi social media multinazionali fa un sacco di soldi. La prima cosa è quella di andar a chiedere a questi i soldi… In che modo? Facciamo l’unità del settore, un’unica associazione discografica, perché non possiamo continuare a presentarci con cinque, sei, sette, otto, mille voci e ognuna tende a portare a casa il proprio interesse personale. Non ce la faremo mai e non entreremo in nessuna agenda politica. Facciamo un sistema paese musicale che insieme alla cultura va all’estero assieme”.

    Guarda una parte dell’intervento di Giordano Sangiorgi >>

    Al convegno erano anche presenti: Olivia Regnier: IFPI Director European Office and European Regional Counsel, Mario Limongelli: Presidente PMI, Produttori Musicali Indipendenti, Leopoldo Lombardi: Presidente AFI, Associazione Fonografici Italiani, Vincenzo Spera: Presidente Assomusica, Paolo Franchini: Segretario Generale della FEM – Federazione Editori Musicali, Maria Ferreras: Head of Partnerships per la regione del Sud Europa YouTube, Marco Polillo: Presidente Confindustria Cultura

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.