Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 24/4/2015 ore 7:04

    Speciale Festa della mamma!

    Commenti 0

    mamma2276Lo “ Speciale Festa della Mamma” è un sito ad hoc per rendere giusto omaggio a tutte le mamme del mondo!

    Sapete dove è nata l’idea di festeggiarla? Quali sono le origini storiche di questa celebrazione?

    Sgombrato il campo dai necessari ragguagli storici, utili a non farvi trovare impreparati nel caso qualcuno ve lo chiedesse, il “piatto forte” del sito consiste soprattutto in ciò che voi potete donare, alle vostre mamme!

    Per chi, fra di voi, è più “tradizionalista”, ecco pronti biglietti e bigliettini a volontà, da arricchire con i vostri pensieri dedicati a  “mammà”!

    Non diteci che vi manca l’ispirazione, perché non ci crediamo…..

    In ogni caso, se l’estro poetico non è nelle vostre corde, potete anche prendere ispirazione dal bouquet di video che abbiamo selezionato per voi: “Ninna nanna ninna mamma”, per esempio, infila una rima dietro l’altra, scartando ogni banalità con grande grazia ed eleganza, per onorare la mamma con la maiuscola!

    E se poi nella dedica volete “metterci la faccia”, c’è sempre l’opzione “video-dedica”: caricate il vostro filmato seguendo le indicazioni presenti nel sito e permettete alle vostre mamme di commuoversi a puntino di fronte al vostro pensierino registrato!

    Dai, chi si fa coraggio e apre le danze? Il 10 maggio si avvicina…..

    Pensando ai vostri cartoni preferiti, vi vengono infine in mente alcune figure materne che in qualche modo “vi sono entrate nel cuore”?

    D’accordo, di mamma ce ne è una sola, però stavolta abbiamo fatto un’eccezione: con questa photogallery che raduna le mamme dei cartoni, da sfogliare e risfogliare!

    Auguri a tutte le mamme!

  • blog_TVOI1blind2Due cantanti, uno contro l’altro, ognuno con una cartuccia musicale da sparare per convincere il proprio Coach. Questi sono i Knockout di The Voice of Italy, arrivati questa settimana al secondo e ultimo atto, e sono l’estremo gradino da superare per accedere alla fase finale del talent, i Live Show, in onda da mercoledì prossimo su Rai2. Nella puntata appena trascorsa i quattro Coach Pelù, NoemiJ-AxFacchinetti hanno selezionato tra le voci presenti nelle loro squadre quelle che ritenevano le più meritevoli ed ora sono pronti a darsi battaglia per scoprire quale sarà il talento vincitore di questa edizione dello spettacolo.

     

    Ad aprire le sfide della serata è il #TeamFach. Si fronteggiano Chiara Dello Iacovo e Clark P., due cantanti che provengono da mondi veramente diversi e con vocalità completamente opposte. Chiara sceglie di cantare, con la sua voce delicata, Fango di Jovanotti, Clark risponde con Seven Days pezzo dalla grande vena R’nB marchiato Craig David. I coach restano interdetti dalla performance di Chiara, per Piero Pelù la scelta non è stata felice, mentre sembrano contenti di quanto fatto da Clark che riceve tanti complimenti da Roby il quale, però, ammette che la ragazza è comunque una grande artista. E’ Francesco però a prendere la decisione, Facchinetti Junior si dice colpito dal talento di Chiara e dalla sua bravura non solo nel canto, ma anche nella scrittura e negli arrangiamenti. Per questo decide di premiare lei. La decisione provoca un piccolo scontro con papà Roby che forse avrebbe preferito Clark.

    - Guarda il Knockout Chiara Dello Iacovo vs. Clark P.>>

    Prima sfida anche per il #TeamJAx. A vivere questo duello sono Ilenia Bentrovato e Carola Campagna. Ilenia, giovanissima rapper romana si è formata all’interno di una cultura “urbana”, a lei viene opposto un talento “di paese” come Carola che Ax definisce una bomba. Per la sua performance, Ilenia sceglie la hit di Eminem e Rihanna Love the way you lie alla quale aggiunge alcune barre di sua composizione, Carola risponde con grande classico firmato Matia Bazar, Ti sento e galvanizza il pubblico con i suoi acuti. Noemi in particolare sembra apprezzare lo spettacolo offerto dalle due cantanti, Roby trova Ilenia particolarissima e si dichiara attratto dalla grande vocalità di Carola, che trova già “grande” a 17 anni. Piero trova che Ilenia sia molto capace nello scrivere il rap e loda il cambio di tonalità fatto da Carola nel suo cantato. Ma la decisione è di J-Ax, il coach, come un principe che invita una principessa al ballo, si alza e va verso le due cantanti al centro del palco, ringraziando e incoraggiando Ilenia, decide di inchinarsi a Carola che così approda ai live show

    - Guarda il Knockout Ilenia Bentrovato vs. Carola Campagna>>

    Federico Russo, conduttore di "The Voice of Italy"

    Federico Russo, conduttore di “The Voice of Italy”

    E’ il momento del #TeamPelù. Salgono sul palco Tommaso Gregnanin che sorprese tutti durante la sua Blind-Blind con una voce calda e bassa e Fabio Garzia cantante-chitarrista dalla voce graffiata che venne “rubato” dal Toro Loco durante le Battle. Tommaso porta sul palco il classico di Tiziano Ferro Sere nere, Fabio risponde con un altro classico, questa volta del blues, Sweet Home Chicago nella versione dei Blues Brothers accompagnandosi con la chitarra elettrica. La sfida è energica e interessante, Roby dichiara di essere un grande fan di Tiziano Ferro ma nota qualche imperfezione nell’interpretazione di Tommaso mentre trova molto forte l’esivizione di Fabio. J-Ax si complimenta con Tommaso per la scelta e le note basse e con Fabio per aver portato il blues in trasmissione. Coach Pelù dice che entrambi i cantanti sono andati molto meglio in prova che durante l’esibizione, per lui Fabio dovrebbe cantare cercando di cogliere più sfumature con la sua voce mentre crede che Tommaso non abbia ancora completa fiducia nelle sue capacità. Alla fine la scelta cade proprio su Tommaso che per Piero è ancora un talento da scoprire e su cui lavorare

    - Guarda il Knockout Tommaso Gregnanin vs. Fabio Garzia>>

    Assistiamo ora ad una battaglia che riguarda il #TeamNoemi. A fronteggiarsi sono il nerd della squadra Andrea Orchi, timido e schivo e Fatima Diallo cantante dal timbro R’nB che proviene da uno steal fatto dalla Rossa ai danni di J-Ax. Per il duello, Andrea sceglie il successo di Zucchero Indaco dagli occhi del cielo, Fatima risponde con Granade di Bruno Mars. Per J-Ax Andrea è stato veramente originale mentre il talento di Fatima è indescrivibile, Francesco trova incredibile il contrasto tra il look vintage di Andrea e la sua voce moderna e Roby dice di essere un suo fan, Piero lo definisce particolare ma crede di essere stato maggiormente convinto da Fatima. Per Coach Noemi, Fatima rappresenta la presenza scenica e la voce pop mentre Andrea è il cantante nascosto che non conosce ancora al meglio le sue possibilità. Secondo la Rossa Andrea ha sbagliato la scelta del pezzo mentre Fatima avrebbe fatto meglio a cantare in italiano, per misurarsi con ambiti diversi dai suoi. Dopo un momento di riflessione, Noemi decide di promuovere Andrea per aiutarlo a crescere ancora e a scoprirsi

    - Guarda il Knockout Andrea Orchi vs. Fatima Diallo>>

    La serata procede con uno scontro per il #TeanJAx. A darsi battaglia sono Tekla a cui il coach chiede di dare di più e Davide Fusaro dalla grande voce e con una grande sicurezza. Tekla affronta la prova cantando Russian Roulette di Rihanna suscitando gli applausi del pubblico al ritornello per Davide invece la scelta è Ordinary Love degli U2 e durante la performance, accompagnata dalla sua chitarra, strappa gli applausi ai Coach. Piero loda la scelta e l’interpretazione di Davide, Francesco trova ottima la presenza scenica di Tekla ma secondo lui la voce di Davide è impareggiabile. Tocca ora a J-Ax, per il Coach Tekla ha interpretato Rihanna come se fosse Rihanna mentre Davide si è rivelato un vero e proprio fenomeno. Nel suo pensiero ciò che è fondamentale non è né la presenza scenica né la forza vocale ma quello che il pubblico sembra apprezzare di più e per questo motivo viene promossa Tekla che, a giudizio dello “Zio” gli darà più capacità di sperimentare

    - Guarda il Knockout Tekla vs. Davide Fusaro>>

    I Coach

    I Coach

    Dopo un breve momento di pausa si riprende con una nuova sfida per il #TeamFach, si tratta di Fabio Curto, cantante dalla voce profonda, che si misura con Luce, giovane dalla voce precisa e delicata. Per Fabio la canzone è Don’t you worry Child hit degli Swedish House Mafia, Luce risponde con La notte pezzo che valse ad Arisa la vittoria di Sanremo 2012. Noemi trova che Fabio abbia una motocicletta al posto delle corde vocali mentre dice di Luce che è riuscita a cantare con un filo di voce come Arisa, per J-Ax l’esibizione di Fabio non è andata bene mentre Luce è stata una vera sorpresa, secondo Piero Fabio è stato trattenuto mentre Luce è stata spontanea e naturale con un pezzo giusto per le sue capacità. Arriva il momento della decisione per i Facchinetti che anche stavolta litigano: Roby è per Fabio un talento che ritiene già pronto con una vocalità riconoscibile e molto potente a differenza di Luce che, a suo modo di vedere, è ancora immatura; per Francesco Luce ha cantato il pezzo giusto al momento giusto mentre Fabio era incerto e tremante. Dopo una lunga meditazione, padre e figlio decidono di promuovere Fabio

    - Guarda il Knockout Fabio Curto vs. Luce>>

    E’ ora di un nuovo scontro per il #TeamPelù. A salire sul palco sono Roberta Carrese cantante dal timbro leggero e preciso e Cli con la sua personalità molto stravagante, entrata nel team con uno steal dal Team Facchinetti. Roberta canta il suo cavallo di battaglia Perfect Day di Lou Reed mentre Cli interpreta Una zebra a pois nella versione di Ivan Cattaneo. Roby trova le due interpretazioni diametralmente opposte, con da una parte l’intensità di Roberta e dall’altra la giocosità di Cli, Noemi si complimenta con Roberta per la voce e il ritornello ma per la Rossa anche Cli meriterebbe per la sua personalità, anche J-Ax si complimenta con entrambe sopratutto per le scelte dei brani. Coach Pelù loda tutte e due le cantanti: Cli è solare, Roberta è una perla nera ma, nella sua opinione, il sole di Cli è stato oscurato dalla luna di Roberta, che passa ai live

    - Guarda il Knockout Roberta Carrese vs. Cli>>

    Ottavo duello della serata è per il #TeamNoemi. A contrapporsi sono Viola Laurenzi, diciottenne molto emotiva che si misura con Dany Petrarulo che arriva a “The Voice” dopo una complessa esperienza di transizione sessuale.Viola si esibisce nel successo di Elisa Eppure sentire mentre Dany sceglie di cantare Rise like a Phoenix che ha portato Conchita Wurst a vincere l’ultimo Eurovision e che parla della sua delicata esperienza di vita. J-Ax si complimenta con Viola per la scelta del brano anche se lo ritiene fuori dalla portata della giovane cantante e chiede a Dany quanto la canzone che ha cantato sia vicina alla sua storia personale, anche Pelù sottolinea l’emotività della sua interpretazione. Per Roby la voce di Dany sarebbe degna di una carriera internazionale mentre quella di Viola piò entrare nella classica melodia italiana. Tocca a Noemi decidere. Per “la Rossa” il pezzo scelto da Viola è molto molto complicato mentre Dany ha cantato una storia che rappresenta il suo percorso di vita ma che è adattabile a tutti. La scelta della Coach è orientata verso Dany che per lei è più di un cantante

    - Guarda il Knockout Viola Laurenzi vs. Dany Petrarulo>>

    Lo studio

    Lo studio

    La sfida ora passa al #TeamFach. A confrontarsi sono Alexandre Vellae AJ Summers entrambi vengono da un cammino che li ha messi molto in luce nelle fasi precedenti del talent con in comune la passione per le voci “nere”. Alexandre sceglie di cantare uno dei più grandi successi della compianta Amy Winehouse, Rehab mentre AJ si cimenta in Moment for Life dell’americana Nicki Minaj. A J-Ax la voce di AJ è piaciuta molto anche se non ha apprezzato il fatto di non aver scritto delle parti rap in italiano. Per Francesco entrambi i cantanti hanno “spaccato”, Roby crede che Alexandre abbia l’attitudine dei grandi ma che sia ancora insicuro, viceversa AJ, secondo il suo coach, mostra di essere un puledro di razza, umile e che coglie i consigli dati. Papà e figlio Facchinetti decidono di portare avanti proprio AJ Summers in virtù di una performance veramente convincente

    - Guarda il Knockout Alexandre Vella vs. AJ Summers>>

    Ultimo Knockout della serata riguarda il #TeamJAx e vede fronteggiarsi Arianna Alvisi e Lele, due personalità molto diverse e due talenti tra i più quotati del team. Arianna canta 50mila di Nina Zilli. Lele risponde con la hit di Lorde Royals che esegue accompagnandosi alla chitarra. Per Piero Arianna ha cantato un brano solo apparentemente facile mentre Lele ha rischiato un po’ troppo volendo fare l’incipit del pezzo a cappella, Roby sottolinea le imperfezioni in entrambe le esibizioni, Noemi dice che Lele è stato forse troppo arrogante e gli consiglia di affrontare il palco in maniera più umile. Coach J-Ax sottolinea la delusione per entrambe le esibizioni, in particolar modo gli errori di Lele, riconoscendo però che il giovane è stato in grado di riprendersi e portare a termine la canzone. E nonostante le “cinquanta sfumature” che gli ha dato la voce di Arianna, lo “Zio” sceglie di portare avanti proprio Lele

    - Guarda il Knockout Arianna Alvisi vs. Lele>>

     

    Ecco, team per taem, il quadro dei cantanti che approdano ai live show:

    - TeamFach: AJ Summers, Alessia Labate, Chiara Dello Iacovo, Fabio Curto, Sarah Jane Olog

    - TeamJAx: Carola Campagna, Francesca Cini, Maurizio Di CesareLele, Sarah Vita Feline

    - TeamNoemi: Andrea Orchi, Dany Petrarulo, Keeniatta, Marianè, Thomas Cheval

    - TeamPelù: Alessandra Salerno, Ira Green, Marco De Vincentiis, Roberta Carrese, Tommaso Gregianin

  • 21/4/2015 ore 18:42

    La Rai per la 70^ Festa della Liberazione

    Commenti 0

    70° Anniversario della LiberazioneIl 25 aprile 2015 si celebra il 70° anniversario della Liberazione dal nazifascismo. La data ricorda l’appello diramato via radio la mattina del 25 aprile 1945 dal Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia da Milano per l’insurrezione armata della città e di tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti.

    In questa occasione, la Rai propone una ricca programmazione dedicata alla ricorrenza. Su tutte le reti Radiotelevisive e sul web ci saranno collegamenti in diretta, approfondimenti, testimonianze inedite, reportage, documentari e film per rivivere una delle pagine più importanti della Storia italiana e per ricordare il coraggio di quanti si adoperarono per un’Italia nuova e libera. Il culmine di questi appuntamenti sarà naturalmente nella giornata di sabato 25 aprile, con “Viva il 25 aprile!”, una grande prima serata su Rai1 in diretta da piazza del Quirinale per celebrare una data simbolo per tutti gli italiani.

    Anche Rai.tv partecipa alle celebrazioni proponendovi una playlist ricca di documenti video da non perdere:
    - Vai allo speciale di Rai.tv >>


    Di seguito alcuni tra i principali appuntamenti in palinsesto in Tv
    :

    RaiNews24, il canale all news della Rai, seguirà le celebrazioni per la Liberazione con dirette e servizi rievocativi a partire dalla mattina del 24 aprile e per tutto il 25 aprile.
    - Vai allo speciale di Rai News >>


    Mercoledì 22 aprile

    Su Rai3 “Agorà”, in onda alle 08:00, aderisce alla campagna istituzionale di informazione del Governo. Ogni giorno un servizio filmato per raccontare cinque storie – spesso dimenticate – di resistenza partigiana; cinque testimonianze raccolte in prima persona da Gerardo Greco, arricchite in studio dal contributo di Marcello Sorgi.
    “Pane Quotidiano”, la trasmissione condotta da Concita De Gregorio dal lunedì al venerdì alle 12:45, dedica alla ricorrenza, in collaborazione con Radio3 e con L’archivio dei diari di Pieve Santo Stefano, il Progetto #Liberazione70, che ha lo scopo di celebrare la vostra Resistenza, così come l’avete vissuta o come, più probabilmente, vi è stata raccontata. - Partecipa al progetto inviando il tuo materiale >>
    “Il tempo e la storia” trasmette alle 13:10 la puntata “Liberazione”, a cura di Rai Cultura. Il primo di tre appuntamenti dedicati alla ricorrenza in onda dal 22 al 25 aprile: tre storie diverse spiegate da tre storici per costruire un affresco di quei giorni di 70 anni fa.

    Rai Storia trasmette mercoledì in prima serata, alle 21:30, il documentario “Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana”, che ricorderà alcuni oppositori al nazifascismo, per lo più giovanissimi, condannati a morte in un arco di tempo che va dal dicembre 1943 all’aprile del1944. E lo farà attraverso la lettura da parte di alcuni attori delle loro lettere, scritte ai familiari più stretti poche ore prima di essere giustiziati, selezionate da un archivio italiano (Istituto Nazionale per la storia del movimento di Liberazione in Italia) che ne conserva circa 700. A seguire, il documentario “Quando i tedeschi non sapevano nuotare” di Elisabetta Sgarbi, che racconta la Resistenza nel Basso Ferrarese e nel Polesine: il 18 febbraio del ‘45, duecento donne arrivano alla spicciolata dalle campagne ferraresi, raggiungono la piazza nascondendo manifesti sotto i vestiti e liberano il Comune di Bondeno…
    Rai Movie trasmette alle 21:15 il film “Miracolo a Sant’Anna”, per la regia di Spike Lee, con Derek Luke, Pierfrancesco Favino, John Turturro.


    Giovedì 23 aprile

    Rai Storia trasmette in prima serata “Speciale 25 aprile 70 anni fa” (ore 21:30). Moderne analisi storiografiche, grandi divulgatori, repertori inediti, ricostruzioni avvincenti: due ore che ci faranno rivivere quel giorno, con la conduzione di Paolo Mieli e la partecipazione di Giulio Scarpati che legge i diari degli italiani che vissero la Resistenza.
    Su Rai Movie alle 21:15 il pluripremiato film di Giorgio Diritti “L’uomo che verrà” (2009) , con Alba Rohrwacher e Maya Sansa.


    Venerdì 24 aprile

    In diretta su Rai1 dalle 10:55 alle 12:00 andrà in onda dal Quirinale la Cerimonia  Incontro con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, a cura del Tg1.
    Rai3 trasmette in prima serata (ore 21:05) il capolavoro di Roberto Rossellini “Roma città aperta” (1945), con Anna Magnani, Aldo Fabrizi e Marcello Pagliero.

    Su Rai Storia alle 21:30 andrà in onda il film “La notte di San Lorenzo” di Vittorio e Paolo Taviani. I pensieri dei protagonisti della Resistenza su fascismo e liberazione, incrociati al racconto della loro vita politica così come è raccolta negli archivi della polizia politica fascista, la famigerata Ovra. Dieci racconti, da Giorgio Amendola a Paolo Emilio Taviani, da Luigi Longo a Ferruccio Parri, 10 ritratti della generazione che ha vinto la guerra civile.


    Sabato 25 aprile

    Su Rai1, all’interno di UnoMattina in Famiglia, dalle 08:25 alle 10.30, Tg1 – Rai Quirinale presenta la diretta Deposizione di una corona d’alloro all’Altare della Patria. Dalle 11:55 alle 12:50, Incontro istituzionale del Presidente della Repubblica al Piccolo Teatro di Milano, sempre a cura del Tg1. Alle 15:15 l’appuntamento è invece con “Speciale 25 aprile, 70 anni fa” a cura di Rai Cultura.
    La sera, a partire dalle 21:20, andrà in onda “Viva il 25 aprile!”, in diretta dalla piazza del Quirinale. Un grande e articolato racconto per dire grazie a chi ha combattuto e ci ha liberati, ideato e condotto da Fabio Fazio. Saranno ripercorse in maniera simbolica, le tappe della liberazione. Interverranno Pif dalla Sicilia, Roberto Saviano da Montecassino, Marco Paolini ed Elisabetta Salvatori da Sant’Anna di Stazzema, Antonio Albanese da Alba, i Negramaro da Milano, Toni Servillo, la staffetta partigiana Teresa Vergalli e tanti attori che omaggeranno alcune delle targhe, spesso trascurate, che commemorano i caduti della Resistenza. Sul palco di Roma si esibiranno Francesco De Gregori e Luciano Ligabue.
    A seguire, infine, il docufilm “I ragazzi di Via Giulia”.

    Rai3 trasmette alle 20:10 “Sconosciuti – Speciale Liberazione”.

    Rai Storia presenta “Il giorno e la storia”: l’intera programmazione del canale sarà dedicata all’Anniversario.

    Su Rai5 alle 21:15 appuntamento con “Il Teatro di Rai5” e la commedia in due atti “Farà giorno”, di Rosa A. Menduni e Roberto De Giorgi, con Gianrico Tedeschi. La strana vicenda di Manuel, bullo di periferia con simpatie neonaziste, che si trova ad accudire Renato, vecchio partigiano e medaglia d’oro al valore della Resistenza, dopo un incidente stradale che ha coinvolto entrambi…

     

    Gli appuntamenti di Radio Rai:

    Anche Radio Rai celebra l’anniversario con speciali, approfondimenti e servizi in tutte le principali edizioni di Gr1, Gr2 e Gr3.

     

    Radio1
    Dal 20 al 25 aprile il Gr1 delle 8 manderà in onda ogni mattina interviste, storie e suggestioni musicali: i proclami dei partigiani trasmessi da Radio Londra, le testimonianze delle donne “staffetta”, il ricordo di Sandro Pertini, “l’uomo che liberò Milano”, la musica della Resistenza, le parole della liberazione, tra poesia e citazioni celebri.
    I contributi saranno tutti riascoltabili qui >>

    Ai contributi del Gr si aggiungeranno anche approfondimenti di Restate scomodi, Zapping e una puntata speciale di Radio1 Music Club, dedicata alle musiche della Resistenza e ai nuovi generi portati in Italia dagli Alleati: dal jazz allo swing al boogie.

    Nella giornata del 25 aprile inoltre Radio1 trasmetterà un approfondimento di Inviato speciale alle 9.05 e seguirà tutte le iniziative che si svolgeranno in Italia con uno speciale del Gr1 alle 10.05 e con un filo diretto, dalle 11.00 alle 13.00. A seguire, in tutte le edizioni dei giornali radio, speciali, interventi e testimonianze sul giorno che 70 anni fa ha cambiato la storia d’Italia.

    Leggi gli approfondimenti qui >>

     

    Radio2
    Radio2 pubblicherà in esclusiva sul web cinque speciali realizzati da “Pezzi da 90″ e trasmetterà una puntata speciale de “I Provinciali”, il programma condotto da Pif e Michele Astori, in onda eccezionalmente sabato 25 aprile, dalle 18.00 alle 19.00, per uno speciale sul tema.


    Radio3

    Radio3 infine celebra l’anniversario raccontando, attraverso i linguaggi della letteratura, del teatro, del cinema e della musica, le storie di chi ha combattuto per liberare l’Italia dal nazifascismo. La lettura ad alta voce dei romanzi di Fenoglio, Calvino e Meneghello, le voci delle staffette partigiane, l’analisi di sinfonie e canti della Resistenza sono solo alcuni degli appuntamenti del lungo percorso che condurrà, conduttori e ascoltatori, verso il 25 aprile.

    Per l’intera giornata del 25 inoltre su Radio3 sarà “Festa d’aprile”: la programmazione del giorno infatti sarà accompagnata dal brano “Bella Ciao”, riarrangiato per l’occasione in molteplici versioni, dal jazz all’elettronica, dal folk alla musica classica. La giornata si concluderà dalla Sala A di via Asiago con una serata speciale, condotta dal direttore Marino Sinibaldi, in cui il più significativo spettacolo del folk revival italiano verrà riallestito dopo cinquant’anni. L’attore Maurizio Donadoni leggerà il diario di Mario Tutino, intellettuale antifascista testimone della liberazione di Milano, conservato oggi nell’Archivio di Pieve Santo Stefano. Ospite una donna della Resistenza, Teresa Vergalli, che ha raccolto la sua esperienza nel libro “Storie di una staffetta partigiana”

    Leggi gli approfondimenti e riascolta gli speciali già trasmessi qui >>

  • Io leggo perchéPer festeggiare la Giornata Mondiale del Libro, patrocinata dall’UNESCO, il 23 aprile Rai3 e Direzione Comunicazione e Relazioni Esterne, con la collaborazione di AIE – Associazione Italiana Editori, presentano in diretta dall’Hangar Bicocca di Milano la serata evento #ioleggoperché.

    - Guarda il promo >>

    Un grande festa organizzata allo scopo di condividere l’amore per la lettura e far riscoprire il gusto di leggere a chi lo fa poco o a chi non l’ha mai conosciuto.

    Nel corso della serata, che andrà in onda su Rai3 a partire dalle 21:05, tanti artisti, scrittori e musicisti si alterneranno sul palco, introdotti e accompagnati dall’attore Pierfrancesco Favino, per raccontare una storia, leggere una pagina, suonare una canzone.
    Da Vinicio Capossela ad Alessandro Bergonzoni, da Luis Sepulveda a Gianrico Carofiglio, da Andrea Camilleri a Umberto Eco, da Carmen Consoli a Neri Marcorè e poi Emis Killa, Malika AyaneGeppi Cucciari e tanti altri grandi nomi, fino alle migliaia di volontari che quel giorno distribuiranno i libri della collana speciale #ioleggoperché in tutta Italia, tutti contribuiranno in una serata speciale a raccontare prima di ogni altra cosa l’amore per la lettura.

    Voci, libri ed emozioni che attraverseranno la serata e costruiranno una biblioteca ideale “realizzata” con il contributo di tutti i protagonisti. E anche con il sostegno dei social network attraverso i quali chiunque può suggerire, da casa, il proprio volume del cuore, digitando #ioleggoperché.

    Previsti, inoltre, collegamenti con la piazza Gae Aulenti di Milano, dove si raduneranno i “Messaggeri” che, insieme ai Messaggeri speciali, testimoni d’eccezione, leggeranno una pagina del libro che ha segnato la loro storia personale. Uno degli oltre 700 eventi organizzati in tutta Italia per festeggiare la Giornata Mondiale del Libro.

    Ci sarà anche una “sitcom” ambientata all’interno di una libreria e realizzata, in collaborazione con Corriere.it, da Duccio Forzano – autore, insieme a Pietro Galeotti, e regista della serata – che andrà in onda contemporaneamente anche sul sito del quotidiano milanese.

    L’essenza della serata si può riassumere con il ritornello della canzone “Le storie che non conosci” (- Le storie di Bersani. Guarda il video del Tg1 >>), che Samuele Bersani e Pacifico, con la partecipazione speciale di Francesco Guccini, hanno scritto appositamente per l’evento a titolo benefico (il ricavato delle vendite sarà infatti interamente devoluto alla Fondazione Lia, per finanziare laboratori di lettura per bambini non vedenti e ipovedenti a Bologna)  e che è anche la sigla della trasmissione: una storia che non conosci non è mai di seconda mano.

    - Segui la serata anche in diretta streaming su Rai.tv giovedì 23 aprile dalle 21:05 >>

  • 140-jacopo_blogE’ partita su Ray140 secondi” , la web serie dove la vita non ha più tempi morti.
    140 secondi come i 140 caratteri di Twitter: non c’è molta differenza tra la maniera in cui Jacopo Alighieri racconta la sua vita e il linguaggio condensato, veloce, sintetico e ipertestuale dei social network.

    In quindici rapidi episodi le vicende di Jacopo si affastellano, si rincorrono e vanno a comporre un mosaico della vita contemporanea, ordinaria eppure sempre stupefacente (e spesso disastrosa!). Tra un capo vessante e ottuso, un lavoro precario e frustrante, una ragazza bellissima e totalmente disinteressata all’articolo Jacopo, una famiglia che crea più problemi di tutte queste altre cose messe insieme, 140 secondo è un bel frullato di ironia e divertimento. Rinvigorente.

    - Guarda la prima puntata della webserie>>

    - Scopri tutte le storie di Ray>>