Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 26/10/2010 ore 9:00

    Philippe Daverio e “Passepartout” a Dakar

    Commenti 3

    Se siete estimatori di Philippe Daverio e del suo programma Passepartout, avrete probabilmente apprezzato Dakar, Senegal, la puntata andata in onda, come sempre su Rai Tre, domenica 24 ottobre. Nel caso non abbiate potuto vederla in tv, non c’è problema, potete gustarla – naturalmente gratis – quando preferite, su Rai.tv.

     

    Si tratta del secondo capitolo di un reportage in tre puntate dedicato al Senegal. Nella prima – Venditori di elefanti, ne abbiamo già parlato in questo blog >> – il solo Jean Blanchaert, gallerista amico di Daverio, era approdato in terra africana. Ora lo raggiunge anche Daverio ed è tangibile l’entusiasmo e anche l’ammirazione che nutre per il Senegal e per la sua capitale Dakar. Un luogo – afferma Daverio – dove “il caos è certificato ma assolutamente creativo, perché in questo caos stanno nascendo, come in un brodo di cultura, un mondo nuovo e un’estetica nuova”. Il caos creativo che sembra pervadere la vita della città e la sua struttura, è senz’altro l’elemento che più affascina il conduttore di Passepartout e che cerca di comunicare nel suo reportage.

     

    Di Dakar sono mostrati, e celebrati come incunaboli di vita nuova, il supercaos urbanistico, la combinazione di ricco e povero, di passato e contemporaneo. Una città “in contraddizione, tirata come un elastico teso, in cui tutto avviene”. Si chiude, in attesa della terza ed ultima puntata, con una visita a “Dak’art – la Biennale d’arte contemporanea africana”, dove non mancano esempi di opere graffianti e autentiche.

     

    – Guarda Dakar, Senegal su Rai.tv >>

    – Guarda Venditori di elefanti su Rai.tv >>

    – Tutte le puntate di Passepartout dal 2008 al 2010 >>

    – Gli Speciali di Passepartout >>

  • Commenti

    3 Commenti

    WP_Modern_Notepad

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.