Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 4/4/2012 ore 8:05

    Dal 5 aprile Nero Wolfe è su Rai1

    Commenti 2

    Bentornato, Nero Wolfe! A partire dal 5 aprile per otto settimane Rai1 accoglierà una nuova serie, a distanza di anni dallo sceneggiato originale con Tino Buazzelli, con protagonista il burbero detective..

    Francesco Pannofino, scelto per interpretare Wolfe, si è calato completamente nel personaggio nato dalla penna dello scrittore americano Rex Stout, addirittura ingrassando di alcuni chili per somigliare ancora di più al detective, è affiancato da Pietro Sermonti, che è nei panni di Archie, ricostruendo così la coppia di successo di Boris. I due attori, molto amici anche nella vita, hanno mostrato lo stesso affiatamento davanti alla macchina da presa.

    La storia, ambientata negli anni Cinquanta, vede Wolfe e Archie trasferirsi da New York a Roma dove, tra un battibecco e l’altro, i due sono impegnati a risolvere intricati misteri con la complicità di nuovi perdonaggi, il cuoco Nanni, interpretato da Andy Luotto, Rosa Petrini, interpretata da Giulia Bevilacqua e Spartaco Lanzetta, interpretato da Michele Laginestra

    - Guarda l’intervista a Francesco Pannofino e Pietro Sermonti>>

    - Guarda le clip di anteprima della serie>>

    - Vai al sito di Nero Wolfe>>

    - Leggi la trama del primo episodio>>

    - Vai alla pagina Facebook di Rai Fiction>>

  • Commenti

    2 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Federico Casanova scrive:

      Conoscendo il Rex Stout romanziere e i suoi personaggi e come sono già stati interpretati in passato questa fiction sembra soltanto una ridicola parodia.Il protagonista si adatterebbe bene alla pubblicità della mortadella e il suo braccio destro a una commedia gaia di Oscar Wilde.

    • Un bravo agli attori.il suono:cinguettio in interni a finestre chiuse?direi poco reale.I costumi sono miglioraìbili:i colletti delle camice vanno inamidati a me piace più una camicia bianca e poco i colori viola o rossi.Preferire delle luci come a teatro.Un primo piano a toni medi e una finestra dietro che spara sono un pugno nello stomaco,un mezzo busto a luci medie e dietro una libreria con una luce accecante anche qui abbiamo poca estetica.MIgliorabile la fotografia troppo scontata ,solo contenuto e poca forma.La scenografia mi piace ,ma non viene assolutamente fuori ,sempre il problema delle luci .Una gestione calcolata e fine delle luci farebbe diminuire i primi piani a favore di mezzo busto con scenografia.Non mi piacciono i movementi di camera esagerati a mal di mare.I colori e il segno sono impastati.Insomma questa tecnologia nuova non aiuta l’estetica.Trovo che il trucco sia troppo pesante compreso le parrucche.Gli attori sono bravi ,ma dietro c’è bisogno di un gran cast tecnico!Torniamo al bn anni 60 di Antonioni o comunque al colore di Bava !!! qualità e non quantità .un grazie e spero che facciate una seconda serie!

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.