Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • L’11 marzo del 2011, a largo delle coste orientali nipponiche, si scatena uno dei terremoti più devastanti della storia del pianeta, pari a 9.0 gradi della Scala Richter (il più potente mai registrato in Giappone; il quarto di sempre), che farà tremare l’intera nazione.

    Con una potenza e una velocità impressionanti, il conseguente tsunami spazza via centinaia di villaggi, paesi e città. Per la prima volta nella storia della comunicazione, i mass media seguono in diretta l’evoluzione di un dramma indescrivibile che metterà in ginocchio proprio il paese universalmente riconosciuto come il più attrezzato contro la furia della Natura.

    Ma la tragedia non termina con la conta dei danni e dei morti: poche ore dopo la fine del disastro naturale, infatti, a Fukushima cresce l’allarme nucleare; l’impatto di un’onda alta dieci metri ha disastrato la centrale, e il serio guasto che coinvolge due dei quattro reattori principali fa temere una catastrofe nucleare di portata superiore a quella di Černobyl del 1986.
    Nel giro di 24 ore, insomma, l’essere umano si trova di fronte a due grandi incognite: come prevenire disastri futuri, come risolvere il sempre più assillante fabbisogno di energia.

    In questo speciale ripercorreremo quei giorni, con analisi approfondite e immagini purtroppo indimenticabili.

    – Il servizio del TgrLeonardo racconta L’effettiva potenza di uno tsunami

    – Il Tg1 illustra come il sisma abbia Spostato l’asse terrestre

    – Sveva Sagramola e Geo&Geo raccontano cosa è stato Il terremoto in Giappone

    – Cosmo e Barbara Serra si chiedono se Possiamo salvarci dai terremoti

    – Il servizio del Tg3 fa vedere L’esplosione alla centrale nucleare di Fukushima

    – Milena Gabanelli porta Report a Fukushima

    – Sveva Sagramola e Geo&Geo ci fanno capire come bisogna comportarsi durante un Allarme radiazioni

    – Radio3Scienza racconta Fukushima, anatomia di un disastro

    – Vai alla pagina Facebook e Twitter di Rai Scienze

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.