Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 29/11/2011 ore 16:11

    Fiorello, dai ‘pischelli’ a Tony Bennett

    Commenti 5

    Cantando con Tony Bennett nel suo show, Il più grande spettacolo dopo il weekend, Fiorello ha coronato un sogno.

    L’artista italoamericano, ottantacinque anni, ha duettato di recente con grandi star internazionali come Amy Winehouse, Lady Gaga e Red Hot Chily Peppers. ”Non ha paura di rovinare il suo curriculum con me?”, gli ha chiesto Fiorello. ”Diventerò’ più famoso”, ha risposto Bennett sorridendo.

    Bennett ha cantato il doppio successo di Frank SinatraThe lady is a tramp‘, prima di intonare con Fiorello ‘For once in my life‘. Guarda il video >>

    Altra chicca della serata è stata la cantante Elisa, protagonista di una originale performance musicale con commistioni pop, swing, dance e anche di un divertente siparietto con le imitazioni delle colleghe Laura Pausini, Carmen Consoli e Shakira.

    Uno dei momenti più divertenti è stato anche il monologo di  Fiorello quando racconta le sue disavventure, tra pischelli e discoteche. Guarda il video >>

    Sul palco della terza serara anche una delegazione della Nazionale italiana femminile di pallavolo, accompagnata dal commissario tecnico Massimo Barbolini, con la coppa del mondo conquistata pochi giorni fa in Giappone.

    Biagio Antonacci si è calato per gioco nei panni del concorrente di ‘XFactor’ alle prove con i giudici Fiorello-Morgano e Baldini-Ariso, prima di proporre un suo vecchio successo ‘Se e’ vero che ci sei’.

    Uno dei momenti più emozionanti è stato quello del duetto tra i due fratelli Fiorello, Giuseppe, ha cantato ‘Lu grillu e la luna’ di Domenico Modugno, prima di giocare con il fratello più grande ironizzando sui ruoli drammatici interpretati in tante sue fiction. Guarda il video >>

    Non sono mancate le battute sull’attualità’ politica con messaggi ironici sulla crisi all’indirizzo del ‘capoccione’ Sarkozy e della Merkel che Fiorello chiama amorevolmente con un nomignolo irriverente ‘Culetto piccolo’.

    Battute anche per Vladimir Putin attraverso una interprete d’eccezione, la ballerina Natalia Titova: ”non è che siccome non c’e’ più l’amichetto suo, ci taglia il gas? C’è un lettone, glielo spediamo? L’ha montato Bondi con la brugola del sei”.

    L’ironia di Fiorello ha travolto anche il direttore di Rai Fiction, Fabrizio Del Noce, al quale lo showman ha fatto fare persino una imitazione del vampiro Edward di Twilight.

    Rivivi le emozioni della III puntata de Il più grande spettacolo dopo il weekend >>

    Tags:
  • E’ morto ieri sera a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro, il regista Vittorio De Seta.

    Regista e sceneggiatore italiano, Vittorio De Seta scelse il cinema dopo aver frequentato per qualche tempo la facoltà di architettura a Roma.

    Inizia la carriera cinematografica lavorando come secondo aiuto regista di Mario Chiari per un episodio del film ‘Amori di mezzo secolo‘.

    Nel 1954 diventa aiuto regista di Jean-Paul Le Chanois in ‘Vacanze d’amore’. Successivamente si dedica all’attività di sceneggiatore e documentarista.

    Al 1950 risalgono i suoi documentari ambientati prevalentemente in Sicilia e Sardegna, descrivono con potente espressività i modi di vivere del proletariato meridionale e le dure condizioni di vita dei pescatori siciliani, dei minatori di zolfo nisseni, dei pastori della Barbagia.

    Tra questi cortometraggi il documentario ‘Isole di fuoco‘, ambientato nelle isole Eolie, viene premiato come miglior documentario al Festival di Cannes del 1955.

    Nel 1961 debutta al cinema con ‘Banditi a Orgosolo‘, sceneggiato con la moglie Vera Gherarducci che vince il premio Opera prima al Festival di Venezia e il Nastro d’Argento alla migliore fotografia.

    Nel 1966 realizza ‘Un uomo a metà‘ allontanandosi dal documentarismo che contraddistingue la sua carriera.

    Tra il 1969 e i primi anni 1970 si trasferisce in Francia per girare ‘L’invitata‘, film apprezzato da Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini.

    Nel 1972 De Seta ritorna alle tematiche degli esordi con una miniserie televisiva prodotta dalla Rai, ‘Diario di un maestro‘, storica produzione andata in onda tra il febbraio e il marzo 1973, girato in 16 mm e suddiviso in quattro episodi,  narra gli sforzi di un giovane maestro alle prese con una classe di una borgata romana.

    In omaggio a Vittorio De Seta vi riproponiamo integralmente la miniserie televisiva Diario di un maestro

    Guarda i quattro episodi di “Diario di un maestro” in sclusiva su Rai.tv >>

    Negli anni Ottanta realizza documentari per la televisione e si trasferisce nella tenuta materna di Sellia Marina in provincia di Catanzaro. Il suo profondo legame con la Calabria, che ha dato i natali a sua madre, è esplorato nel documentario ‘In Calabria‘ del 1993.

    Nel 2000 partecipa come attore al medio metraggio ‘Melissa 49/99‘ di Eugenio Attanasio e Giovanni Scarfò. Nello stesso anno realizza, con il fotografo Angelo Franco Aschei, il corto ‘Mano‘ e partecipa come attore a un video realizzato da Leandro Manuel Emede con musiche di Giacomo Dati.

    Nel 2006 realizza il lungometraggio’ Lettere dal Sahara’, che segue la vita di un migrante africano in Italia. Il film partecipa fuori concorso al Festival di Venezia.

    Guarda in diretta web l’omaggio a Vittorio De Seta di Rai Educational: ‘La Sicilia rivisitata’, Rai Storia,  30 novembre, 23.00 >>

    Guarda in diretta web, su Rai Movie, il 3 dicembre, ore 11.25 ‘Banditi a Orgosolo’, il primo lungometraggio del regista siciliano presentato al 26º Festival di Venezia, vincitore del premio Migliore Opera Prima >>

    Ascolta l’intervista a Vittorio De Seta, tratta da  Hollywood Party, Radio3 >>