Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 25/1/2012 ore 15:40

    “Sirene”, dal 9 febbraio su Rai3

    Commenti 3

    9 febbraio, 23.15, Rai3. La campionessa di scherma Margherita Granbassi, la cui passione per il fioretto è nata nel gruppo sportivo dell’Arma dei Carabinieri, ci racconta a “Sirene” fatti di cronaca in cui le forze dell’ordine e gli agenti del soccorso pubblico combattono la criminalità, tutelano il territorio e le sue risorse, difendono le coste e le acque territoriali e internazionali, gestiscono le questioni relative all’immigrazione, lottano contro il traffico di droga.

    Storie di passione, tenacia, coraggio e dedizione.

    – Rivedi l’intervista a Margherita Granbassi a “Bontà sua” >>

     

    Nella prima puntata le telecamere di “Sirene” mostreranno le operazioni anti pirateria condotte dal cacciatorpediniere Andrea Doria nelle acque dell’oceano indiano, a capo dell’operazione antipirateria Nato Ocean Shield, mostrando la vita e il lavoro dei marinai italiani. Assisteremo al blitz effettuato dagli uomini del Reggimento San Marco per trarre in salvo l’equipaggio del mercantile Pacific Express attaccato dai pirati e intrappolato nella nave in fiamme.

    – La petroliera e i pirati nell’Oceano Indiano (Tg3 dell’8/2/11) >>

     

    Attraverso video amatoriali e filmati esclusivi girati dai vigili del fuoco, racconteremo la notte di fuoco, di paura e di eroismo del disastro ferroviario di Viareggio del giugno 2009 che ha causato la morte di 32 persone. Daremo voce ai vigili che per primi sono giunti sul luogo del disastro e che a rischio delle loro stesse vite hanno aiutato gli abitanti di Via Ponchielli e salvato il piccolo Leonardo, un bambino di 8 anni rimasto intrappolato tra le macerie.

    – Il più grave disastro ferroviario della storia italiana (Report dell’1/11/09) >>

     

  • Commenti

    3 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • brava Margherita,in Agorà questa mattina,sei stata l’unica a parlare con emozione di ciò che si era visto nel tuo programma SIRENE sulle sevizie nella casa di riposo ligure. dovreste avere molto più spazio in TV,voi con la vostra bravura e sensibilità date risalto alla parte migliore delle forze dell’ordine e contemporaneamente date una scossa alle coscienze intorpidite di tanta gente.

    • luciana mosconi scrive:

      cara MAEGHERITA , tu sei troppo giovane e queste atrocità ti sconvolgono :io che sono ormai vecchia ne ho viste tante simili ;nei ricoveri negli ospedali .in tutti i luoghi dove ci sono delle persone deboli,….me le sono dovuta cancellare dalla mente DENUNCIARE non è facile …. CARA MARGHERITA continua a mettere telecamere ,continua perchè è così in tutti i posti … vai anche a caso così ….e troverai l^inverosimile .Mi viene da pensare che l^essere umano è anche così e esplode in certe situazioni . L^ESSERE UMANO ha bisogno ORA di essere controllato a vista in certi ambienti . Dico questo perchè ne ho viste tante …e come me tante persone …..DENUNCIARE A volte è difficile e compromettente .PER FARE DELLE COSE bisogna avere degli strumenti giusti come i vostri e allora si può fare molto .ci vogliono telecamere in tutti questi luoghi ciao

    • Sono un ragazzo di 28 anni e ho visto il programma sirene di martedì, in quella csa di riposo lager è successo un pezzo di quello che accadeva nei lager nazisti, quegli infermieri non sono uomini si sono comportati come animali, come cani, non meritano di essere chiamati esseri umani si sono ridotti a bestie, meditino in carcere sul senso della vita ma soprattutto sul senso della loro vita e a tal proposito se potessero leggere questo mio commento gli ricorderei il commento di Primo Levi sul libro se questo è un uomo: ” Meditate che questo è stato o vi si sfaccia la casa, la malattia vi impedisca, i vostri nati torcano il viso da voi!” Animali! quando saranno vecchi anche loro, quei carnefici con il camice bianco, ricordino quello che hanno fatto quando erano in forze e piangano daL RIMORSO, scusate ma dovevo proprio scrivere questo messaggio e vorrei che lo leggessero quei demoni in camice che erano li dentro. Che Dio li perdoni, li perdona solo se si pentono sinceramente e riparano con le azioni a quello che hanno fatto. Sono indignato che esistano persone come loro!
      Scusate se mi sfogo con voi ma qualcosa la dovevo scrivere o dire. Non si può abusare dei più deboli.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.