Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 12/9/2012 ore 15:31

    ‘Ti lascio una canzone’ su Rai1 e sul web

    Commenti 8

    Reduce dal successo di pubblico ottenuto anche nella scorsa edizione, è tornano nel palinsesto del sabato sera di Rai1 ‘Ti lascio una canzone’, il baby talent condotto da Antonella Clerici e giunto alla sesta edizione.

    Anche quest’anno i protagonisti assoluti del programma saranno i 30 giovani interpreti di età compresa tra i 6 e i 15 anni, provenienti da tutte le regioni d’Italia, che canteranno le canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana.

    I  brani saranno votati da una giuria di qualità presente in studio e composta da Massimiliano Pani, Pupo e dal soprano Cecilia Gasdia. Il loro voto si sommerà, poi, a quello del televoto. L’esibizioni dei giovani talenti, saranno accompagnate da un’orchestra di 30 elementi diretta dal maestro Leonardo De Amicis, una presenza ormai costante nel programma.

    La novità di quest’anno è rappresentata dall’evoluzione “talent” del programma: oltre alle canzoni saranno anche i bambini a vincere, senza per questo innescare inutili competizioni.

    Altra particolarità di questa edizione è il “podio” che ospiterà  i tre bambini più votati e che cambierà con il meccanismo delle sfide. Così ,il giovane che vincerà la puntata potrà decidere di sfidare uno dei componenti del podio.

    Junior ogni settimana vi farà rivivere le emozioni di ogni puntata, riproponendovi i video di tutte le interpretazioni dei nostri piccoli amici, che anche in questa edizione impreziosiscono il talent fiore all’occhiello di casa Rai.

    Ogni settimana – e per dodici settimane, fino alla fine del programma – seguiteci per poter rivedere le performance regalate dalle piccole ugole in gara: tante sorprese vi attendono!

    Vai al portale di Junior>>

    Rivedi le esibizioni della prima serata>>

    Rivedi la prima puntata>>

  • Commenti

    8 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • una prof a cui piace tutta la musica scrive:

      ho sentito che alcuni hanno detto che la presenza di bambini sul teatro come cantanti, attori o quant’altro è nocivo psicologicamente per loro. Non sono d’accordo.
      quando ero una ragazzina ha partecipato a molte recite sia a scuola che in colonia, nelle quali recitavo e cantavo, mia madre non mi spingeva per niente, anzi mi diceva che se io, durante l’esibizione, fossi venuta a mancare, avrei fatto brutta figura. Io Insistevo e le mie recite sono sempre andate bene, poi da grande ho fatto altro ma ho un bellissimo ricordo di quelle manifestazioni.
      Spero che i programmi “ti lascio una canzone” e quanti altri non finiscano.
      Complimenti ad Antonella e altri.
      Una telespettatrice con due lauree.

    • Vorrei sapere come mai non è stato nominato il giovane Matteo Lerner, sette volte sul podio, durante l’ultima puntata? Una spiacevole dimenticanza o altri motivi? Non meritava di essere presente anche lui?
      Cordiali saluti
      Titti

    • una Prof a cui piace tutta la musica scrive:

      vorrei dare la mia opinione su questi bravissimi ragazzi:
      Gabriele Acquavia: se ti impegni sarai l’Adamo del futuro.
      Matteo Martignoni: tu farai una grande strada come Johnny Holliday o Charles Aznavour. ti vedo cantare da solo nei teatri famosi.
      Beatrice Pezzini: quando hai cantato “il mondo è mio” ti ho creduta una cantante prefessionista. Hai una voce bella e pulita, datti ai musical. Se vuoi continuare con le canzoni diventerai famosa, come Laura Pausini.
      Ho stilato una mia classifica per la finale. Darei il mio primo posto a Matteo Martignoni perchè è il più soggettivo, personale e coerente oppure a Daniele Perniola come migliore interprete.
      il secondo a VANIA Ferrari – Gabriele Acquavia. il terzo a Giovanni Sardo, il quarto a Beatrice Pezzini: eccezionale!. il 5 a Valentina Baldelli, Clara Palmieri. Il sesto a Carlo Fontana, 7 a Marika, 8 a Calogero e poi gli altri.
      Congratulazione a Beatrice e Valerio e a Mattia Lever che secondo me un giorno vincerà Sanremo!

    • sono in sintonia con Sonia, Alexandra e Giovanni. Un vero peccato vedere una giuria che fa spesso risaltare i difetti del modo di cantare dei bambini. Una bella trasmissione e’ stata rovinata da questa scelta assurda.
      Ho seguito tutte le edizioni , in compagnia della mia famiglia . Tutti noi siamo rimasti delusi e facciamo veramente fatica a sopportare questo modello di trasmissione diseducativo !!!

    • Ho sempre seguito il vostro programma,ma guest’anno trovo che le innovazionilo abbiano rovinato. Non gradisco affatto che che i bambini vengano giudicati,un conto sono i consigli per permettere di migliorare o una piccola critica costruttiva,ma così è una gogna mediatica ,per non parlare dei tre ragazzi che restano come corvi sul trespolo per tutta la serata in attesa di venire eliminati. Questa competitività forzata non dovrebbe essere insegnata ai bambini.Deve essere una gara dove la felicità regna sovranasul viso dei bambini e non lacrime o tristezza e delusione. Mi associo a Giovanni di Bologna……..inguardabile!!

    • Alexandra Martignon scrive:

      Ho sempre guardato questa trasmisione,ma quest’anno purtroppo mi avete deluso,probabilmente vi siete venduti anche voi all’ascolto dell’odiens,facendo competere dei bambini sfruttando la loro sensibilità,votandoli davanti a tutti,come si è dimostrato dal pianto della bambina.VERGOGNA!!! Mi stupisco anche della Clerici che ho sempre stimato e che poteva anche rifiutarsi di condurre una trasmissione in questo modo.I bambini vanno sempre prottetti!!!!! Ormai viviamo in un mondo indecente dove non c’è più rispetto di niente e di nessuno.

    • Giovani di Bologna scrive:

      Siamo un gruppo di giovani di Bologna che l’anno scorso abbiamo conosciuto, attraverso il vostro programma, la splendida voce di Giada Borrelli.
      Vedendo la prima puntata dell’edizione del 2012, ci sembra assurdo che un talento come quello di Giada ( arrivato in finale quasi a tutte le puntate della scorsa edizione) venga cosi facilmente eliminato. Senza questa grande voce, molti (come noi), non seguiranno più il programma.
      Saluti da Bologna

    • Complimenti per la trasmissione della quale non mi perdo mai una puntata, ma levatemi una curiosità : Come mai l’80 per cento dei ragazzi arriva dalla Sicilia ?

      Cordiali saluti.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.