Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Su Rai2 “Zio Gianni”, la nuova serie dei The Pills

      zio-gianni-00Arriva su Rai2, da lunedì 22 dicembre, “Zio Gianni”, la nuova serie scritta dal gruppo creativo “The Pills”, con protagonista Paolo Calabresi. 25 appuntamenti, più due episodi speciali di Natale, in onda dal lunedì al venerdì alle 21:00

    • La Rai ricorda Virna Lisi: gli appuntamenti

      Virna LisiPer ricordare la grande attrice Virna Lisi, scomparsa stamattina a Roma all’età di 78 anni, la Rai trasmette da questa sera e nei prossimi giorni alcuni tra i lavori più significativi della sua lunga carriera

    • Il Natale di RaiYoYo!

      lostandfound-large336Tutti davanti al piccolo schermo, mamme e papà, insieme ai vostri piccoli, a divertirvi con la ricca programmazione di Natale!

    • “Il ragazzo invisibile” nelle sale dal 18 dicembre

      Il ragazzo invisibileL’attesissimo nuovo film di Gabriele Salvatores, “Il ragazzo invisibile”, primo fantasy italiano con protagonista un supereroe adolescente, arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo 18 dicembre con 01 Distribution. Video e dettagli in anteprima

    • I Dieci Comandamenti secondo Benigni

      benigni_post02 Lunedì 15 e martedì 16 dicembre, Roberto Benigni sarà in prima serata su Rai1 con un nuovo spettacolo evento dedicato al decalogo che Dio dettò a Mosè sul Monte Sinai

  • zio-gianni-00Arriva su Rai2, da lunedì 22 dicembre, ”Zio Gianni“, una nuova serie, scanzonata e originale, che racconta l’incontro-scontro tra il cinquantenne Gianni Coletti e i suoi nuovi compagni di vita: tre allegri e spiantati studenti poco più che ventenni.

    Guarda il promo>>

    25 appuntamenti, più due episodi speciali di Natale, in onda dal lunedì al venerdì alle 21:00 su Rai2

    Scritta dal gruppo creativo “The Pills”, uno tra i più amati e seguiti sul web, formato da Luigi Di Capua, Luca Vecchi e Matteo Corradini, insieme agli sceneggiatori Luca Ravenna, Matteo Rovere e a Sydney Sibilia e Daniele Grassetti che firmano anche la regia. Con Paolo CalabresiCristel CheccaLuca Di Capua e Francesco Russo.

    La serie racconta, con un’ironia a tratti surreale, una storia molto vicina alla realtà di questi tempi. Al centro dell’intreccio, appunto, lo ‘Zio Gianni’, un cinquantenne che si ritrova senza lavoro e senza più moglie ed è costretto ad andare a convivere con tre ragazzi poco più che ventenni.

    zio-gianni-01

    Zio Gianni Zio Gianni – Paolo Calabresi, Cristel Checca, Luca Di Capua e Francesco Russo

    I “The Pills” presentano “Zio Gianni” >>

    Paolo Calabresi è “Zio Gianni” >>


    I coinquilini di “Zio Gianni” >>

    I registi di “Zio Gianni” >>

    In un mondo in continua evoluzione, chi si ferma è perduto. Il ragionier Gianni Coletti (Paolo Calabresi), classe 1964, più che fermarsi, ha proprio inchiodato
    di brutto. Ma prima o poi, la vita, ci regala sempre una seconda possibilità. Beh, forse nel suo caso, più che di seconda possibilità, parliamo di una valanga di sfighe che la metà basterebbero per lanciarsi a volo d’angelo dal ponte di Ariccia, ma questi sono dettagli. Nel bel mezzo della sua mediocre esistenza, ancorata a un mondo che ormai non esiste più, Gianni viene cacciato di casa dalla moglie e, come se non bastasse, perde anche il lavoro. Dopo l’estenuante ricerca di una nuova casa, il cinquantenne trova una sistemazione provvisoria in una stanza in subaffitto con tre studenti: Fulvio (Luca Di Capua), Chiara (Cristel Checca) e Rodolfo (Francesco Russo). La convivenza con questi tre “pischelli”, in quella casa caotica e fatiscente, “piena di cose ma dove non ci sono le cose”, si rivela per Gianni un’opportunità per mettersi in discussione, scrollarsi di dosso principi e certezze appartenenti ormai al secolo scorso ed imparare a fare i conti con questa valle di lacrime chiamata realtà. Una realtà fatta di precarietà, approssimazione, hipster, radical, urban, vintage, street, metal, il tutto condito da un bassissimo livello di attenzione… di che stavamo parlando? Ah sì, Gianni! Beh, definirlo un pesce fuor d’acqua sarebbe riduttivo. Per descrivere l’inadeguatezza di Zio Gianni in questo nuovo mondo, si dovrebbe immaginare un tonno che passeggia in un sentiero di montagna, con i mocassini, la tuta di flanella e una bottiglia di vodka lemon in una pinna.
    Ma, nonostante tutto, Zio Gianni, detto anche “Gianni lo sfigato”, affronta questa crisi con determinazione e, giorno dopo giorno, sconfitta dopo sconfitta, umiliazione dopo umiliazione, si rialza sempre e continua a crederci. Alla fine non ci riesce mai, ma anche questi sono dettagli, anzi, meglio così no?! Ma sì! Perché, in fondo, ti fa sentire bene svegliarti la mattina e sapere che c’è qualcuno che sta messo peggio di te! In questo caso molto peggio! Ma proprio male male…

    Guarda il backstage>>

    Guarda la conferenza stampa di presentazione>>

  • 18/12/2014 ore 19:13

    La Rai ricorda Virna Lisi: gli appuntamenti

    Commenti 0

    Virna LisiPer ricordare la grande attrice Virna Lisi (Ancona, 8 novembre 1936 – Roma, 18 dicembre 2014), scomparsa stamattina a Roma all’età di 78 anni, la Rai trasmette già da questa sera alcuni tra i lavori più significativi della sua lunga carriera:

    Rai1 propone questa sera, giovedì 18, alle 21:15, la miniserie per la regia di Enrico Oldoini “A casa di Anna“. Anna (Virna Lisi) è la nonna di Alessia ma anche la madre di Giulia, Livia e Marco. Mentre i rapporti con i figli, anche se adulti, restano spesso conflittuali, la relazione con la nipote è molto forte e affettuosa. Lo zio Quinto alla sua morte lascia in eredità ad Anna un vecchio casale. I tre figli vorrebbero venderlo, mentre Anna si scopre molto legata a quel luogo della sua giovinezza. Proprio in quella casa incontrerà di nuovo, dopo quarant’anni, Guido, il suo primo amore.

    In seconda serata su Rai2, venerdì 19 dicembre alle 23:35, un ricordo della grande attrice nella rubrica “Troppo Giusti”. A seguire, alle 24.00, va in onda “Buon Natale Buon Anno“, un film del 1989, diretto dal regista Luigi Comencini, ispirato all’omonimo romanzo di Pasquale Festa Campanile. Due anziani coniugi di Roma, Gino ed Elvira, non riescono a pagare l’affitto della loro casa, e sono costretti a trasferirsi presso le famiglie delle loro due figlie, le quali non possono permettersi di accoglierli insieme e decidono di dividerseli, uno per ciascuna. Le due famiglie, peraltro, abitano in zone lontane tra loro e non sono spesso in buoni rapporti. Così separati, a Gino ed Elvira per sdebitarsi non resta che occuparsi delle faccende di casa, oppure badare ai nipoti.

    Rai3 venerdì 19 dicembre alle 21:05 trasmette il film “Il più bel giorno della mia vita“, di Cristina Comencini, che vede Virna Lisi nei panni della protagonista accanto a Margherita Buy, Virna Lisi, Sandra Ceccarelli, Luigi Lo Cascio.
    Irene vive nella vecchia villa in cui ha trascorso la vita. Ciò che più le dispiace è che i suoi tre figli non provino per quell’abitazione il suo stesso attaccamento. Sara, la figlia maggiore, dopo la morte del marito vive senza nuovi compagni preoccupata per l’incolumità del figlio Marco. Rita ha invece una bella casa, un marito che l’ama e due figlie, Silvia e Chiara. Ma la donna è insoddisfatta della sua vita tanto che, dalla nascita della secondogenita Chiara non ha più provato piacere nell’avere rapporti con il coniuge. Nella sua vita è entrato poi un veterinario che la affascina. Claudio, il terzo figlio, è un giovane avvocato che vive di nascosto dalla madre la propria omosessualità.

    Rai Movie stasera, giovedì 18 dicembre, alle 19:.25 propone invece “Va’ dove ti porta il cuore“, film del 1996 diretto ancora una volta da da Cristina Comencini e tratto dal romanzo omonimo di Susanna Tamaro.
    Trieste. La nipote della protagonista Olga si chiama Marta ed è partita per l’America, dopo essere stata allevata per anni da Olga. A causa di alcune divergenze, tra nonna e nipote c’è l’accordo provvisorio di non contattarsi per un certo periodo. Sentendo di non avere più molto da vivere e giunta a poche settimane dalla sua morte, Olga sente tuttavia il bisogno urgente di confessare alla nipote Marta alcuni aspetti importanti della propria esistenza e della storia di famiglia. Per superare indirettamente il ponte del silenzio, decide di lasciarle il suo messaggio per iscritto.

    Rai Premium ricorda l’attrice scomparsa con “Un dono semplice“, in onda venerdì 19 dicembre alle 14:00, film tv diretto da Maurizio Zaccaro, trasmesso da Rai2 nel 2000, che racconta la storia di un cambiamento. Thomas Barlow (Murray Abraham) è un cinico e spietato dirigente di una multinazionale che dopo la morte improvvisa della moglie Elisa (Valeria Dobici) va in India per darne notizia alla figlia Beatrice (Regula Grauwiller). Fra i due c’è sempre stato un rapporto conflittuale tanto che Beatrice, ricevuta la tragica notizia, cerca conforto non nel padre ma in suor Beth (Virna Lisi) che dirige la missione dove la ragazza fa volontariato. Nasce così una sfida fra Thomas e suor Beth, due personaggi con una visione del mondo totalmente antitetica. Virna Lisi aveva già indossato vesti religiose, ma in suor Beth l’interpretazione dell’attrice raggiunge vette altissime, cercando di evitare ogni scivolata retorica, privilegiando piuttosto il travaglio umano e spirituale del personaggio nonché l’autenticità della vicenda.

    Anche Radio Rai parteciperà al ricordo di Virna Lisi con due trasmissioni di Radio1: giovedì 18 dicembre con “Restate scomodi”; sabato 20 con una puntata del programma “Il trucco e l’anima”, in onda dalle 12:30 alle 13:00.


    - Rivedi l’intervista di Virna Lisi a “I migliori anni” (2011) >>


    - Rivedi online le puntate della fiction di Rai1 “La donna che ritorna”, con protagonista Virna Lisi (2011) >>

  • 15/12/2014 ore 9:07

    Il Natale di RaiYoYo!

    Commenti 0

    lostandfound-large336Tutti davanti al piccolo schermo, mamme e papà, insieme ai vostri piccoli, a divertirvi con la ricca programmazione di Natale!

    Babbo Natale è sempre sulla bocca di tutti….ma chi parla mai di Papà Inverno?

    Ad accomunarli è una fitta barba bianca, ma Papà Inverno vive sulla vetta di una montagna altissima delle Alpi….che dite, ci inerpichiamo insieme, sfidando il freddo e il gelo, per andare a conoscerlo?

    Oppure magari ci sintonizziamo tutti su RaiYoYo – il 9 dicembre, il 17 dicembre, il 29 dicembre e il 3 gennaio, sempre alle 18.00 – per scoprire le storie che ha in serbo per noi….

    E potrebbe essere lo stesso Natale senza Peter il Coniglio? Il 10 dicembre e il 24 dicembre alle 18.00 appuntamento con Peter il Coniglio e con il suo insopprimibile desiderio di andarsene a zonzo…cosa gli capiterà? Seguite le sue orme e lo scoprirete!

    Il piccolo grande Timmy nel freddo polare conquista il suo “posto al sole” l’11 dicembre alle 18.00 e il 24 dicembre alle 18,30: cade tanta, ma proprio tanta neve, ed è un bel problema, quando tutte le strade sono bloccate. Se la caverà, il Piccolo Timmy?

    I simpatici mostri di Mostrolandia (stiamo parlando di “Molly Monster e il Mostro di Natale”) portano una ventata di allegria e di mistero il 12 dicembre  e il 23 dicembre alle 18.00: la missione speciale di Molly è quello di scovare il mostro di Natale! Brrrr…….

    “Loopdidoo e il grande pasticcio di Natale” andrà in onda su RaiYoYo il 13 dicembre alle 18.00: avventure e disavventure di Loopdidoo che si è messo in testa di invitare Babbo Natale alla cena della vigilia….

    E poi un film che è diventato un classico dell’animazione: “Lost and Found”, ovverosia “Una storia di solitudine perduta e di amicizia ritrovata”. Che è poi quella fra un bambino ed un pinguino (in programma il 15 dicembre, il 28 dicembre e il 2 gennaio alle 18.00)

    Con Bob aggiustatutto sfidiamo (il 16 dicembre alle 18.00) una fitta nevicata che ha ricoperto la valle dei Girasoli: è il turno di Scrambler per togliersi fuori dai guai….

    Divertimento, risate, emozioni con il Natale di RaiYoYo! Guardate il sito!

     

  • Il ragazzo invisibile

    Un’immagine tratta dalla locandina del film

    L’attesissimo nuovo film di Gabriele Salvatores, “Il ragazzo invisibile”, primo fantasy italiano con protagonista un supereroe adolescente, arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo 18 dicembre con 01 Distribution.

    - GUARDA IL TRAILER >>

    Michele (il quattordicenne Ludovico Girardello) vive in una tranquilla città sul mare. Non si può dire che a scuola sia popolare, non brilla nello studio, non eccelle negli sport. Ma a lui in fondo non importa. A Michele basterebbe avere l’attenzione di Stella (Noa Zatta), la ragazza che in classe non riesce a smettere di guardare. Eppure ha la sensazione che lei proprio non si accorga di lui.
    Ma ecco che un giorno il succedersi monotono delle giornate viene interrotto da una scoperta straordinaria: Michele si guarda allo specchio e si scopre invisibile. La più incredibile avventura della sua vita sta per avere inizio.

    - Guarda l’intervista al protagonista Ludovico Girardello >>

    Il regista Gabriele Salvatores con il giovane protagonista Ludovico Girardello

    Il regista Gabriele Salvatores con il giovane protagonista Ludovico Girardello

    Ho sempre pensato che l’adolescenza fosse uno dei periodi più difficili nella vita di un essere umano. Il tuo stesso corpo diventa un estraneo, ti guardi allo specchio e non ti riconosci, senti che dentro di te sta nascendo un potere (un super potere?) che non sai come usare… Anche perché ancora non hai ben capito chi sei e che posto hai nel mondo. Sono sicuro che tutti gli adolescenti si sono sentiti almeno una volta “INVISIBILI”. O avranno desiderato esserlo. E tutti, almeno una volta, avranno desiderato di avere un potere speciale che li protegga o li renda eroi almeno “just for one day”, come canta David Bowie”, ha dichiarato il regista Premio Oscar al miglior film straniero nel 1992 per il film “Mediterraneo”.

    Il ragazzo invisibileDopo il grande successo di “Italy in a day”, il film collettivo presentato quest’anno fuori concorso alla 71° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, di cui ha curato la regia, e ad un anno dal film tratto dall’omonimo romanzo di Nicolai Lilin ed interpretato da John Malkovich “Educazione Siberiana”, Gabriele Salvatores torna dunque alla regia con una nuova sfida: “C’è una strada italiana al fantasy? Si possono scrivere storie che interessino generazioni diverse, genitori e figli? Queste storie ci appartengono? Si possono raccontare senza budget multimiliardari? E c’è un pubblico italiano per un fantasy italiano? Queste sono le sfide che vogliamo raccogliere”.

    - Guarda l’intervista a Gabriele Salvatores tratta da Che fuori tempo che fa del 29 novembre scorso >>

    - Salvatores ospite di Serena Dandini a #staiSerena. Guarda il video >>

    Il film, scritto da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo vede nel cast, tra gli altri, anche Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio e Ksenia Rappoport.

    Valeria Golino e Fabrizio Bentivoglio nel film

    Valeria Golino e Fabrizio Bentivoglio nel film

    La colonna sonora del film, con musiche originali firmate da Ezio Bosso e Federico De’ Robertis, è arricchita dai brani vincitori dell’iniziativa “Una canzone per il ragazzo invisibile” voluta da Gabriele Salvatores, Indigo Film, Rai Cinema e 01 Distribution con il sostegno di Radio Deejay e volta a dare l’opportunità a giovani musicisti senza etichetta di comporre una canzone per il film. Più di quattrocento sono stati i brani inviati, tre le canzoni scelte

    - “Una canzone per il ragazzo invisibile”: i vincitori.
    Guarda il backstage >>


    Numerose le iniziative che le reti Radiotelevisive Rai hanno dedicato al regista in queste settimane.
    L’appuntamento principale è previsto per mercoledì 17, il giorno precedente all’uscita del film nelle sale:

    Rai Movie manderà infatti in onda tre pellicole del regista: alle ore 18:10 l’acclamatissimo film collettivo “Italy in a day” (2014), alle 21:15 “Happy Family” (2010) e infine, alle 01:00 circa, “Come Dio comanda” (2008).
    Al termine del film di prima serata, “Happy Family”, Rai Movie trasmetterà inoltre IN ESCLUSIVA una sneak preview de ”Il ragazzo Invisibile”.

    Interviste a Gabriele Salvatores saranno trasmesse inoltre da Rai Premium alle 20:15 c.a. con “Autoritratti” e da Rai4 all’interno di “Wonderland 2014″ alle 22:50. A seguire, sempre su Rai4, il film “Kick Ass” (2010), piccolo cult per gli amanti dei fumetti e dei supereroi.

    Infine, per quanto riguarda Radio Rai, alle 10:30 Gabriele Salvatores sarà ospite di Max Giusti a Radio2 SuperMax, in replica su Rai2 alle 17:00

    - SNEAK PREVIEW de “IL RAGAZZO INVISIBILE” : guarda le clip di RaiMovie in anteprima per il web >>

  • 12/12/2014 ore 9:00

    I Dieci Comandamenti secondo Benigni

    Commenti 0
    benigni_post02

    Roberto Benigni – foto ANSA

    Il 15 e 16 dicembreRoberto Benigni sarà in prima serata su Rai1 con “I Dieci comandamenti“, un nuovo spettacolo evento dedicato al decalogo che Dio dettò a Mosè sul Monte Sinai.

    Guarda il promo>>

    Dopo la partecipazione speciale alla prima puntata della nuova edizione di “Ballarò” lo scorso 15 settembre, e a due anni dallo show dedicato alla Costituzione “La più bella del mondo”, andato in onda in diretta su Rai1 il 17 dicembre del 2012, che conquistò oltre 12 milioni e mezzo di spettatori e uno share vicino al 44%, l’attore e regista toscano torna dunque sulla rete ammiraglia Rai con una doppia serata-evento.

    “I dieci comandamenti” di Benigni. Guarda il servizio del Tg1>>

    Una nuova sfida per Roberto Benigni che si cimenta questa volta con un testo sacro. “Quel libro – ha spiegato l’attore toscano – è lo ‘spettacolo’ per eccellenza. Credo non ci sia storia più bella, il racconto dell’Esodo è esempio rivoluzionario, una strada da seguire, è d’ispirazione per qualsiasi moto di libertà”.

    Roberto Benigni - Foto Ansa

    Roberto Benigni alla Conferenza stampa di presentazione dello spettacolo “I Dieci comandamenti”- Foto ANSA

    Nel corso della presentazione del suo spettacolo che si è tenuta il 14 ottobre nella sede Rai di Viale Mazzini, in un continuo passaggio tra il sacro e il profano, il comico afferma: “I Dieci comandamenti fanno bene alla salute. Sono un nutrimento, come fare una passeggiata. Se ci pensate è stata la prima volta in cui ci hanno dato delle regole. Se non ce le avessero date – scherza – ci sarebbe gente che ruba, che va con la donna d’altri….”

    E confessa che il comandamento che lo ha messo più in difficoltà nella sua vita è “non commettere atti impuri, che però non esiste: il testo originale è non commettere adulterio, che però implica altre cose”. Mentre i due che preferisce sono gli “unici due che non contengono il non e cioè: ’onora il padre e la madre’ e ‘ricorda di santificare le feste’. Sono così belli e sono quelli che mi porterei in paradiso”.

    L’attualità e la politica saranno, come sempre, presenti nel suo spettacolo. Il timore, ironizza Benigni in conferenza stampa, è quello che, dopo il Jobs Act, si possa mettere mano anche ai dieci Comandamenti: “In Italia non solo è sparito il lavoro, non c’è più neanche la parola lavoro, ora si dice Job. Stanno cambiando pure la Costituzione e quindi mi devo sbrigare a fare lo spettacolo dedicato ai dieci Comandamenti, prima che cambino pure questi”.

    Le serate dello spettacolo, prodotte dalla Melampo Cinematografica e organizzate da Lucio Presta con la produzione esecutiva di Arcobaleno Tre, sono dirette da Stefano Vicario con la fotografia di Massimo Pascucci e le scenografie di Gaetano e Chiara Castelli.

    Roberto Benigni a “Vieni via con me”. Guarda la fotostory>>

    “Tutto Dante”. Guarda la fotostory>>