Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • “Un anno con Eduardo”, la retrospettiva di Rai5

      Eduardo De FilippoSono passati trent’anni dalla scomparsa di Eduardo De Filippo (Napoli, 24 maggio 1900 – Roma, 31 ottobre 1984), drammaturgo, attore, regista e poeta, una delle massime voci della cultura italiana del Novecento. La retrospettiva su Rai5 e lo speciale di Rai.tv

    • Genova, Radio3 al Festival della Scienza

      Festival della ScienzaDal 24 al 26 ottobre Radio3 Scienza è a Genova per raccontare i primi giorni di incontri, spettacoli e conferenze che coinvolgono l’intera città. Ospite d’eccezione il premio Nobel Serge Haroche

    • Questo nostro amore 70, dal 28 ottobre su Rai1

      "Questo nostro amore '70" - Anna Valle e Neri MarcorèRitorna l’appuntamento con una delle fiction più attese dell’autunno di Rai1, “Questo nostro amore”, in una nuova stagione ambientata nella Torino del 1970. Sei prime serate per la regia di Luca Ribuoli, con Anna Valle e Neri Marcorè.

    • Topo Tip, anteprima sul web

      topotip336In anteprima sul web il divertente mondo di Topo Tip, furbetto, allegro e tenero topolino, circondato di tanti personaggi

    • “Un giorno in Pretura” da sabato 25 su Rai3

      Un giorno in preturaParte sabato 25 ottobre, intorno alla mezzanotte su Rai3, la nuova stagione dello storico programma di Roberta Petrelluzzi. Nella 1^ puntata, “Verità sepolte”, il processo che vede imputato l’infermiere Angelo Stazzi

  • Eduardo De FilippoSono passati trent’anni dalla scomparsa di Eduardo De Filippo (Napoli, 24 maggio 1900 – Roma, 31 ottobre 1984), drammaturgo, attore, regista e poeta, universalmente riconosciuto come una delle massime voci della cultura italiana del Novecento.

    In questa occasione, Rai Cultura dedica all’artista napoletano una grande retrospettiva che propone su Rai5 tutto il meglio della sua produzione: storici spettacoli e nuove proposte teatrali, produzioni televisive indimenticabili, teatro musicale e documentari. Un’autentica immersione nella sua arte, nonché un’occasione per far rivivere lo strettissimo legame della Rai con questo straordinario uomo di teatro, un rapporto che non ha uguali in Europa, paragonabile solo a quello della BBC con Shakespeare.

    Anche Rai.tv partecipa alle celebrazioni del trentennale della morte con uno speciale ricco di foto, video e podcast che testimoniano proprio questo forte legame tra Eduardo e la Radiotelevisione italiana: filmati tratti dalle Teche Rai in cui l’artista racconta aneddoti preziosi sulla sua vita e carriera, come la grande amicizia con Totò o il rapporto con l’amato figlio Luca e con il teatro, nel toccante ultimo discorso pubblico di Taormina del 1984; incontri con altri grandi nomi del teatro e della cultura italiana; registrazioni di alcune delle sue commedie più note ed amate, sia nelle versioni originali da lui stesso interpretate, sia nelle riproposizioni più recenti, come quelle di Massimo Ranieri che in hanno avuto grande successo di pubblico e critica su Rai1.

    - Guarda lo speciale di Rai.tv >>

    Eduardo De Filippo con il figlio Luca

    Eduardo De Filippo con il figlio Luca

    E’ una bellissima soddisfazione vedere offrire al pubblico della Rai una retrospettiva televisiva per ricordarlo e per farlo conoscere alle nuove generazioni. Questa retrospettiva non è solo divulgazione ma conservazione, questo materiale sfiderà i tempi”, ha dichiarato il figlio Luca De Filippo, una vita sul palco come e con il padre, alla presentazione dell’iniziativa di Rai Cultura.

    Di seguito gli appuntamenti della retrospettiva “Un anno con Eduardo”: 

    Si comincia sabato 25 ottobre alle 21:15 – nella prima serata che Rai5 dedica al teatro di oggi – con la prima di un ciclo di sei serate teatrali dal titolo L’eredità di Eduardo - Guarda il promo e leggi i dettagli >> 

    Il ciclo prevede una serie di appuntamenti con i più grandi protagonisti della scena attuale, alle prese con la lezione di De Filippo:
    Sabato 25 ottobre: “Padre cicogna”, un racconto sinfonico per quattro voci, recitante e orchestra, su versi di Eduardo e musiche di Nicola Piovani. Il poemetto, composto nel 1969, è stato ripreso al Teatro Petruzzelli di Bari nel 2013, vede protagonista Luca De Filippo e racconta la vicenda, dolorosa e umanissima, di un prete spretatosi per amore di una donna. La serata prosegue con un puntata di “Prima della prima” sul balletto “Filumena Marturano” interpretato da Carla Fracci al San Carlo di Napoli nel 1996.
    - Sabato 1° novembre: “Sabato, domenica e lunedì”, uno dei capolavori di Eduardo proposto in forma di film, interpretato da Toni Servillo con Anna Bonaiuto e la regia televisiva di Paolo Sorrentino.
    - Sabato 8 novembre: “Filumena Marturano”, proposta nella produzione televisiva realizzata dalla Rai nel 2010, con Massimo Ranieri e Mariangela Melato, con la regia dello stesso Ranieri e musiche originale create da Ennio Morricone.
    - Sabato 15 novembre: “Io, l’erede”, un classico di Eduardo proposto nell’edizione da lui riscritta in italiano, prodotto nel 2007 al Teatro Franco Parenti di Milano, con Geppy Glejeses, Leopoldo Mastelloni e la regia di Andree Ruth Shammah.
    - Sabato 22 novembre: “Natale in casa Cupiello”, il capolavoro corale sul tema della famiglia e della solitudine umana, nella speciale versione “assolo” ripresa da Rai5 nel 2013 al Teatro Studio Melato di Milano, con Fausto Russo Alesi, uno degli attori italiani emergenti di maggior successo.

    Eduardo De Filippo ((Foto Ansa))

    Eduardo De Filippo nei camerini del Teatro Quirino di Roma, 1979 (Foto Ansa)

    E ancora, lunedì 27 ottobre – nella serata di Rai5 dedicata ai classici del teatro – sempre in prima serata alle 21:15, prende il via un altro ciclo intitolato Eduardo in scena - Guarda il promo e scopri i dettagli >>
    Una scelta di grandi testi di De Filippo raramente rappresentati, proposti nelle sue stesse immortali interpretazioni.

    Nel giorno dell’anniversario, venerdì 31 ottobre, inoltre, Rai5 trasmetterà in diretta dalle 11:00, lo Speciale Parlamento “Cantata delle parole chiare”, commemorazione a trent’anni dalla scomparsa del grande artista napoletano che fu anche senatore a vita. Per ricordare la figura di Eduardo, nell’aula di Palazzo Madama interverranno il Presidente del Senato Pietro Grasso e personalità del mondo del teatro e della cultura italiani. Nel corso della cerimonia sarà proposto un intermezzo musicale dal vivo di Nicola Piovani.

    Inoltre, sempre venerdì 31, Rai5 propone alle 21:15 il documentarioEduardo, la vita che continua”, prodotto da Rai Cinema con la regia di Francesco Saponaro, che racconta l’impegno civile e politico nella vita di Eduardo, che si rivela inseparabile dalla sua poetica artistica. A seguire, “Il racconto di Eduardo”, un documento nel quale il grande uomo di teatro racconta sé stesso, realizzato per Rai5 da Felice Cappa e Andreina Di Porto.

    La retrospettiva di Rai Cultura dà spazio anche a un breve ciclo di due puntate intitolato Eduardo e la musica, in onda la domenica mattina, nello spazio di Rai5 tradizionalmente dedicato all’opera. Il primo appuntamento è domenica 2 novembre con “Napoli milionaria”, l’opera lirica di Nino Rota su libretto di Eduardo, che debuttò nel 1977 al Festival dei Due Mondi di Spoleto, diretta da Bruno Bartoletti, con protagoniste le Giovanna Casolla e Mariella Devia. Domenica 9 novembre invece, va in onda “La pietra di paragone”, l’opera di Gioachino Rossini della quale Eduardo nel 1982 curò la regia, alla Piccola Scala di Milano.

    Venerdì 28 novembre, infine, prende il via un ultimo grande ciclo che proseguirà fino a maggio, intitolato Un anno con Eduardo: la prima rassegna completa di tutta la produzione televisiva realizzata da De Filippo con la Rai. Si inizia con “Uomo e galantuomo”, la commedia scritta nel 1922 e originariamente intitolata “Ho fatto il guaio? Riparerò!”. Nelle settimane successive si alterneranno capolavori come “Questi fantasmi” o “Il Sindaco del Rione Sanità”, e titoli proposti più raramente come “Non ti pago” e “La grande magia”, o lo sceneggiato televisivo “Peppino Girella”. Il ciclo si chiuderà con una nuova produzione di Rai5, un documentario su Eduardo e il suo rapporto con il secolo nel quale è vissuto: il Novecento.

    - Segui gli appuntamenti di Rai5 anche in diretta streaming qui >>

  • 24/10/2014 ore 9:51

    Genova, Radio3 al Festival della Scienza

    Commenti 0

    Radio3Scienza_GenovaRadio3scienza si trasferisce al Festival di Genova e trasmette in diretta dal cortile di Palazzo Ducale.

     

    È una consuetudine che dura dal 2003, anno di avvio del festival, quella di trasferirsi nel capoluogo ligure per raccontare i primi giorni di incontri, spettacoli e conferenze che coinvolgono l’intera città con ospiti da tutto il mondo.

     

    Ma quest’anno Radio3 sarà a Genova anche con l’obiettivo di raccontare un territorio che ancora una volta è stato ferito da un’alluvione e ha dovuto, ancora una volta, far ricorso a tutta l’operosità di chi lo abita. A raccontarlo saranno scienziati, ricercatori e studenti che animano la vita scientifica della città.

     

    Non mancheranno ospiti internazionali: tra gli altri il fisico premio Nobel Serge Haroche; il paleontologo americano Ian Tattersall con il biologo Rob De Salle autori di un libro sulla storia naturale del vino; la genetista Turi King che ha identificato i resti di Riccardo III; il giornalista scientifico David Quammen che ha girato in sei anni tutto il mondo a caccia dei virus emergenti.

     

    ASCOLTA IL PROGRAMMA IN DIRETTA
    Venerdì 24 ottobre alle 11.00 e alle 15.00
    Sabato 25 ottobre alle 15.00
    Domenica 26 ottobre alle 10.50

    DOPO LA DIRETTA SCARICA I PODCAST

  • 24/10/2014 ore 0:00

    Questo nostro amore 70, dal 28 ottobre su Rai1

    Commenti 0
    "Questo nostro amore '70" - Anna Valle e Neri Marcorè

    “Questo nostro amore 70″ – Anna Valle e Neri Marcorè

    Ritorna l’appuntamento con una delle fiction più attese dell’autunno di Rai1, “Questo nostro amore”, in una nuova stagione definita dall’anno 1970. Sei prime serate per la regia di Luca Ribuoli, con Anna Valle e Neri Marcorè.
    Dal 28 ottobre, il martedì su Rai1

    Guarda il promo>>

    La sigla di “Questo nostro amore 70”>>

    Il teaser della campagna web>>

    Soffia un vento nuovo nella vita di Anna e Vittorio, i protagonisti della serie interpretati da Anna Valle e Neri Marcorè. Sono iniziati gli anni Settanta. Sono cambiate le loro vite ed è cambiato il mondo attorno a loro. Nel corso della prima stagione abbiamo visto la coppia alle prese con i pregiudizi della società di fronte alla notizia del loro “amore clandestino”, in un’epoca in cui concubinato e adulterio erano considerati reati. Ora i due hanno la possibilità di vivere liberamente il loro amore. Nessuno fa più loro la guerra perché non sono sposati. Tra l’altro, la legge sul divorzio entra in vigore nel ’70 e i due protagonisti hanno la possibilità di sposarsi. Inoltre Francesca, l’ex moglie di Vittorio (Debora Caprioglio) si è risposata, quindi il matrimonio tra i due è stato sciolto, e in più è stato estinto anche il debito nei suoi confronti.

    "Questo nostro amore '70" - Anna Valle in una foto di scena

    “Questo nostro amore 70″ – Anna Valle in una foto di scena

    Guarda il backstage>>

    Nonostante ciò, il rapporto tra Anna e Vittorio sembra destinato ad incrinarsi: i due non riescono a gestire la loro libertà di coppia finalmente riconosciuta, dopo tanti anni di persecuzione. Anna, ora che le ragazze sono cresciute, ha voglia di riprendersi un po’ del tempo che ha dedicato con grande amore alla famiglia, ma purtroppo si ritrova su una frequenza diversa rispetto a Vittorio che non capisce questo suo bisogno. Ritroverà per caso l’amore della sua gioventù, che per un momento la farà sentire di nuovo speciale e corteggiata, cosa che le era mancata moltissimo. Vittorio invece si imbarca, all’insaputa di tutti, in una nuova avventura professionale. Decide di vendere la tanto amata libreria, per acquistare una nuova azienda proprietaria del brevetto di una rivoluzionaria marmitta catalitica per le auto.

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena>>

    "Questo nostro amore '70" - Anna Valle e Marco Foschi

    “Questo nostro amore 70″ – Anna Valle e Marco Foschi

    Nel sequel ci saranno inoltre anche molti nuovi arrivi che destabilizzeranno gli equilibri che si erano creati. Troviamo Marco Foschi nei panni di Diego, il primo amore di Anna, che ricompare nella sua vita nelle vesti del padre di un suo alunno. E, in un momento di distrazione di Vittorio, la sua presenza si fa seduttiva e pericolosa. Per Vittorio, invece, la tentazione arriva dalla sua nuova segretaria, Emanuela interpretata da Diane Fleri, una donna giovane, carina e simpatica che lo ricopre di quelle attenzioni e quelle cure che Anna, da un po’ di tempo a questa parte, non gli riserva più.
    E così ecco che Vittorio e Anna, che ci apparivano tanto solidi e indissolubili, entrano in crisi, tanto che Vittorio andrà a vivere da solo mentre Anna sperimenta una seconda giovinezza. Ma sarà una crisi definitiva?


    Anticipazioni della 1^ puntata

    martedì 28 ottobre alle 21:15 su Rai1

    "Questo nostro amore '70" - Neri Marcorè e Diane Fleri

    “Questo nostro amore 70″ – Neri Marcorè e Diane Fleri

    E’ il 1970, Vittorio e Anna non si sono ancora sposati. Anna vorrebbe un pò di tranquillità ma Vittorio sta già inseguendo un nuovo sogno: ha venduto la libreria per acquistare una fabbrica proprietaria di un brevetto rivoluzionario. Anche Salvatore Strano si lancia nell’impresa, si licenzia e investe tutta la risicata liquidazione. Anna intanto incontra Diego Regis, il suo primo amore e Bernardo, di passaggio a Torino, scopre che Benedetta ha un bambino di due anni, Marco Vittorio, di cui non si conosce il padre. Vecchi e nuovi amori, rancori mai sopiti e segreti inconfessati, sembra che la matassa del passato, del presente e del futuro…

    Segui la serie in web streaming da martedì 28 ottobre alle 21:15>>

    Vai al sito>>

  • 23/10/2014 ore 16:36

    Topo Tip, anteprima sul web

    Commenti 0

    topotip336Pronti per entrare nel divertente mondo di Topo Tip?

    Da oggi, 24 ottobre, troverete on line un sito tutto dedicato al simpaticissimo topino!

    A partire dalle 13:00 potrete vedere sul sito www.topotip.rai.it la puntata “Volevo essere figlio unico” e cominciare a familiarizzare con questo furbetto, allegro e tenero topolino, circondato di tanti personaggi: mamma, papà e la sorellina Tippy, ma anche il suo inseparabile orsacchiotto Teddy e tanti altri!

    Sul sito già potrete curiosare fra le varie photogallery, inoltrandovi in quel piccolo angolo di prato dove vive Topo Tip….

    Inoltre potrete scaricare e stampare tre immagini di personaggi da colorare (curiosi di sapere quali?), trovare le schede descrittive dei tanti personaggi e avere qualche notizia in più sulla produzione del cartone!

    Seguite nei prossimi giorni il sito…….ci saranno altre novità – è proprio il caso di dirlo – a portata di mouse!

  • 23/10/2014 ore 8:00

    “Un giorno in Pretura” da sabato 25 su Rai3

    Commenti 0

    Un giorno in preturaParte sabato 25 ottobre, intorno alla mezzanotte su Rai3, la nuova stagione di “Un giorno in pretura“, lo storico programma di Roberta Petrelluzzi.

    - Guarda il promo >>

    La trasmissione, nata nel 1988, ripropone i processi di maggiore interesse pubblico tenutisi nelle corti di giustizia italiane, fornendo così un grande affresco della realtà del nostro paese. Alle immagini registrate nell’aula della Corte d’Assise, che costituiscono il corpo centrale della trasmissione, vengono affiancate ricostruzioni filmate dei fatti e contributi audiovisivi inediti realizzati da reparti specializzati di Polizia e Carabinieri.
    Tra i grandi cicli andati in onda recentemente ricordiamo Calciopoli, il Giallo di Avetrana, Stefano Cucchi, la Clinica Santa Rita di Milano e il processo a Fabrizio Corona.

    - Rivedi on-line le puntate della trasmissione >>

    Anche quest’anno tanti i temi che verranno affrontati: dalle vicende dell’infermiere Angelo Stazzi, che aprono la stagione, alla tratta delle prostitute rumene a Ferrara, al mondo degradato della droga nella provincia italiana.
    Casi di cronaca, ma anche Cold Case, come l’omicidio del sociologo e giornalista Mauro Rostagno, ucciso in Sicilia a 46 anni in un agguato mafioso. Una storia tutta italiana: più di vent’anni per arrivare ad una sentenza di primo grado.

    Sabato 25, nella prima puntata della nuova serie, dal titolo “Verità sepolte”, si comincia con il processo che vede imputato Angelo Stazzi con l’accusa di omicidio volontario presso la Corte d’Assise di Roma presieduta dalla Dott.ssa Evelina Canale. La vicenda è quella della scomparsa di Maria Teresa Dell’Unto, avvenuta una mattina di marzo del 2001 a Tragliatella, in provincia di Roma. Fin da subito i tre figli e il secondo marito della donna non riescono a spiegarsi questo allontanamento. Si indaga sull’ambiente dell’Ospedale Gemelli, dove la donna lavorava come ausiliaria, ma senza giungere a nulla. Il caso viene archiviato fino a quando, nel 2008, grazie a dei fondi speciali per i “casi freddi”, il fascicolo viene riaperto. E intercettando un infermiere del Gemelli, Angelo Stazzi, vecchio amico della donna, gli inquirenti giungono in possesso di importanti indizi che sembrano incastrarlo quale responsabile della scomparsa di Maria Teresa.

    - Guarda “Un giorno in pretura” in live streaming sabato alle 24:00 >>