Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 15/9/2010 ore 15:24

    Palco e Retropalco: riapre il teatro di Rai Tre

    Commenti 0

    Dal 18 settembre al 2 ottobre Rai Tre propone una piccola rassegna pomeridiana di teatro contemporaneo all’insegna del monologo, della narrazione e dei grandi protagonisti. Da Eduardo a Chopin, passando per Augias e Michela Murgia – con il racconto che ha ispirato il film “Tutta la vita davanti” di Paolo Virzì – ecco a voi i tre pomeriggi da trascorrere sulla ‘scena’ di Palco e retropalco.

     

    Il 18 settembre il primo appuntamento con “Io, Eduardo De Filippo” di e con Bruno Colella, assieme a Sebastiano Somma e Tosca D’Aquino. Girato in uno dei luoghi storici della memoria eduardiana, il Teatro Sannazzaro di Napoli, questo spettacolo offre un ricordo non convenzionale al maestro del teatro italiano. Un racconto a tutto tondo e prende a piene mani l’essenza di De Filippo con una sorta di pot-pourri. Frammenti di commedie, schegge di poesie, canzoni immaginate, ricette adorate, aneddoti del tutto inventati, incontri realmente avvenuti. Il palco rappresenta un immaginario camerino, tempio sacro dell’attore in cui si vivono momenti emozionanti per chi svolge questo lavoro, dalla preparazione prima di salire sul palco all’incontro con il pubblico a fine serata.

    Le musiche originali sono di Eugenio Bennato.

     

    Il 25 settembre la rassegna continua con un grande personaggio di Rai Tre, Corrado Augias (coadiuvato dal pianista Giuseppe Modugno) che in “Soirée Chopin”, all’insegna del piacere dell’erudizione, ci racconta – a duecento anni dalla nascita – la vita e la musica dell’uomo che reinventò il pianoforte e scrisse la colonna sonora del romanticismo. Scopriremo una vita travagliata nell’Europa della prima metà dell’800, la fuga dalla natia Polonia asservita alla Russia, l’amore intenso e sfortunato con la grande scrittrice George Sand, la scoperta della potenzialità del pianoforte come strumento centrale ed autonomo grazie alla invenzione di una musica che permetteva a tutte le dita del pianista il massimo dell’utilizzo. E poi la grande musica, quella romantica piena di citazioni popolari polacche e armonie ispirate al melodramma italiano. Lo spettacolo ha ottenuto questa primavera un vivo successo al Parco della musica a Roma ed è stato registrato al Franco Parenti di Milano.

     

    Il 2 ottobre, Teresa Saponangelo con “Il mondo deve sapere” chiude il ciclo. Dal romanzo omonimo di Michela Murgia (da cui è stato tratto anche il film di Paolo Virzì) è il diario di una telefonista di un call center che si impegna e ci crede, ingenua ed ottimista, ma che scoprirà di essere stata selezionata non come venditrice ma come acquirente. Lo spettacolo, ben accolto al Piccolo Eliseo di Roma, è stato registrato al Centro di produzione Rai di Napoli.

     

    Guarda la diretta on line, il sabato pomeriggio alle 16.30 >>

     

    Rivedi i video degli spettacoli trasmessi da Palco e retropalco >>

     

    I tuoi orari non coincidono con la messa in onda del programma? Rai Replay ti permette di rivedere in replica i programmi andati in onda negli ultimi 7 giorni su Rai Uno, Rai Due e Rai Tre>>

     

  • 15/9/2010 ore 13:09

    Fiorella Mannoia in concerto a Radio 1

    Commenti 0

    Venerdì 17 settembre, 21.00, Radio 1. Fiorella Mannoia è una delle grandi interpreti italiane. Interprete di canzoni, spesso scritte dai nostri più bravi cantautori – Fossati, De Gregori, Ruggeri, Vasco –, e interprete della solidarietà, del sentimento civile e della voglia d’impegno degli italiani. Fondendo questa duplice vocazione si è esibita all’Arena di Verona il 12 settembre scorso.

     

    Invito personale – programma di Radio 1 interamente dedicato alla musica live – propone in esclusiva questo concerto, che ha chiuso a Verona la Festa del Volontariato. La Mannoia, davanti a un pubblico di circa 14.000 spettatori, ha duettato con altri importanti artisti che si sono avvicendati sul palco: i Negrita, Cesare Cremonini, Noemi. Una serata speciale insomma, che così Mario Luzzato Fegiz ha commentato sul Corriere della Sera: “Musica, Dio e 12 mila volontari, provenienti da tutta Italia, che la Mannoia, forma fisica e vocale davvero invidiabili, ha intrattenuto con grazia e perizia”.

     

    Oltre ai duetti la cantante romana ha regalato il meglio del proprio repertorio, da Quello che le donne non dicono ai suoi cavalli di battaglia live come Sally di Vasco Rossi e Il pescatore. Infine Il cielo d’Irlanda, cantata in mezzo al pubblico di volontari, “angeli silenziosi” per usare le parole dalla stessa Fiorella Mannoia.

     

    Segui il concerto sul web venerdì 17 settembre alle 21.00 >>

     

    Vai al sito di Radio 1 >>

     

    Rai Music >>

  • Millepagine ha incontrato Paolo Villaggio e l’ha intervistato in esclusiva per Rai.tv.

    E’ uscito quest’anno il suo ultimo libro Crociera lo cost. Non è certo la prima volta che un comico pubblica un libro. Quasi sempre però il comico diventa scrittore dopo il successo come attore. Non è esattamente il caso di Villaggio. Forse non tutti sanno che il grande attore genovese scriveva ben prima di diventare famoso in tv e al cinema. Nel 1963 scrisse col suo amico e concittadino Fabrizio De André la canzone Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers.

     

    Il suo personaggio più noto, il ragionier Ugo Fantozzi, prende corpo nelle pagine di un libro che Villaggio pubblicò nel 1971. Il libro vendette la bellezza di un milione e mezzo di copie e  arrivò persino in Unione Sovietica, dove vinse il Premio Gogol come miglior opera umoristica. E solo a seguito di tale straordinario successo divenne film nel 1975. Questo è uno dei tanti episodi rievocati da Villaggio nell’intervista (a cura di Vittorio Castelnuovo). Un racconto coinvolgente in cui l’attore-scrittore ripercorre le tappe principali della sua carriera, riflette sui massimi sistemi e traccia l’identikit dei Fantozzi di oggi….

     

    Guarda l’intervista a Paolo Villaggio >>

     

    Millepagine, la web tv dedicata ai libri e alla letteratura >>