Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 21/9/2012 ore 1:00

    Prix Italia 2012: Le premiazioni

    Commenti 0

    Le giurie del 64° Prix Italia si sono riunite e hanno decretato i programmi da premiare di questa ricca edizione.

    Ecco i vincitori categoria per categoria:

    Nella categoria TV Performing art si sono asssegnati i seguenti premi: per la sezione Rappresentazioni artistiche all’opera di Wim Wenders “Pina” uno straordinario omaggio a questa grande artista che ha saputo rispettare e tradurre la forte emotività insita in ogni performance, della grande coreografa tedesca.
    >>Guarda la clip di “Pina” di Wenders

    Menzione speciale al programma sperimentale di LA7 “Quello Che (non) ho” Un format di tre ore dedicato all’esplorazione della parola – un media decisamente abusato in televisione – e del suo significato.

    Per la sezione  Documentari di musica e arte vince “Anton Corbijn inside out” dell’olandese Klaartje Quirijns capace di farci vedere e conoscere la vita quotidiana del celebre videomaker e regista che ha firmato innumerevoli videoclip di artisti quali U2 e Depeche Mode
    >>Guarda la clip del film “Anton Corbijn inside out”

    Due le sezioni della categoria Tv Drama (Fiction). Per FilmTv e miniserie vince “The last fine day” (ARD, Germania)  “Nonostante la tristezza dell’argomento, questo film mostra un punto di vista ottimista sulla rinascita dopo un lutto” nelle note della giuria.
    >>Guarda la clip di “The last fine day”

    Per la sezione Serie ad episodi e serial a puntate il premio è stato assegnato al polacco “The deep end” in cui si descrive la struggente solitudine di un musicista di strada con problemi di tossicodipendenza.
    >>Guarda la clip di “The deep end”

    Nella categoria Tv Documentary la giuria ha scelto per la sezione Documentari culturali e di interesse generale “He thinks he is the best” della regista svedese Maria Kuhlberg che ci porta con sé alla ricerca della propria famiglia travagliata, nel tentativo di rimarginare ferite di vecchia data.
    >>Guarda la clip di “He thinks he is the best”

    Per la sezione Documentari di attualità la scelta è ricaduta sullo svizzero “Special flight” produzione che ci pone di fronte alle forti emozioni ed alle tensioni di un gruppo di immigrati, detenuti in carcere nonostante non abbiano commesso alcun reato.
    “La giuria ha scelto all’unanimità questo documentario per l’ alta qualità della produzione e per aver illustrato temi controversi nell’ambito delle politiche europee sull’immigrazione. La cinepresa ci mostra la vita dei detenuti in modo tanto coinvolgente da rendere il pubblico partecipe delle loro sofferenze, quasi si trattasse di una fiction” così i giurati.

    >>Guarda la clip di “Special flight”

    Per il Web sono stati premiati due siti in due differenti sezioni. La prima è quella di miglior sito interattivo ed è stato assegnato al sito olandese “L’Olanda dall’alto” della NPO; nelle motivazioni si legge “flessibilità, navigazione intuitiva e perfetta declinazione sui social network concorrono a completare  un quadro assolutamente positivo, assieme all’alta definizione e alla velocità di caricamento dei video. Anche per queste ragioni la giuria ha unanimemente scelto di assegnare il primo premio della categoria “Sito interattivo legato ad un programma radiofonico o televisivo” a L’Olanda dall’alto”.
    >>Vai al sito L’Olanda vista dall’alto

    Per la sezione Nuovi contenuti e tecnologie per la televisione vince il francese “Barcode” (http://codebarre.tv) di ARTE France; “La giuria è stata colpita dall’alto livello di coerenza del progetto e dall’alto grado di coinvolgimento degli utenti che possono proporre nuovi oggetti. Anche per queste ragioni la giuria ha unanimemente scelto di assegnare il primo premio della categoria “Nuovi contenuti e tecnologie per la televisione multischermo” a Barcode” si legge nel comunicato della giuria.
    >>Vai al sito di Codebarre.tv

    Vincitore del Premio speciale alla miglior sezione multimediale di quotidiani, periodici e agenzie di stampa è “Il post”.
    La spiccata vocazione sociale del sito, data la sua rilevante presenza sui principali social network, in particolare Twitter, nonché la capacità di coinvolgere i lettori nel creare flussi informativi sono gli aspetti che hanno contribuito congiuntamente a costruire l’autorevolezza di una testata relativamente giovane sul panorama nazionale.
    >>Vai al sito de Il post.it

    Categoria Radio documentary i vincitori sono: per la sezione Documentario di migliore qualità globale “Ragione e sentimento” (NRK  – Norvegia). Intenso e significativo ritratto di un adulto affetto da ADHD e suo padre. Ciò che ha colpito i giurati è l’intima immagine di rabbia, frustrazione e strazio. Il ritmo è eccellente e l’impatto inquietante e provocatorio. Per la sezione Documentario di straordinaria originalità e/o innovazione nella forma e nel linguaggio documentaristico il premio è stato attribuito a “Notti senza filo: 1. Consegna notturna” (BBC – Regno Unito).
    “Programma di alta atmosfera. E’ quasi notte e, grazie a virtuosismi tecnici, l’ascoltatore “sente la notte”. Storie dal forte impatto e dall’impeccabile tono narrativo, ben costruite e legate fra loro” queste le motivazioni della giuria.

    Per i Radio Drama sezione Opera originale si aggiudica il premio “Auto goal” (ARTE RADIO – Francia). Tre episodi grintosi, non consecutivi, di una serie di brevi radio drama sul calcio, con uno sguardo rivolto alle pressioni subite dai giovani d’oggi, nella nostra società multiculturale. Sonorità realistiche.

    Per la sezione Adattamento radiofonico l’olandese “Mamma Tandoori” (NPO – Paesi Bassi). Colorata analisi di una storia autobiografica riguardante due culture – quella olandese e quella indiana. Narrazione dai toni pacati e storia commovente di una famiglia dei nostri giorni. Uso audace della musica. Genuino racconto di pregi e difetti dei familiari dell’autore. Protagonista dalla spiccata personalità.

    Radio music: sezione Composizione musicale “La notte allucinata” (SRF Radio France – Francia)
    La giuria ha giudicato il programma eccezionale dal punto di vista musicale, apprezzandone in particolare la qualità del suono. La produzione è risultata essere inoltre innovative, caratterizzata da musica e parole ben integrate, sempre nel rispetto del tipico stile francese.
    Menzione speciale a “Lettere dalla prigione” (NRK – Norvegia) per il suo forte messaggio espressivo.
    Sezione Programma sulla musica: nessuna ssegnazione. La giuria ha ritenuto che “alcuni criteri chiave (qualità, innovazione, creatività, originalità, eccellenza nella comunicazione) non siano stati rispettati. Nessun programma presentato in concorso è stato così ambizioso e rilevante da poter assegnarli un premio di tale prestigio”.

    Premi Speciali

    Premio Signis: il vincitore è “Nikcky’s family” (CTV-Ceska Televize)
    Sir Nicholas Winton durante la seconda guerra mondiale ha portato in salvo più di seicento bambini ebrei dal regime nazista. Ecco la sua storia.

    >>Guarda la clip di “Nicky’s family”

    Premio speciale Expo 2015 : il vincitore è “Fresh from the trash” (ARD/Germany-Allemagne)
    Una descrizione agghiacciante e viscerale sullo spreco del cibo e un’accusa rivolta ai supermercati e alle industrie agroalimentari.

    >>Guarda il clip di “Fresh from the trash”

    >>Vai al sito del Prix Italia 64

    >>Rivedi l’edizione dedicata al Prix Italia 64 della TRG Piemonte

    >>Guarda la photogallery del Prix Italia 64

    >>Riascolta gli interventi istituzionali al Prix Italia 64

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.