Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • Mercoledì 1 settembre 2010, 23,50, Rai3. Il documentario che Doc 3 propone questa settimana, con la consueta introduzione di Alessandro Robecchi, è un’opera di alto livello culturale, informativo ed estetico. Senz’altro uno dei documentari più belli della stagione.

     

    Diretto dal sino-canadese Lixin Fan, s’intitola L’ultimo treno e racconta la storia della Cina contemporanea attraverso la dissoluzione di una famiglia: i genitori sono costretti ad emigrare per cercare lavoro nei distretti industriali e i figli, invece di studiare per elevarsi socialmente, ripercorrono la stessa dura strada dei genitori.

     

    Tra discussioni, drammi familiari e apocalittiche immagini di uno dei più grandi spostamenti di massa del mondo – il capodanno cinese – dove milioni di persone si ammassano intorno alle stazioni ferroviarie per non perdere l’ultimo treno, entriamo nel vivo delle contraddizioni del miracolo cinese dove “arricchirsi è glorioso”.

     

    “Non tornare a casa per festeggiare il Capodanno equivale ad avere una vita senza senso” dice uno dei personaggi del documentario. La migrazione in occasione del Capodanno cinese è un fenomeno impressionante, unico: ogni anno 200 milioni di cinesi, soprattutto operai della grande industria, tornano dalle città al loro paese di origine. Un evento emblematico di quella realtà titanica, per noi sfuggente e un po’ inquietante, che è la Cina contemporanea.

     

    Guarda la diretta del programma sul web, mercoledì 1 settembre 2010 alle 23.50 >>

    Vai al sito di “Doc 3” >>

    I tuoi orari non coincidono con la messa in onda del programma? Nessun problema. “Rai Replay” che ti permette di rivedere in replica i programmi andati in onda negli ultimi 7 giorni su Rai Uno, Rai Due e Rai Tre >>

     

  • Un ragazzo schivo, a volte malinconico, innamorato del mare, della sua Sardegna, delle letture colte, della musica classica. Francesca Carli dipinge un quadro di Enrico Berlinguer, storico segretario del Partito Comunista Italiano, che va oltre le sue rare apparizioni pubbliche e lo riporta in una dimensione intima. Quella dimensione che più di tutto ha contribuito a crearne il mito e a generare fenomeni di totale adesione alla sua persona da parte dei propri seguaci.

     

    Si comincia dal giovane Enrico Berlinguer, che già sembrava destinato a diventare uno dei protagonisti principali della prima repubblica. Si passa, poi, a narrare le gesta e le difficili scelte dell’uomo politico, di colui che ha saputo portare il Partito Comunista Italiano alle soglie del governo, con tutte le difficoltà che comporta lo svolgere un ruolo pubblico così faticoso e impegnativo. Quando, nel ’72, diventa segretario del PCI la sua statura di leader è indiscussa, eppure lui resta sempre un po’ fuori dai giochi di palazzo.

    Sono gli anni del terrorismo rosso e nero, della rivolta operaia, della contestazione studentesca, della strategia della tensione: la stessa democrazia sembra a rischio. Nasce così in Berlinguer, l’idea del “compromesso storico”, ma il rapimento e il barbaro assassinio di Aldo Moro, il suo principale interlocutore nella DC, da parte della Brigate Rosse, mettono una pietra tombale ad ogni progetto di “solidarietà nazionale”.

     

    Nella puntata si parla anche del grande “strappo” dall’Unione Sovietica, dell’attentato in Bulgaria dal quale Berlinguer esce miracolosamente indenne e che rimane segreto per quasi vent’anni, della “questione morale”, insomma della vita di un uomo che fino all’ultimo ha dato tutto se stesso alla politica. Fino al 7 giugno 1984, quando viene colpito da un ictus mentre sta tenendo, a Padova, un comizio elettorale.

     

    Guarda la diretta del programma sul web, martedì 31 agosto 2010 alle 23.45 >>

     

    Vai al sito di “Corerva l’anno” >>

     

    I tuoi orari non coincidono con la messa in onda del programma? Nessun problema. “Rai Replay” che ti permette di rivedere in replica i programmi andati in onda negli ultimi 7 giorni su Rai Uno, Rai Due e Rai Tre >>

     

     

    C’era una volta Enrico (Annozero – 2009)

     

  • 30/8/2010 ore 17:50

    E in attesa di X Factor 4, due puntate speciali

    Commenti 0

    “Nome? Marco Marfè, ma il mio nome d’arte è Marco. Genere musicale? pop dance. Cosa ci canti? Pupo, Gelato al cioccolato”.

    Come dimenticare una simile presentazione per un provino di X Factor. Stava per iniziare la seconda edizione, e il leggendario Marfè – nonostante non sia riuscito a fare breccia nel cuore della selezionatrice Simona Ventura – è diventato dopo questa apparizione un ‘fenomeno’ della Rete, anche grazie a coreografie e look decisamente originali.

     

    Siete pronti all’avvento di un nuovo mito? Ecco la grande notizia! L’1 e il 3 settembre su Rai Due, alle 23:30, vanno in onda le prime selezioni che si sono svolte davanti ai nostri mitici giudici Mara MaionchiAnna TatangeloEnrico RuggeriElio. Centinaia di aspiranti Talent che hanno superato i precasting del tour estivo, si sono messi in gioco per riuscire a strappare i fatidici per accedere alla fase finale dei casting. Non perdetevi queste due puntate…tra questi cantanti si celano i futuri concorrenti di X FACTOR 4! Se proprio non riuscite ad aspettare, potete vedere in anteprima sul nostro sito i video di alcuni di questi provini.

     

    Altra notiziona: il 6 settembre in prima serata, alla vigilia della prima puntata, potremo assistere alle scelte finali on line…ma di questo vi daremo maggiori dettagli a breve!

    X Factor 4 sta arrivando!

     

    Vai al sito di X Factor >>

     

    Guarda i video dei provini >>

     

  • 30/8/2010 ore 17:00

    Lucia a San Siro

    Commenti 0

    Mercoledì 1 settembre, 21.20, Rai Uno. Grande spettacolo, sperimentazione e tradizione nel musical ispirato ai Promessi sposi. Questa “opera moderna” – così la definiscono gli autori – con la messa in onda televisiva raggiunge la quadratura del cerchio. Lo spettacolo è andato in scena, con grande successo di pubblico, nel giugno scorso allo stadio San Siro di Milano. Per la prima volta un musical è stato ospitato da uno stadio italiano, proprio come i concerti delle rock star.

     

     Il libretto, fedele al romanzo di Manzoni, è di Michele Guardì, che cura anche la regìa teatrale e quella televisiva; le musiche sono di Pippo Flora. E’ un autentico kolossal, costato più di 5 milioni di euro: 20 attori-cantanti fra protagonisti e comprimari, 40 ballerini, una spettacolare scenografia con tre grandi palcoscenici ruotanti su un fronte palco di quaranta metri. Nel cast i più affermati interpreti del genere: Graziano Galatone (Renzo), Noemi Smorra (Lucia), Lola Ponce (Monaca di Monza), Giò Di Tonno (Don Rodrigo) e tanti altri, tutti di primissimo livello.

     

     Il romanzo di Manzoni, trasposto in opera musicale, è riconsegnato alle origini del racconto nazional-popolare italiano, cioè al melodramma. La quadratura del cerchio, dunque, arriva con questa trasmissione televisiva della serata di San Siro. La tv è stata infatti per I promessi sposi il mezzo più efficace di diffusione: milioni di italiani hanno conosciuto i suoi personaggi attraverso i volti e i gesti dei loro interpreti televisivi. Dopo gli sceneggiati del ’67 e dell’89, dopo la parodia cult del Trio è ora il turno del musical di Guardì in formato Broadway. Ormai non c’è più dubbio, il matrimonio fra la Rai e I promessi sposi s’aveva proprio da fare!

     

     Guarda la diretta dal web mercoledì 1 settembre alle 21.20 >>

     

     I tuoi orari non coincidono con la messa in onda del programma? Nessun problema. “Rai Replay” che ti permette di rivedere in replica i programmi andati in onda negli ultimi 7 giorni su Rai Uno, Rai Due e Rai Tre >>

     

     

     

  • 30/8/2010 ore 13:00

    Ritorno alla valle del Po con Mario Soldati

    Commenti 0

    Martedì 31 agosto, Viaggi e Paesi, Rai.tv. “Nella cucina c’è tutto”: sono le parole con cui Mario Soldati inizia e motiva il suo Viaggio lungo la valle del Po alla ricerca dei cibi genuini, riproposto in brani scelti da Viaggi e Paesi. Programma ideato e condotto da Soldati, scrittore-regista e anche grande uomo di televisione, andò in onda nel 1957, a soli tre anni dall’avvio delle trasmissioni televisive.

    “Nella cucina c’è tutto”, e se si viaggia per conoscere, un modo sicuro di farlo è scoprire le tradizioni culinarie dei luoghi che si visitano: in quei cibi c’è la natura, la storia e c’è soprattutto lo spirito degli abitanti. In dodici puntate attraverso la campagna padana, Soldati riprende e intervista l’umanità che ruota attorno al cibo – contadini, artigiani, pescatori, produttori, ristoratori – e, quasi sempre presente nell’inquadratura, si mette in gioco con la sua ironia sottile e bonaria, con curiosità e gioia di vivere.
    E’ un’inchiesta, un documento socio-antropologico, uno dei più originali e riusciti programmi televisivi di sempre. Soldati fa televisione culturale con leggerezza, mai pedante riesce a far sentire il respiro di ogni più piccola piega della realtà.
    Rivisto oggi questo “Viaggio” sorprende non solo come importante documento storico, ma soprattutto per la sua lungimiranza sociologica e per le sue straordinarie intuizioni televisive: provate a vederlo e vi renderete conto che ancora oggi molti programmi tv seguono, o meglio tentano di seguire, le sue orme.

    Guarda Viaggi e Paesi >>

    Speciale Mario Soldati >>