Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 19/9/2011 ore 19:14

    Doc 3: Cercasi Italia disperatamente

    Commenti 2

    Rai3, 21 settembre, 23.55. Prosegue l’appuntamento settimanale con il documentario d’autore di Doc 3, presentato da Alessandro Robecchi.

    Dopo il successo del loro primo lavoro Improvvisamente l’inverno scorso – premiato al Festival di Berlino nel 2008 – Gustav Hofer e Luca Ragazzi si sono confermati con Italy Love it or Leave it, che si è aggiudicato i due premi più importanti della 16a edizione del Milano Film Festival.

    – Guarda il documentario in diretta web, mercoledì 21 settembre alle 23.55 >>

     

    Unico film italiano in concorso, ha vinto sia il premio del pubblico che il premio per il miglio film assegnato dalla giuria. “Il film è il tentativo di riconciliarci con il nostro paese, è la ricerca di buoni motivi per rimanere oggi in Italia, nonostante tutto.” dichiarano gli autori.

    Luca e Gustav ci conducono in un divertente viaggio a bordo di una vecchia Cinquecento alla riscoperta del nostro paese da Torino alla Sicilia, dalla spazzatura di Napoli alle eccellenze della cultura e dell’arte.

    Le divertenti schermaglie tra i due autori ci permettono di conoscere a fondo la creatività italiana, la moka, e i grandi slanci ideali come le cooperative agricole dei giovani contro la mafia ma anche l’Italia dei furbi, della criminalità e dei ladri di futuro che rischiano di distruggere il nostro paese.

     

    – Guarda “Doc 3” in diretta on line, mercoledì alle 23.55 >>

    – Entra nel sito del programma >>

    – Guarda i documentari delle scorse puntate >>

     

  • Commenti

    2 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • L’ho visto ieri sera e devo dire per caso, ma mi è piaciuto tantissimo questo documentario. Anche se il verbo “piaciuto” non mi sembra molto adatto visto la situazione attuale dell’Italia.
      Vivo, ormai, in Italia da 10 anni e amo questo paese come se fosse il mio paese natio e non perchè i miei due figli sono italiani, ma mi son trovata davvero bene.
      Comunque, questo documentario mi ha lasciato un sentimento di malinconia profonda, un senso di impotenza e di un grande dispiacere per questo paese di una storia ricca di eventi e di grandi uomini. Me lo auguro con tutto il cuore che la situazione in Italia cambi e che trovi gli uomini e le donne giusti per rialzarsi come ha saputo sempre fare questa vecchia signora bella ed affascinante che si chiama Italia.

    • Rimasto per caso dopo il TG3 devo dire che sono rimasto affascinato da questo documentario (forse è riduttivo);molto ben fatto,originale,quasi poetico pur nella desolante descrizione di questa decadente Italia.
      Spero tanto che i giovani abbiano il coraggio di cambiare (io ormai over 60 sono vigliaccamente stanco e disilluso)
      Peccato che la “buona” televisione abbia spazio ad orari da pensionati insonni.
      Comunque bravi e complimenti.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.