Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • Correva l'annoVenerdì 2 novembre alle ore 23.10 torna su Rai3 l’appuntamento con Correva l’anno, il programma di approfondimento storico  di Marina Basile e Tiziana Pellegrini a cura di Mauro Longoni,  con una puntata dedicata agli anni ’70 intitolata “La rivoluzione eterea – Informazione e media negli anni Settanta”.

    – Guarda la puntata in streaming sul web, venerdì 2 novembre alle 23.10 >>

    Un documentario di Paola Lasi che racconta gli anni Settanta attraverso il cinema, la stampa, la televisione e la radio: un panorama, quello dei media, che in pochi anni viene totalmente rivoluzionato e che si intreccia in modo inestricabile con i movimenti più ampi e complessi della società, del costume e della politica.

    È un narrazione trasversale.

    Il cinema è l’interprete di un rigoroso impegno civile, ma anche della liberazione sessuale di un popolo un po’ adolescente, che guarda dal buco della serratura delle commedie sexy, sapendo ridere, in fin dei conti, di sé stesso.

    La stampa è intrisa della forte politicizzazione di quegli anni, cerca di leggere dietro le infinite trame oscure che minacciano il Paese e dalla prima pagina finisce in prima linea con i suoi giornalisti, protagonisti di indagini coraggiose o vittime di mafia e terrorismo.

    La televisione e la radio vivono una trasformazione epocale: negli anni Settanta, la Rai attraversa gli ultimi anni della gestione Bernabei,  il passaggio al colore, le novità della Riforma e i primi effetti della “lottizzazione”; ma, soprattutto, la Rai vede la fine del suo monopolio e la nascita, prima spontanea e avventurosa, poi sempre più legata a poteri finanziari e politici, delle TV e delle radio private: un’esplosione di centinaia di voci e di schermi tutt’altro che omogenea, dove l’etere è conteso tra istanze di libertà e partecipazione, militanza dei movimenti extraparlamentari, musica, “dediche”, spettacoli e pubblicità invasiva.

    Un viaggio tra emozione, commozione e divertimento, reso possibile dal lavoro della Rai di allora: un repertorio che è un patrimonio per la nostra memoria.

    Chiude la puntata, come di consueto, l’editoriale di Paolo Mieli.

    – Vai al sito di Correva l’anno >>

    – Rivedi le puntate del programma >>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.