Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • Chi “mette la faccia” sul Festival di Sanremo deve essere “una persona per bene”. Il sindaco di Sanremo, Maurizio Zoccarato, ha annunciato che si opporrà nel caso in cui la Rai scegliesse Belen Rodriguez come conduttrice del 61mo Festival della musica italiana. Nella conferenza stampa di presentazione della nuova creatura dedicata ai giovani ‘Area Sanremo‘, il primo cittadino, ha ricordato quando si oppose alla partecipazione di Morgan al Festival, dopo l’intervista in cui Marco Castoldi ammise l’uso di droga. “Non cambio idea se una ha un sedere particolarmente bello, rispetto a Morgan che aveva i capelli strani”, ha chiarito. “Non accetto che l’immagine della mia città sia affiancata a chi non ha moralità certa”, ha aggiunto. Per il primo cittadino sanremese, infatti, nella nostra società devono prevalere valori come la “tradizione e la fermezza mentale” ed e’ importante “non dare il segnale che chi fa uso di stupefacenti ha successo”. “D’altronde – ha aggiunto – e’ normale, avviene già nello sport, quando, a un Giro d’Italia, puniamo chi rimane coinvolto col doping”. “Noi dobbiamo avere persone per bene – ha insistito – finché io sarò sindaco di Sanremo, chi mette la faccia del mio Comune deve essere perbene, noi su questo faremo le barricate”. Poi nella serata il sindaco di Sanremo, Maurizio Zoccarato,  ha voluto precisare le sue dichiarazioni su Belen. ”Dopo la conferenza stampa ho letto i giornali che stamattina non avevo avuto tempo di guardare e ho potuto accertare che la situazione di Belen e’ molto differente da quella di Morgan – ha ammesso il sindaco – Reputo Belen una grande artista e spero quindi che possa chiarire, prima di tutto per lei, il suo coinvolgimento”. ”Ho sempre pensato che drogarsi fa male e da sindaco di Sanremo vorrei che il nome della città fosse legato a una manifestazione come il festival attraverso personaggi portatori di messaggi consoni – ha aggiunto -. Spetta alla Rai decidere chi lo presenterà e penso che Belen sia davvero una grande professionista”.

  • A partire da mercoledì 28 luglio Rai Uno proporrà alle 23.30 un omaggio ad uno degli attori più amati dal pubblico italiano: Tomas Milian, meglio conosciuto come il commissario Nico Giraldi detto anche ‘Er Monnezza‘. Tra i titoli dei film che hanno come protagonista il commissario di polizia più politicamente scorretto della capitale, attorno al quale ruotano una serie di fortunati comprimari interpretati da Bombolo, Enzo Cannavale, Olimpia di Nardo, ci sono ‘Squadra antifurto‘ (in onda domani), ‘Squadra antitruffa’, ‘Squadra antimafia‘, ‘Assassinio sul Tevere‘, ‘Squadra antigangsters‘, ‘Delitto a porta romana‘. Milian, di origine cubana, nato a Cutono un piccolo villaggio vicino all’Avana, inizia la sua carriera frequentando alla fine degli Anni Cinquanta l’Actors Studio a New York. Ma e’ in Italia che trova la consacrazione, lavorando con registi come Luchino Visconti, Mauro Bolognini, Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e Michelangelo Antonioni. Nella seconda parte degli Anni Sessanta, tralascia il cinema d’autore e inizia una fortunata parentesi nel genere del western, seguita poi da quella altrettanto fortunata nel poliziottesco e in particolare col ruolo di Er Monnezza. Negli ultimi anni Milian e’ tornato al grande cinema lavorando per alcuni grandi registi quali Abel Ferrara, Tony Scott, Steven Spielberg e Steven Soderbergh.

    Guarda dal web ‘Squadra antifurto’, Rai Uno,  28 luglio 2010, alle 23.30>>

  • 27/7/2010 ore 12:00

    Coppie gay in cerca di figli a ‘DOC 3’

    Commenti 0

    DOC 3, su  Rai Tre,  proporrà, mercoledì 28 luglio, alle 23.55,Il lupo in calzoncini corti‘, un documentario sulla storia di due famiglie “omogenitoriali”, una coppia di donne milanesi che hanno avuto tre figli e due uomini romani che stanno insieme e vanno in Canada per coronare il sogno di diventare genitori. Che cosa sono le cosiddette famiglie arcobaleno? Cosa vuol dire se due uomini o due donne vogliono avere un bambino e come arrivano ad una decisione così importante? E cosa vuol dire per un bambino avere due mamme o due papà? ‘Il lupo in calzoncini corti’, senza avere la pretesa di dare un giudizio morale cerca di fare condividere il lato umano, spesso nascosto dal giudizio ideologico – di coloro che vivono questi problemi. Il documentario è stato realizzato dalla comasca Nadia Dalle Vedove insieme a Lucia Stano.

    Guarda dal web, DOC3, Rai Tre, mercoledì 28 luglio, alle 23.55>>

    Guarda il sito di DOC3 >>

  • 27/7/2010 ore 10:51

    La Rai manda in pensione la moviola

    Commenti 1

    La Rai dice basta all’uso della moviola nelle trasmissioni sul campionato di calcio. La rubrica sarà sostituita da approfondimenti tecnici, a scopo didattico. “Pensare ad un calcio meno urlato e più ragionato”: con queste parole il presidente della Rai Paolo Garimberti conferma che la televisione pubblica abbandonerà, forse definitivamente, la moviola calcistica. Secondo quanto rende noto il sito internet di Rai Sport la decisione è stata presa dal direttore Eugenio De Paoli e approvata dai vertici dell’azienda di corso Mazzini. Le trasmissioni dedicate all’approfondimento calcistico, sia domenicali che infrasettimanali, utilizzeranno le immagini solo per “chiarire la norma applicata in quel determinato episodio, senza dare spazio al solito dibattito”.
    Sei favorevole o contrario alla decisione?

    Scrivi il tuo commento

    Guarda il video: La moviola in pensione