Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 30/6/2010 ore 19:29

    Miss Italia nel Mondo: questa sera la finale

    Commenti 0

    Torna “Miss Italia Nel Mondo“, in onda questa sera  alle 21.20 su Raiuno. Massimo Giletti, con la partecipazione di Cristina Chiabotto, condurrà la serata in diretta dal Palazzo del Turismo di Jesolo, a cui parteciperanno 50 ragazze di origini italiane provenienti da tutti i Continenti. Il Concorso, giunto alla sua ventesima edizione, vedrà così il ritorno di Cristina Chiabotto, vincitrice del titolo Miss Italia nel 2004. Le 50 ragazze sono state scelte, tra 6.200 iscritte, in 85 selezioni e 36 finali di Nazione che hanno visto la partecipazione di Comunità italiane, ambasciate e nostri consolati. L’origine italiana delle miss e’ uno degli aspetti più interessanti del Concorso: tutte le ragazze hanno una storia da raccontare. Sono rappresentati tutti i Paesi che concentrano il maggior numero di italiani all’estero.

    Guarda la diretta dal web questa sera Rai Uno ore 21.20 >>

  • 28/6/2010 ore 8:54

    Radio2. Il CaterRaduno 2010

    Commenti 0

    Da lunedì 28 giugno a sabato 3 luglio. Per l’occasione, il programma quotidiano “Caterpillar” condotto da  Massimo Cirri e Filippo Solibello si moltiplica per tre e andrà in diretta dalle 13.00 alle 13.30, nel consueto appuntamento pomeridiano dalle 18.00 alle 19.30 ed eccezionalmente anche la sera dalle 22.00 alle 24.00. Le dirette da Senigallia sulla manifestazione prenderanno il via lunedì 28 giugno dalle 13.00 alle 13.30 da piazza Roma con “Catterad’una” e dalle 18.00 alle 19.30 dalla Terrazza Marconi Beach con “Caterpillar”. Gli stessi appuntamenti torneranno nelle stesse fasce orarie tutti i giorni fino al 2 luglio. Questi, invece, gli appuntamenti serali dalle 22.30 alla mezzanotte: martedì 29 giugno, dal Foro Annonario, “Italiani, Italieni, Italioti” con la Banda Osiris e Ugo Dighero, mezzanotte a Piazza Roma con “Caterpillar linea notte”; mercoledì 30 giugno, dal Foro Annonario, Alessandro Bergonzoni e mezzanotte a Piazza Roma torna “Caterpillar linea notte”; giovedì 1 luglio dal Foro Annonario si esibirà l’”Orchestra Sottomarina” con Pacifico, Cesare Picco, Ferruccio Spinetti, Danilo Rossi, Silvio Masanotti, Sebastiano De Gennaro, Cristina Marocco, da mezzanotte a Piazza Roma”Viaggi e intemperie”: Filippo Graziani canta Ivan Graziani; venerdì 2 luglio dal Foro Annonario lo spettacolo “Apres la classe” e, a mezzanotte, da piazza del Duca Carmen  Consoli. Sabato 3 luglio gran finale: dalle 14.00 alle 15.50, “Quelli di Caterpillar” in diretta anche su Rai3. Dalle 17.00, da piazza Roma, spettacolo: L’asta per libera – L’amato bene. Dalle 22.00 Elio e le Storie tese in concerto, a mezzanotte “Il lieto fine” con Stefano Bollani, Antonio Di Bella e Denise.

    Ascolta la diretta Radio >>

  • 25/6/2010 ore 8:08

    Esclusiva – Pupi Avati: Scrivere il cinema

    Commenti 0

    “L’emozione del racconto nasce dal di dentro, da una parte misteriosa di te. Il cinema non lo si fa né sul set né in moviola. Il cinema si fa quando sei solo davanti a un computer o una macchina da scrivere. Il film è nella scrittura. Da una bella sceneggiatura è impossibile fare un brutto film”.

    Millepagine ha incontrato il regista e autore bolognese, maestro della narrazione cinematografica. Pupi Avati, profeta cinematografico della provincia italiana, ha ormai all’attivo più di 40 film, tra horror, commedie e sceneggiati per la tv.

    “Volevo fare di mestiere Federico Fellini”.

    In questa lunga chiacchierata Giuseppe Avati, in arte Pupi, racconta la sua storia artistica, l’amore per il jazz, la scoperta del grande schermo, gli incontri fondamentali della sua vita, la rivelazione del cinema felliniano, il rapporto con gli attori con cui ha condiviso il suo percorso professionale, da Carlo delle Piane a Gianni Cavina a Diego Abatantuono.

    Guarda l’intervista>>

    Intervista a cura di Vittorio Castelnuovo.

  • ”Il titolo della canzone che dedico a Ruffini e’: Caro direttore reintegrato”. Così Antonio Di Bella, ex direttore di Raitre, annuncia dai microfoni del programma di Radio2Un giorno da pecora”, la sua canzone dedicata all’attuale direttore di Raitre Paolo Ruffini, da poco reintegrato. ”Ho immaginato un dialogo tra me e Ruffini -aggiunge Di Bella- tra il direttore reinsediato e quello trombato”. Poi Di Bella, chitarra in mano, schiarisce la voce e intona: ”Ciao caro direttore reintegrato, non son triste io, che son trombato, per quello che sarà. Ciao caro direttore reinsediato tu sei allegro ma un po’ preoccupato per quello che accadrà”. ”Ti lascio questo ufficio bellissimo -canta ancora Di Bella- rimpiango tutti i colleghi qua. Prendo il tuo ufficio bruttissimo la tua tranquillità. Da te certo l’atmosfera e’ più eccitante. In coda c’e’ già un sacco di gente, quanta elettricità. Quaggiù ormai il mio telefono sai tace. Sono solo ma l’animo e’ più in pace. Quanta serenità. Quanta serenità”.

    Guarda il video>>

  • 23/6/2010 ore 13:40

    Strage di Ustica, per non dimenticare

    Commenti 0

    27 giugno 1980, venerdì. Dall’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna parte il volo Itavia IH870 diretto a Palermo. Sono le 20.08, il volo inizia due ore dopo l’orario previsto; l’arrivo a Punta Raisi è previsto per le 21.15. Il DC 9 viaggia in modo regolare, a bordo: 64 passeggeri adulti, 11 ragazzi tra i due i dodici anni, due bambini di età inferiore ai 24 mesi e 4 persone d’equipaggio. Nessun problema viene segnalato ma poco prima delle 21.00 dell’aereo si perdono le tracce radar. Il Tg1 della notte annuncia che l’aereo è ormai disperso. Per tutta la notte elicotteri, aerei e navi partecipano alle ricerche mentre all’ aereoporto di Punta Raisi parenti ed amici dei passeggeri si accalcano ai banconi dell’Itavia alla ricerca di notizie. Alle prime luci dell’alba viene individuata, alcune decine di miglia a nord di Ustica, una chiazza oleosa e tutti i quotidiani del 28 giugno riportano la tragica notizia. Nella prima mattinata vengono anche avvistati i primi relitti e i primi cadaveri. E’ la conferma che il velivolo è precipitato in quella zona del Tirreno dove la profondità  supera i tremila metri.   Non c’è più spazio per le speranze, tutti i passeggeri sono deceduti: si tratta di 81 persone. Una vicenda sulla quale non è stata ancora fatta piena luce. Da quella sera sono passati 30 anni e la Rai ricorderà quella tragica pagina di storia con programmi, interviste  e approfondimenti.

    Rai Net, ricorderà l’evento sul sito Rai.tv con un’anteprima esclusiva>>

    Raidue , “Tg2 – Storie” sabato 26 giugno ore 00.25,  dedicherà l’intera puntata al mistero di Ustica con la cronaca raccontata dal Valter Vecellio, un’intervista al giudice Priore e le considerazioni di alcuni politici.  Guarda la diretta>>

    Raidue, 27 giugno alle 23.30. “La Storia Siamo Noi” presenta “Ustica: La verità negata” di Giulia Foschini e Marco Melega. Guarda la diretta>>

    Rai Storia, 27 giugno alle 10.00“La Storia Siamo Noi” presenta “Ustica: La verità negata” di Giulia Foschini e Marco Melega. Guarda la diretta >>