Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 3 settembre 2010, 20.30, Rai Uno. L’Italia dell’era Prandelli è pronta al debutto ufficiale. Dopo la prima uscita, di certo non entusiasmante, contro la Costa D’Avorio, la Nazionale di calcio scende in campo a Tallinn contro l’Estonia per la prima partita del girone di qualificazione agli Europei del 2012.

    La prima giornata di campionato e gli ultimi colpi di mercato hanno messo in evidenza un Milan sempre più in crescita, e anche per questo il ct della Nazionale farà affidamento soprattutto sul rientro a centrocampo di Andrea Pirlo, pronto a dettare i tempi dell’azione grazie alla sua ritrovata visione di gioco. Buone notizie anche dall’infermeria, dove gli acciaccati Daniele De Rossi, Antonio Cassano e Riccardo Montolivo sono stati pienamente recuperati, pronti a dare il loro fondamentale contributo in campo.

    Le ultime indiscrezioni dallo spogliatoio parlano di un Cassano molto nervoso, probabilmente a causa di alcune voci giornalistiche che mettevano in dubbio l’autenticità dell’infortunio alla schiena accusato durante il primo allenamento. Ma c’è da scommettere che – visto il carattere del talento di Bari vecchia – sul rettangolo di gioco darà tutto, e anche di più, per consegnare con una vittoria i primi tre punti del girone all’Italia.

    Non perdere neanche un minuto della partita e guarda la diretta on line dalle 20.15 >>

    Le ultime notizie, i video e le foto sul sito di Rai Sport >>

    Verso l’Estonia (Notiziario del 1/9/2010)


  • Commenti

    3 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • Assolutamente d’accordo con lei. In questo nulla in vi e credo che questa sia un’ottima idea. Sono d’accordo con te.
      Condivido pienamente il suo punto di vista. Penso che questo sia una buona idea.

    • Ho visto la partita e a parte l’errore enorme fatto dalla Rai x l’oscuramento del gol vorrei fare un commento relativo alla cronaca fatta da Gentili e Dossena…un DISASTRO!! Se commentavano un funerale forse era meglio…di un pessimismo esagerato, non andava bene niente di quello che facevano i calciatori, davano consigli come i professori del calcio…una telecronaca Patetica!

    • Come al solito avete fatto una figura da dilettanti, mandando la pubblicità nel momento
      in cui si stava battendo il calcio d’angolo, siete un azienda vecchia e superata,
      l’immagine di questo paese, non riuscite a rinnovarvi, anzi sempre più anziani
      a parlare e commentare di calcio, ma vale per tutto il resto finché vi vedevo,
      ora a parte le partite dell’italia non so neanche quali sono i vostri programmi.
      Un consiglio: Se fate fare le partite senza commentatori, sarebbe molto meglio,
      cosi risparmiate i loro costi e magari non mandate la pubblicità durante i gol.
      è gente che parla del calcio di almeno 30 anni fa, con tutto il rispetto per il mondiale
      che hanno vinto, ma la competenza serve, e rimane sempre che il calcio di oggi
      non è neanche quello di 15 – 20 anni fa, figuriamoci di 30.
      Innovate anche nelle persone e non solo negli studi, è una vergogna far guidare
      la domeica sportiva a una che non capisce niente di calcio e ha quasi 60 anni anche
      se ogni anno si rifa un pezzo….Basta…datevi una mossa prima che la gente si ribelli
      e vi toglie dalle vostre poltroncine di forza.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.